ago 8, 2016 - Cioccolato, Dolci, Ricette    No Comments

Ciambelline al cacao e nocciole

IMG_9215

Lo so, ho già tantissime teglie, ma come potevo farmi sfuggire un’occasione del genere? Super sconto per la teglia per fare le ciambelline che avevo puntato da un bel po’!

Ed eccomi qui a pubblicare questa ricetta al profumo di arancia.

INGREDIENTI PER 12 ciambelline e qualche muffins

INGREDIENTI:
200 g di farina 00
4 uova
80 g di fecola di patate
50 g di cacao in polvere
50 g di nocciole tritate
100 g di ricotta
130 g di zucchero semolato
1 arancia non trattata
1,5 dl di olio (io di riso)
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
glassa al cioccolato q.b. per decorare
granella di nocciole per decorare
ESECUZIONE
Grattugiate la scorza dell’arancia, poi spremete il frutto per ricavarne il succo. Lavorate la ricotta e lo zucchero in una ciotola con una frusta fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Unite le uova sbattute, le nocciole, il succo dell’arancia, l’olio e mescolate bene. Aggiungete quindi la farina setacciata con la fecola, il lievito, il cacao e un pizzico di sale, mescolate con cura. Se dovesse risultare troppo denso, aggiungete qualche cucchiaio di latte.
Versate il composto ottenuto nella teglia per ciambelle ben oliata (io ho usato lo spray staccante) e cuocete in forno statico già caldo a 180° per circa 20-25 minuti, vale sempre la prova stecchino.
IMG_9210
Fate raffreddare le ciambelle su una gratella.
Sciogliere la glassa e ricoprire le ciambelle. Decorare con la granella di nocciole e far asciugare le glassa prima di servire.
IMG_9211
Al prossimo pasticcio,
Paola e le torte
ago 8, 2016 - Pane    No Comments

Pan carrè Noemi

IMG_8936

Di facile realizzazione e di sicura riuscita, questo pan carrè potrà essere utilizzato per fare dei fantastici toast oppure per essere farcito come più ci piace. Se abbiamo più tempo a disposizione, possiamo dimezzare la quantità di lievito.

INGREDIENTI

200 gr di acqua

50 gr di latte

1 bustina di lievito Mastro Fornaio

1 cucchiaino di zucchero

50 gr di olio di semi di arachide o di riso

250 gr di farina 00

250 gr di farina tipo Manitoba

1 cucchiaino di sale

ESECUZIONE

Versare nel boccale del Bimby l’acqua, il latte, lo zucchero e il lievito impastando poi per 1 minuto a velocità 2 e temperatura 37° C.
Successivamente aggiungere le due farine, l’olio e regolare di sale secondo i gusti personali, e lavorare l’impasto per 3 minuti a velocità Spiga.

Estraete l’impasto dal boccale e mettetelo in una ciotola unta. Copritelo con pellicola lasciandolo lievitare per almeno un’ora e mezza.

Stenderlo sulla spianatoia dandogli la forma di un rettangolo e poi arrotolare a cilindro dandogli la forma caratteristica del pan carrè.

Adagiare delicatamente il cilindro in uno stampo da plum cake ben imburrato. Lasciare lievitare nuovamente sino al raddoppio.

IMG_8921

Cuocere in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 40 minuti. Controllare la doratura.

IMG_8922

Lasciare raffreddare su una griglia prima di affettarlo.

E’ possibile mettere le fette tagliate in forno per farle biscottare.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

ago 7, 2016 - lievito madre, Pane    No Comments

Pane cotto in pentola…e non

IMG_9225

 

Finalmente sono riuscita a provare la mia bellissima pentola anche per la cottura del pane. Andando in Svizzera qualche giorno fa, mi sono imbattuta in un negozio Le Creuset. Non vi dico quante pentole colorate e di svariate misure c’erano. Tutte bellissime!  Cosa ho comprato? Il pomello di acciaio che avrei potuto utilizzare per la cottura in forno e che non era incluso con la mia pentola.

Con questa dose, ho ottenuto il pane a forma di cuore di circa 600 grammi ed un bel filone che non ho fatto in tempo a pesare.

Ingredienti:

800 gr. farina Petra 1 (Mulino Quaglia)

200 gr. farina Petra 9 (Mulino Quaglia)

100 gr di semola rimacinata

700 ml. di acqua

200 gr. di licoli rinfrescato

17 gr. di sale

1 cucchiaino di malto

ESECUZIONE

Rinfrescare il lievito e aspettando il suo raddoppio,  setacciare in una ciotola le farine ed unire 650 ml di acqua. Mescolare in modo grossolano con un cucchiaio di legno e lasciare riposare coperto con pellicola per circa 3 ore (autolisi).

Trascorso questo tempo, aggiungere al composto di farine ed acqua, i restanti 50 ml. di acqua, il licoli, il malto. Impastare con l’aiuto della planetaria usando il gancio e non appena comincerà ad incordarsi, unire anche il sale. Lavorare sino ad ottenere un impasto omogeneo.

