Cornetti di finta sfoglia con lievito madre (ricetta di Marika)

IMG_3718

 

Era da tanto che sentivo parlare di questa ricetta e ho voluto provarla anch’io. Oggi li abbiamo anche assaggiati per merenda. Tagliati e farciti con crema alla gianduia, una vera bontà. Ci vuole un po’ di tempo per realizzarli, ma come sa bene chi usa il lievito madre, solo avendo un po’ di pazienza, possiamo ottenere un risultato degno di ogni lode.

L’autrice di questa ricetta ha stilato anche una tabella per gli orari da seguire in modo da non fare levatacce o andare a letto troppo tardi.

Tempistiche di riferimento per farli e infornarli nell’arco delle 24 ore:
Rinfresco PM ore 8/9 – lievitino ore 13/14 – impasto ore 16/17 – “sfogliatura” e forma ore 22/23 – infornata ore 7/8 … pancia piena e soddisfatta ore 7,40/8,40.

Ingredienti per 12/16 cornetti

250 gr Farina 0

100 gr Farina 00

130 gr Manitoba

150 gr Zucchero Semolato

150 gr PM rinfrescata

200 gr Latte

1 bustina di Vanillina

mezza fialetta di aroma arancio e mezza di aroma limone

1 fialetta di Aroma Vaniglia ( a piacere)

2 uova intere

2 cucchiai di Olio di Semi Vari

mezzo cucchiaino scarso di sale Fino

1 cucchiaino di Malto (o miele).
Per la Finta Sfoglia circa 60 gr di burro fuso e 70 gr di zucchero semolato
Per la finitura io uso 1 tuorlo e 70 gr latte.

ESECUZIONE

In una terrina mettete 100 gr della farina totale, 50 gr dello zucchero totale, la pasta madre a pezzi, il latte e il malto. Impastate bene, fino a che risulterà abbastanza omogeneo. Fatto questo lasciate riposare 2 ore e mezza. Riprendete l’impasto, aggiungete il resto della farina e dello zucchero e impastate bene. Mettete quindi gli aromi e mescolate. Aggiungete un uovo alla volta in modo che l’impasto lo incorpori bene.

Per ultimo mettete l’olio e il sale e impastate bene. Quando sarà ben omogeneo e liscio, dividetelo in 8 palline cercando di essere precisi (usate una bilancia) e mettete le palline in un vassoio spolverato di farina, un po’ distanziate tra loro, spolverate con la farina di nuovo e coprite con pellicola.

IMG_3676         IMG_3702

Lasciate così per almeno 4 ore, dovranno raddoppiare. Ora riprendete le palline, e su un piano da lavoro con l’aiuto di un po’ di farina per spolverare stendete 8 dischi di diametro simile (più o meno come un piatto piano, ma non serve esser troppo precisi).

Ora con l’aiuto di un pennello, spennellate il burro fuso sopra al primo disco, spolverate con zucchero semolato abbondante e poggiateci sopra un altro disco. Schiacciate bene, e fate in modo che i bordi dei dischi combacino tra loro.

Continuate così fino all’ultimo che ovviamente non andrà spennellato,. A questo punto il disco dovrebbe assere molto spesso e più largo rispetto al primo disco. Bene, riprendete il mattarello e con cura ri-assottigliate il cerchio fino ad ottenere uno spessore di circa mezzo centimetro (diventerà moooolto + grande di un piatto da pizza!).

Dividete in 16 (o 12) spicchi, farcite se volete e arrotolate dalla base alla punta. Mettete i cornetti ottenuti su delle teglie con carta forno (consiglio di dividerlo su 2) e sigillate con la pellicola (se ci mettete i bicchieri capovolta nella teglia, la pellicola non si appiccicherà alle brioches).

IMG_3711    IMG_3713

Lasciate lievitare tutta la notte in forno spento (circa 8 ore). Alla mattina togliete le teglie dal forno e accendetelo a 180°(statico). Mentre il forno si scalda, spennellate i vostri cornetti latte e uovo. Lasciate cuocere per circa 25 minuti, ma controllate la cottura!! Saprete sicuramente capire voi quando saranno pronti!!

Sfornare e lasciare raffreddare su una griglia.

IMG_3714

P.S. Potete tranquillamente congelarli. Cuoceteli, e lasciateli raffreddare. Io li metto in freezer per 8/10 ore in un vassoio e poi li stacco e li conservo deintro gli appositi sacchetti!!!

Grazie a Marika e al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Cornetti di finta sfoglia con lievito madre (ricetta di Marika)ultima modifica: 2015-10-13T18:41:44+00:00da paolaeletorte

Questo elemento è stato repostato da

  • Avatar di paolaeletorte

Lascia un commento