Ungere una capiente ciotola e trasferirvi l’impasto (io uso quello della Tupperware con il coperchio, per me molto comodo). Coprire e lasciare lievitare un paio d’ore. Fare un giro di pieghe direttamente nella ciotola usando il metodo stretch and fold che consiste nel tirare man mano i lembi esterni dell’impasto riportandoli poi al centro.

In rete ci sono tantissimi video che mostrano chiaramente tutti i passaggi.

Coprire di nuovo e dopo circa un’ora ripetere le pieghe. Far riposare ancora un’ora. Fare le pieghe tre volte in tutto. Riprendere l’impasto, tagliarne una parte di circa 500 gr, formare una pagnottina e metterla a lievitare nella pentola chiusa dal coperchio (io ho cosparso la base di semola e spruzzato lo spray staccante sui lati della pentola).

Con il resto dell’impasto, formare un filone arrotolando  la pasta dalla parte lunga.

Foderare  un cestino con un canovaccio pulito e spolverarlo con abbondante semola rimacinata. Adagiare l’impasto con la chiusura rivolta verso l’alto. Coprire delicatamente con lo stesso canovaccio e far lievitare sino al raddoppio.

Per la cottura, ho cotto prima il filone e nel frattempo il pane in pentola l’ho conservato in frigo.

Preriscaldare il forno statico a 220 gradi. Appena lievitato, rovesciare delicatamente il filone sulla placca ricoperta con carta da forno. Fare un bel taglio verticale sulla superficie con una lametta o un coltello ben affilato. Infornare per 15 minuti a 220 gradi poi abbassare la temperatura a 180 gradi e proseguire la cottura per altri 45 minuti.

Sfornare e far raffreddare su una griglia.

Riprendere la pentola da frigo, riportare il forno a 220 gradi ed infornarla con il coperchio per 15 minuti. Abbassare quindi la temperatura a 180 gradi, togliere il coperchio e proseguire per altri 45 minuti. Sfornare e lasciare intiepidire prima di togliere dalla pentola. Attenzione: il pomello brucia!!!!!

Vi consiglio di provarlo, se non avete la farina Petra, usate al posto della Petra 9 una farina integrale bio, e al posto della Petra 1 una farina “0″ bio.

Questo è l’interno:

IMG_9229

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

ago 7, 2016 - Dolci    No Comments

Torta paradiso

IMG_9147

 

Una torta davvero semplice, adatta anche ai più piccoli. Possiamo prepararla per una festa arricchendola con una farcia di crema al cioccolato, crema al latte o altro. Possiamo inzupparla nel latte o in un caffè a colazione.

Ingredienti

100 gr di farina per dolci

100 gr di fecola

180 gr di burro

180 gr di zucchero a velo

180 gr di uova intere

8 gr di lievito per dolci

scorza di un limone grattugiata

ESECUZIONE

Tenere il burro fuori dal frigo per un paio di ore, in questo modo raggiungerà la consistenza giusta.

Con la planetaria o con uno sbattitore, montare il burro morbido con lo zucchero a velo e quando risulterà bianco e spumoso, inserire una per volta le uova.

Infine unire le polveri ben setacciate e la scorza di limone.

Imburrare ed infarinare uno stampo (io ne ho usato uno a forma di girasole) e versarvi dentro il composto ottenuto.

IMG_9137

Cuocere in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 40 minuti.

Fare sempre la prova stecchino.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

ago 7, 2016 - Antipasti, Contorni    No Comments

Pomodorini Confit

IMG_9216

L’idea di cucinare questi pomodorini viene dal blog Fables de sucre, la loro ricetta dei pomodorini confit sott’olio mi allettava non poco. Io ho modificato il metodo di cottura, non li ho cotti nel forno classico a 120 gradi (ventilato) per due ore come loro suggeriscono, ma con il forno a microonde impostando la funzione specifica per vegetali ed in particolare per pomodori grigliati. Ho fatto andare per tre volte lo stesso programma usando il piatto crisp e la griglia più alta. In meno di 20 minuti erano prontissimi.

Molto graditi da tutta la famiglia, da rifare al più presto!

INGREDIENTI

Pomodorini q.b. (io ho usato la qualità pixel)

sale q.b.

Pepe q.b.

zucchero q.b.

origano q.b.

timo q.b.

aglio a piacere

olio extra vergine di oliva q.b.

ESECUZIONE

Lavare i pomodorini, asciugarli e tagliarli a metà con un coltello. Poggiarli man mano su una teglia coperta da carta forno con il taglio rivolto verso l’alto. Cospargerli in maniera omogenea di aromi: origano, timo, aglio, sale, pepe e un pizzico di zucchero. Infine condirli con un filo d’olio EVO.

IMG_9187

Procedere quindi con la cottura come sopra indicato.

IMG_9191

Noi abbiamo preferito mangiarli subito con il pane fresco fatto in casa, la prossima volta ne farò di più in modo metterli nei barattoli per poterli conservare per l’inverno.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

lug 14, 2016 - Ricette, Secondi    No Comments

Melanzane al forno con pomodoro e mozzarella

IMG_8881

 

Ora che le melanzane sono di stagione, possiamo sbizzarrirci con le tantissime ricette che le vedono protagoniste.

Questa è presa dalla pagina FB di Cookaround che io seguo da molti anni. Vi assicuro che sono buonissime, anche le mie bambine hanno gradito!

INGREDIENTI per 4 persone

2 melanzane viola lunghe

1 scamorza

4 fette di pane (anche raffermo)

300 gr di salsa di pomodoro

foglie di basilico

1 spicchio d’aglio

olio EVO q.b.

sale q.b.

parmigiano grattugiato q.b.

ESECUZIONE

Lavare le melanzane e tagliarle a metà nel senso della lunghezza. Metterle in una teglia rivestita di carta da forno, praticare con un coltellino affilato delle incisioni oblique sulla polpa delle melanzane senza intaccare la buccia. Salare leggermente la superficie e cospargere con un filo di olio.

Infornare a 180 gradi in forno preriscaldato ventilato per circa 50 minuti.

Foto presa dalla pagina Cookaround .

13619822_1226774564000398_4303183996874397005_n

Quando saranno cotte, con l’aiuto di un cucchiaio, togliere la polpa dalle melanzane senza rovinare il “guscio”. Metterla in una ciotola, schiacciarla con una forchetta e lasciarla intiepidire. Nel frattempo preparare la salsa di pomodoro. Mettere in una padella l’aglio con un filo di olio e far scaldare. Unire il pomodoro ed il basilico e lasciare cuocere per una decina di minuti a fuoco medio. Deve addensarsi un po’. Aggiustare di sale.

Tagliere il pane e la scamorza a cubetti.

Mettere i “gusci” di melanzana in una teglia da forno rivestita di carta da forno. Cospargere con un po’ di salsa di pomodoro, mettere un po’ di polpa di melanzana, poi un po’ di cubetti di pane, ancora polpa di melanzana, poi i cubetti di mozzarella e ricoprire con pomodoro e abbondante parmigiano grattugiato.

IMG_8877

 

Cospargere con un filo di olio e infornare in forno preriscaldato ventilato a 200 gradi per circa 15 minuti, fino a quando le melanzane saranno ben gratinate.

IMG_8878

Sfornare e lasciare intiepidire qualche minuto prima di servire.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

lug 14, 2016 - Dolci, Ricette    No Comments

Crostata alle pesche con griglia decorativa

IMG_8833

Di ricette di pasta frolla ce ne sono davvero tante e mi piace sperimentarne sempre di nuove. Questa è della giovanissima pasticciera Elisa Sommariva che io ammiro molto.

Per questa crostata, ho provato la mia nuova griglia decorativa. Non è difficile da usare, ma bisogna avere alcune accortezze che vi indicherò. Ci sono anche molti video su You Tube che mostrano come fare.

INGREDIENTI

gr 250 farina

gr 150 burro

gr 100 zucchero a velo

gr 40 tuorlo (circa 2)

bacca di vaniglia o limone grattato

un pizzico di sale

1 barattolo di confettura per farcire

ESECUZIONE

Nella ciotola della planetaria mettere la farina setacciata, lo zucchero a velo ed il burro tagliato a cubetti. Usando il gancio a foglia, far sabbiare, ossia ottenere un composto di consistenza “sabbiosa”. Unire il limone o i semi della vaniglia ed il sale. Aggiungere quindi i tuorli e far girare sino a quando diventerà omogeneo e sodo.

Raccogliere l’impasto sul piano di lavoro e formare una palla, appiattirla leggermente, avvolgerla nella pellicola e riporla in frigo per almeno mezz’ora.

Riprendere la frolla, lavorarla per donarle plasticità e stenderla in una sfoglia di circa 1/2 centimetro.

Prendere la griglia (la mia ha un diametro di 30 cm.),

griglia

posizionare la pasta stesa facendo attenzione a tenere la parte con le alette rivolta verso di noi. Spolverizzare un po’ di farina. Posizionarvi sopra la frolla stesa. Con il matterello, fare leggermente pressione muovendolo avanti e indietro in  modo da ritagliare la griglia. Far scendere tutti i rombi interni ed eliminare gli esuberi.

IMG_8823

Ora sollevare la prima parte della griglia dove sarà rimasto l’impasto e porre in congelatore per 15 minuti.

Nel frattempo stendere il resto della frolla e rivestire uno stampo da crostata imburrato, bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta e farcire con la confettura di pesche. Riprendere la griglia, posizionarla sulla confettura. Ritagliare gli eccessi se il vostro stampo è più piccolo e sigillare i bordi. Il mio era da 24 e ho dovuto ritagliarli.

IMG_8825

Cuocere in forno preriscaldato ventilato a 180 gradi per 15/20 minuti.

Sfornare e far raffreddare bene prima di togliere dallo stampo.

IMG_8830

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

lug 13, 2016 - Dolci    No Comments

Tartellette alla Nutella

IMG_7966

Se volete far felici i vostri bambini (e non solo loro), dovete preparare queste buonissime tartellette alla Nutella. Naturalmente potranno essere farcite anche con altri ripieni.

Io ad esempio le farcisco anche con Namelaka al limone e con crema pasticciera decorando con frutta fresca.

IMG_7965

INGREDIENTI

100 gr di burro freddo

100 gr di tuorli

100 gr di zucchero a velo

300 gr di farina 00

PER FARCIRE

Nutella q.b.

granella di nocciole

nocciote intere tostate per decorare

ESECUZIONE

Nella ciotola della planetaria mettere la farina setacciata, lo zucchero a velo ed il burro tagliato a cubetti. Usando il gancio a foglia, far sabbiare, ossia ottenere un composto di consistenza “sabbiosa”.

Aggiungere quindi i tuorli e far girare sino a quando diventerà omogeneo e sodo.

Possiamo sia usarla subito che avvolgerla in pellicola e conservarla in frigo per mezz’ora. Si può anche congelare lasciandola scongelare in frigorifero prima di usarla.

Stenderla in una sfoglia di pochi millimetri e con un coppapasta smerlato oppure a forma di fiore, ricavare le basi che dovranno essere posizionate in uno stampo per tartellette (io quello in silicone della Silikomart). Bucare la base con i rebbi di una forchetta.

IMG_7626

Infornare in forno preriscaldato ventilato a 170 gradi per 7/8 minuti, dovranno risultare dorate sui bordi.

Far raffreddare e farcire.

Mettere alla base di ogni tartelletta un po’ di granella di nocciola.

IMG_7952

Con l’aiuto di una tasca da pasticciere, riempirle con al Nutella. Decorare con la nocciola tostata.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

lug 11, 2016 - Dolci, Ricette    No Comments

Crostata con crema pasticcera e lamponi

IMG_8781

Un dolce molto adatto all’estate. Possiamo sostituire i lamponi con qualsiasi tipo di frutta: pesche, fragole, kiwi, banane e chi più ne ha più ne metta!

INGREDIENTI per la base

100 gr di burro freddo

100 gr di tuorli

100 gr di zucchero a velo

300 gr di farina 00

INGREDIENTI per la farcitura

500 gr di crema pasticciera

125 gr di lamponi

polvere di pistacchio

ESECUZIONE

Nella ciotola della planetaria mettere la farina setacciata, lo zucchero a velo ed il burro tagliato a cubetti. Usando il gancio a foglia, far sabbiare, ossia ottenere un composto di consistenza “sabbiosa”.

Aggiungere quindi i tuorli e far girare sino a quando diventerà omogeneo e sodo.

Possiamo sia usarla subito che avvolgerla in pellicola e conservarla in frigo per mezz’ora. Si può anche congelare lasciandola scongelare in frigorifero prima di usarla.

Questa dose è abbondante per la sola crostata, potrete realizzarci anche delle tartellette come ho fatto io.

Per la crostata, stendere la pasta in una sfoglia sottile e ricoprire una teglia imburrata. Quella che ho usato io è cm  35 x 11. Io uso il solito spray staccante che è perfetto per questa operazione. Bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta.

IMG_8773

Infornare in forno preriscaldato ventilato a 180 gradi per circa 15 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare.

IMG_8774

Togliere dalla forma e posizionare la crostata su un vassoio a misura.

Farcire con la crema pasticciera messa in una sac a poche con bocchetta a stella. Decorare a piacere con i lamponi e la polvere di pistacchio.

IMG_8779

Ecco anche le tartellette. Avranno bisogno naturalmente di una cottura più breve, 6/7 minuti.

IMG_8776

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

lug 11, 2016 - Dolci, Torte decorate    No Comments

Torta Prima Comunione

IMG_8360

Questa è la torta preparata per una dolce bimba che ha ricevuto la Prima Comunione.

Ho cercato di modellare la statuina di pasta di zucchero facendola somigliare il più possibile a lei.

La torta era un pan di spagna farcito di crema pasticcera e cioccolato al bacio, bagna di sciroppo di zucchero e scorze di limone bio. La copertura e tutte le decorazioni sono state fatte in pasta di zucchero.

Qualche particolare:

IMG_8355

 

IMG_8353

IMG_8356

Oltre a questa, ne ho fatta anche una più piccola di supporto con le calle.

IMG_8348

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

lug 10, 2016 - lievito madre, Pane, Ricette    No Comments

Baguette semplici semintegrali con lievito madre

IMG_8828

L’ultima volta che ho fatto le baguette, ci ho impiegato due giorni. Sarà mai possibile farle in una maniera più semplice e soprattutto in minor tempo? Sembra proprio di sì. Non saranno proprio le originali, ma io le trovo buonissime. Per facilitare ancora di più questa ricetta, possiamo utilizzare il Bimby oppure l’impastatrice.

INGREDIENTI x 3 Baguettes

200 gr farina di semola rimacinata di grano duro

200 gr di farina 0

200 gr di farina integrale (io ho usato Alce Nero)

150 gr di lievito madre rinfrescato

350 gr di acqua

1 cucchiaino di malto o di miele

10 gr di sale

1 cucchiaio d’olio EVO

Esecuzione con il Bimby:

Per prima cosa sciogliete il Lievito Madre nell’acqua insieme al malto o miele. Nel boccale del Bimby 30 Sec. vel. 5.
Unite le farine setacciate: 2 min. Vel. Spiga.
Aggiungete il sale: 1 minuto e mezzo Vel. Spiga
Infine l’olio: 1 minuto e mezzo Vel. Spiga.

Togliete l’impasto dal boccale e mettetelo a lievitare in una ciotola unta con un po’ di olio. Coprire con pellicola.
Lasciatelo a lievitare fino al raddoppio. Il tempo dipenderà dalla temperatura e dalla forza del vostro lievito madre, in linea di massima ci vorranno almeno 3 ore e mezza.

IMG_8807
Trascorso questo tempo, capovolgete la ciotola sulla spianatoia infarinata, appiattite delicatamente l’impasto ricavandone un rettangolo e dividete l’impasto in 3 parti uguali.

IMG_8808
Con ognuna di queste 3 parti formare una baguette arrotolando la pasta partendo dal suo lato lungo.
Sigillate per bene l’impasto e metterlo nell’incavo dell’apposita teglia infarinata. Lasciatelo lievitare almeno per un’altra oretta.

IMG_8809IMG_8820

Non appena saranno lievitate, preriscaldare il forno statico a 220 gradi. Quando avrà raggiunto la temperatura, mettere un pentolino in acciaio con dell’acqua all’interno alla base del forno. Praticare con una lametta dei tagli obliqui sulla superficie dei filoncini. Infornare le baguette e cuocere per 15 minuti a 220 gradi. Abbassare quindi a 180 gradi e proseguire per altri 15 minuti. Controllare la cottura e nel caso in cui non siano ancora pronte, continuare fino a che, battendo sul fondo, non riceverete in risposta un suono vuoto.

Sfornare e lasciare raffreddare su una griglia.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

Angelica salata con lievito madre

IMG_8852

Una variante dell’ Angelica salata dei Fables de Sucre (http://blog.giallozafferano.it/fablesucre/angelica-salata-con-pasta-madre/).

La loro, prevedeva nel ripieno speck e taleggio, ma io l’ho fatta con ciò che avevo in casa. E’ venuta buonissima.  L’ho impastata il giorno prima di cuocerla, ho fatto una prima lievitazione in ciotola, poi a raddoppio avvenuto, ho farcito, formato l’angelica e messa in frigo sino al giorno successivo. L’abbiamo mangiata per cena, è quasi finita…

INGREDIENTI

125 gr di pasta madre rinfrescata

500 gr di farina 0

225 gr di latte

1 uovo intero medio

10 gr di zucchero semolato

40 gr di olio EVO

15 gr di sale fino

Per il ripieno

150 gr di prosciutto cotto in una sola fetta

200 gr di scamorza appassita

100 gr di granella di pistacchio

ESECUZIONE

Nella planetaria, spezzettiamo il nostro lievito madre, aggiungiamo lo zucchero, la farina, l’uovo intero, ed infine il latte. Lasciamo girare il gancio a velocità moderata fino ad avere un impasto liscio ed omogeneo, procediamo mettendo l’olio EVO in due volte, dando il tempo alla massa di assorbirlo bene, uniamo infine il sale. Dovrà uscirne un impasto ben incordato.  Dopodiché, lo mettiamo in una ciotola unta con un po’ d’olio a riposare al caldo per circa due ore coperto da pellicola. Io l’ho messo in forno chiuso con la lucina accesa.

Nel frattempo prepariamo i nostri ingredienti per il ripieno, Tagliamo e cubetti piccoli (come fossero canditi) la scamorza ed il prosciutto cotto. Se non abbiamo trovato la granella di pistacchi, possiamo farla noi sgusciandoli e tritandoli dando qualche colpo di cutter.

Passate le due ore, infariniamo bene il nostro piano di lavoro e vi ribaltiamo sopra  il nostro impasto. Servendoci di un mattarello lo stendiamo allo spessore di 5 millimetri fino ad avere un rettangolo che misuri all’incirca 50×55 centimetri.

Cospargiamo la superficie con i nostri cubetti di scamorza e prosciutto cotto e la granella di pistacchi, lasciando libero il bordo inferiore parallelo a noi per chiuderlo. Iniziamo ad arrotolare l’impasto su se stesso partendo dal lato lungo di fronte scendendo fino al bordo lasciato libero che chiuderà il rotolo.

Ora prendiamo un coltello affilato e lo tagliamo a metà per il senso della lunghezza. Mettiamo le due metà vicine, con il taglio verso l’alto, delicatamente iniziamo ad intrecciare, creando una treccia a due capi, che poi chiuderemo a forma di ciambella. Imburriamo la tortiera, io ho usato quella da 25 centimetri con il buco centrale.

IMG_8853

Copriamo con pellicola e lasciamo lievitare circa 6 ore al caldo, fino che non avrà riempito gli spazi.

Preriscaldiamo il forno statico a 170°C e quando arriverà a temperatura, cuociamo per 45 minuti circa e comunque fino a doratura. Sforniamo e serviamo calda.

IMG_8840

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

lug 4, 2016 - Torte decorate    No Comments

Torta Alice nel Paese delle Meraviglie

IMG_8643

Mi sono servite un bel po’ di ore di lavoro per realizzare questa torta. E’ stata la stessa festeggiata a sceglierla sul web. Nel collage qui sotto ci sono entrambe le torte, quella sotto è quella originale. Ho cambiato la tonalità di verde della torta alla base perché a noi piaceva più vivace.

IMG_8690

La torta era un pan di Spagna al cacao bagnato con sciroppo di zucchero alla vaniglia e farcitura di crema chantilly e cioccolato. Tutte le decorazioni sono in pasta di zucchero.

Ecco i particolari dei personaggi:

Brucaliffo

IMG_8635

Bianconiglio con il suo immancabile orologio

IMG_8637

IMG_8615

Pinko Panko e Panko Pinko

IMG_8632

IMG_8618

Le carte

IMG_8620

IMG_8621

La porta

IMG_8616

la teiera

IMG_8622

Con il topino:

IMG_8638

E’ stata senza dubbio una torta molto impegnativa, ma mi ha dato tante soddisfazioni.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Viennesi con lievito madre

IMG_8760

La ricetta di questi dolci era nei miei archivi da troppo tempo, dovevo provarla assolutamente. L’ultimo rinfresco del mio lievito è stata l’occasione giusta per impastarli.

Ingredienti per 12 pezzi circa

250 gr di farina per dolci

250 gr di farina di forza (tipo Manitoba)

50 gr di zucchero

10 gr di sale fino

1 uovo medio intero

100 gr di lievito madre o 13 gr di lievito di birra (io ho usato lievito madre)

260 gr di latte

35 gr di burro morbido a pomata

1/2 fialetta di aroma al rum

500 gr di crema pasticcera per farcire

1 tuorlo e 2 cucchiai di panna liquida per spennellare

zucchero a velo e ciliegie rosse candite per decorare

bagna a base di rum (100 gr di acqua, 50 gr di zucchero, 1/2 fialetta di aroma al rum)

Procedimento

Nella planetaria, sciogliere il lievito nel latte. Unire lo zucchero, l’uovo e l’aroma. Aggiungere le farine setacciate ed impastare con il gancio sino a quando sarà incordato. Aggiungere anche il sale e poi, poco per volta il burro. Non unire la quantità successiva se quella precedente non sarà già assorbita. Si dovrà ottenere un panetto morbido e asciutto.

Trasferire il composto in una ciotola coperta e far lievitare sino al raddoppio.

IMG_8743

Quando sarà ben lievitato, dividere in panetti da 80 gr. ognuno. Allungarli leggermente dando la classica forma a panino. Metterli a lievitare nuovamente sino al raddoppio su una teglia coperta di carta forno. Distanziarli perché cresceranno abbastanza in cottura. Nel frattempo possiamo preparare la bagna: far bollire in un pentolino l’acqua insieme allo zucchero, spegnere ed unire l’aroma. Far raffreddare.

IMG_8744

Preriscaldare il forno statico a 180 gradi. Nel frattempo preparate un’emulsione con il tuorlo e la panna. Spennellare la superficie dei panini ed infornare per circa 15/20 minuti. Dovranno diventare dorate.

Quando saranno cotte, sfornate le viennesi e fatele raffreddare completamente su una griglia.

IMG_8750

Incidere la viennese con un taglio longitudinale non troppo profondo, bagnare con la bagna al rum e farcire con la crema pasticcera.

Decorare con una ciliegia candita e zucchero a velo.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

lug 4, 2016 - Dolci, Semifreddi    No Comments

Semifreddo alla nocciola

 

IMG_8428

Con il caldo dell’estate un buon semifreddo è proprio quello che ci vuole. Prepararlo è molto semplice.

Ingredienti per 12 monoporzioni

4 uova intere medie

200 gr di zucchero

200 gr di panna fresca

250 gr di mascarpone

vaniglia

1 pizzico di sale

250 gr di nocciole pelate e tostate

50 gr di pasta di nocciole

granella di nocciole e cioccolato fuso per decorare

ESECUZIONE

Montare le uova con lo zucchero a bagnomaria ed arrivare ad una temperatura di 70/80 gradi (misurare con un termometro da cucina).

Appena raggiunti i gradi necessari, raffreddare subito in un bagnomaria di acqua e ghiaccio. In una ciotola mescolare il mascarpone con le nocciole tritate finemente e la pasta di nocciole. Incorporare ora delicatamente la montata di uova aiutandosi con una spatola stando attenti a non smontare il composto.

IMG_8413

IMG_8415

Aggiungere ora delicatamente la panna fresca montata con un po’ di zucchero a velo.

Quando avremo ottenuto un composto ben areato, aiutandoci con una sac a poche, distribuiamo negli stampini (io ho usato quelli in silicone).

Conserviamo in freezer per circa 6/8 ore.

Prima di servire, sformare il semifreddo sul piatto di portata e lasciare 10 minuti a temperatura ambiente. Decorare a piacere con cioccolato e granella di nocciole.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

lug 1, 2016 - lievito madre, Pane, Ricette    No Comments

Panini per hamburger (Burger buns)

IMG_8318

 

Non amo molto andare nei fast food, però mi piace mangiare un buon panino con la carne. Così ho trovato quest’ottima ricetta di pane per hamburger nel blog “Il Crudo e il Cotto” che vi consiglio di visitare e devo dire che i panini sono spariti in un attimo.

INGREDIENTI (con Pasta Madre Solida)

(per 6 panini da circa 150 gr ognuno)
120 gr di Pasta Madre Solida rinfrescata
250 gr di farina 0 per pane
250 gr di farina 0 forte (tipo Manitoba)
250 gr latte
110 gr burro a pomata
1 uovo intero medio
30 gr di zucchero
1 cucchiaino di malto o miele di acacia
15 gr di sale

INGREDIENTI (con Lievito di Birra)
(per 6 panini da circa 150g ognuno)
300 gr di farina 0 per pane
300 gr di farina 0 forte (tipo Manitoba)
300 gr latte
110 gr burro a pomata
1 uovo intero medio
30 gr di zucchero
1 cucchiaino di malto o miele di acacia
15 gr di sale
12 gr di lievito di birra fresco

Procedimento

Nella planetaria o in una ciotola, versate il latte, l’uovo, lo zucchero, il malto o il miele e il lievito (fatto a pezzettini nel caso di pasta madre solida o lievito di birra). Mischiate con cura per almeno un minuto per fare in modo che il lievito si sciolga.

Nell’impastatrice, usando il gancio, oppure in una seconda ciotola se procedete a mano, versate le farine setacciate e il sale. Mischiate bene.

Unite a questo punto il burro che avrete fatto a pezzi piccoli e avrete fatto ammorbidire a temperatura ambiente o per qualche secondo al microonde. Mi raccomando, non deve essere fuso.

Versate ora tutti i liquidi nella ciotola con la farina e cominciate ad impastare.

All’inizio l’impasto sarà un po’ appiccicoso, continuate ad impastare fino a quando non si presenterà liscio e si staccherà dalle pareti della ciotola.

Mettete ora a riposare l’impasto in una ciotola unta d’olio e coperta con pellicola fino al raddoppio. Ci vorranno circa 2h se utilizzate il lievito di birra, circa 4 / 6 ore con la Pasta Madre

A raddoppio avvenuto, ribaltate l’impasto su una spianatoia infarinata, schiacciatelo molto bene per far uscire tutti i gas prodotti, e tagliatene pezzi di circa 160-170 gr.

Con ogni pezzo formate i  panini.

Disponeteli in una teglia rivestita con carta forno, tenendoli ben distanziati perchè durante la cottura e la lievitazione cresceranno molto.

IMG_8309

 

Spennellate ora la superfice dei panini con dell’olio e copriteli con della pellicola senza però “sigillare” la teglia: la pellicola servirà a non farli seccare in superfice e l’olio eviterà che la pellicola resti attaccata ai panini.

Attendete ora nuovamente il raddoppio (circa 1 h con lievito di birra, circa il triplo con pasta madre).

IMG_8312

Accendete il forno statico a 230° e posizionate sul fondo una piccola teglia o un pentolino di metallo pieno d’acqua.

Quando il forno sarà arrivato a temperatura, togliete la pellicola dai vostri panini, spennellateli con abbondante latte, decorate con semi di sesamo e infornate per circa 20 minuti circa, togliendo però il pentolino dopo 5 minuti. Se vedete che dovessero scurirsi troppo, copriteli con un foglio di carta di alluminio.

Il trucco è farli cuocere velocemente per far formare subito la crosta che mantenga l’umidità all’interno.

Appena sfornati, ancora bollenti, coprite i panini ancora nella teglia con un paio di strofinacci puliti e toglieteli solo quando saranno freddi: questo vi permetterà di trattenere tutta l’umidità all’interno dei panini.

IMG_8315

Vi consiglio di accompagnarli ad un buon hamburger di Scottona e a qualche fettina di pomodoro di spagione, una prelibateza!

IMG_8317

E buon appetito!

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Trecce di brioche fior di latte

IMG_8493

La ricetta è quella di Fables de Sucre ( http://blog.giallozafferano.it/fablesucre/) , io ho soltanto cambiato la forma, ma il risultato è ugualmente straordinario. Ottima a merenda o a colazione con un velo di confettura, magari fatta in casa. Dose per due trecce cotte in stampi da plum cake da cm. 29×10,5

  • 350 gr di Manitoba 00
  • 150 gr di Farina 0
  • 150 gr di Lievito naturale rinfrescato e raddoppiato
  • 250 gr di Latte intero
  • 10 gr di Miele d’acacia
  • 60 gr di Tuorlo d’uovo
  • 125 gr di Zucchero
  • ½ Bacca di Vaniglia
  • 5 gr di Latte magro in polvere
  • 100 gr di Burro a pomata
  • 2 gr di Sale

Per lucidare e rifinire:

  • 20 gr di tuorlo d’uovo
  • 20 gr di latte
  • q.b. di Zucchero in granella

PREPARAZIONE

Nella ciotola della planetaria inseriamo le due farine e il lievito ridotto a pezzetti, e facciamo girare piano con il gancio. Quando si è creato uno sfarinato iniziamo ad aggiungere il latte a temperatura ambiente dove avremo sciolto il miele. Assorbito tutto il latte ed avuto un impasto liscio,  iniziamo ad aggiungere i tuorli un po’ alla volta fino al loro completo assorbimento, e fino ad avere un impasto incordato, che si stacca dalle pareti della ciotola. Aggiungiamo poi un po’ alla volta lo zucchero con dentro i semi estratti dalla mezza bacca di vaniglia, e poi l latte in polvere (questo è un insaporitore, se non l’abbiamo,  si può omettere senza compromettere la riuscita della ricetta). Mantenendo sempre l’impasto incordato, aggiungiamo poco alla volta il burro a pomata (o lo scaldiamo qualche secondo al microonde stando attenti a non farlo sciogliere o lo lasciamo un paio d’ore a temperatura ambiente). Facciamo assorbire per bene tutto il burro prima di aggiungere il sale. Alla fine l’impasto deve risultare liscio, elastico e non appiccicoso. Finito di impastare, lasciamo raffreddare  l’impasto almeno un’ora in frigorifero per far si che il burro, rapprendendosi , la renda più facilmente maneggiabile. Quindi gli diamo la classica forma a palla, lo mettiamo in una ciotola coperto da pellicola e lo teniamo in frigo. Riprendiamo dopo un’ora. Ribaltiamo l’impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato e lo dividiamo in due parti uguali. Appiattiamo leggermente e ricaviamo tre strisce per ogni parte. Arrotoliamole e formiamo le due trecce. Trasferirle delicatamente nelle teglie imburrate (io ho usato lo spray staccante).

IMG_8471

Lasciare lievitare nuovamente sino al raddoppio. Preriscaldare il forno in modalità statica a 175 gradi e preparare l’emulsione con il tuorlo ed il latte che andrà spennellata sulla superficie delle nostre trecce.  Decorare con lo zucchero in granella.

IMG_8478

Infornare e cuocere per circa 35 minuti.

Sfornare, lasciare intiepidire e togliere dalle forme.

 

IMG_8483

 

Far raffreddare e gustare…

 

IMG_8495

Grazia ai Fables per questa fantastica ricetta!

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

giu 26, 2016 - Torte decorate    No Comments

Torta con le caramelle o candy cake

IMG_8468

Una torta molto colorata per una festa a tema caramelle. Il cono di gelato al cioccolato rovesciato dona quel qualcosa in più a questo dolce.

Tutte le decorazioni sono in pasta di zucchero, il cono è fatto di cialda.

Il piano inferiore è quello edibile, fatto di classico pan di spagna bagnato con sciroppo di zucchero aromatizzato al limone bio. La farcitura è alla crema pasticcera e crema alle fragole fresche.

Qualche particolare:

IMG_8464

 

IMG_8463

IMG_8465

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

giu 26, 2016 - Torte decorate    No Comments

Torta Milan

IMG_8543

Una torta semplice semplice, per festeggiare il compleanno di un nostro piccolo amico tifoso del Milan. Purtroppo non avevo molto tempo a disposizione, così ho pensato di realizzare lo stemma della famosa squadra e poi di inserirvi in senso diagonale, una striscia rossa ed una nera.

La torta era un pan di spagna classico farcito con crema chantilly e crema al Rocher.

Il regalo è stato gradito, non solo dal festeggiato.

IMG_8544

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Focaccia genovese con licoli o pasta madre

IMG_8512

Una focaccia morbida e buonissima che può essere gustata semplice e perché no, farcita con una bella fetta di mortadella, quella buona appena affettata… Vi consiglio di provarla al più presto!

INGREDIENTI per 1 teglia 30×30 :
  • 200 grammi di pasta madre o 250 grammi di licoli
  • 150 grammi di farina per pizze
  • 150 grammi di farina tipo 1 o 200 grammi se si usa il licoli
  • 200 grammi di acqua a temperatura ambiente
  • 50 grammi di olio evo + q.b. per la teglia
  • 20 grammi di sale fino
  • ½ cucchiaino di zucchero di canna

Procedimento:

Sciogliere  la pasta madre nell’acqua e lo zucchero e aggiungere poi le farine setacciate, 30 grammi di olio evo, lo zucchero ed infine 10 grammi di sale.  Impastare a mano o in planetaria (io uso anche il Bimby per i miei impasti e vengono benissimo) sino ad avere un impasto omogeneo.
Riporlo in una ciotola unta di olio coprendo con la pellicola da cucina e lasciarlo lievitare per circa 4 o 5 ore.
Ungere una teglia 30 cm x 30 cm,  e trasferirvi l’impasto, appiattendolo con le dita, quindi lasciarlo lievitare ancora 4 o 5 ore coperto da pellicola.
Quando sarà lievitata, con le dita formare le classiche fossette profonde della focaccia.
In una ciotolina, emulsionare con una piccola frusta o con la forchetta, 20 grammi di olio con 20 grammi di acqua e 10 grammi di sale, versare l’emulsione sopra la focaccia, spennellare per distribuirla bene, quindi lasciare lievitare 1 ora.
Preriscaldare il forno statico a 250° posizionando sul fondo un pentolino con dell’acqua, quindi infornare la focaccia per circa 20 minuti. Sfornare, lasciare intiepidire e gustare.
Al prossimo pasticcio,
Paola e le torte
Pagine:1234567...23»