Feb 4, 2016 - Dolci, Dolci fritti, Ricette    No Comments

Frittelle di Carnevale (semplicissime)

IMG_6219

Oggi la mia bambina di 7 anni mi ha chiesto se potevamo cucinare insieme le frittelle. Avevano letto in classe la ricetta riportata sul libro di italiano. Come non accontentarla?

E’ una ricetta semplicissima, si prepara in 15 minuti. Divertitevi anche voi a farla con i vostri bambini!

INGREDIENTI

1 uovo intero medio

3 cucchiai di zucchero

semi di 1/2 bacca di vaniglia o 1 bustina di vanillina

1/2 bicchiere di latte

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

1 pizzico di sale

150 gr di farina 00

1/2 bustina di lievito per dolci

olio di arachide q.b. per friggere

zucchero a velo per decorare

ESECUZIONE

In una ciotola mescolare bene i 3 cucchiai di zucchero con l’uovo (noi abbiamo usato la frusta a mano), la vaniglia, il pizzico di sale.

Aggiungere il latte, l’olio e, un po’ alla volta la farina setacciata con il lievito.

Amalgamare bene il tutto, si dovrà ottenere un impasto morbido.

Scaldare in una padella l’olio a 160 gradi e, aiutandosi con un cucchiaino, cuocere le frittelle prendendone una piccola quantità per volta.

Girarle a metà cottura e quando saranno pronte, scolarle su carta assorbente.

Cospargerle di zucchero a velo.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Gen 25, 2016 - Pane, Ricette    No Comments

Pan carrè al burro

IMG_5954

Le mie bambine spesso fanno merenda con una fetta di pan carrè e sicuramente non è quello trattato con alcol etilico. Quando non ho tempo di prepararlo con il mio lievito madre, uso questa fantastica ricetta presa dal blog di Eva e Claudio, Fables de Sucre.

In circa 3 ore avremo il nostro pan carrè bello e pronto.

INGREDIENTI

  • 545 gr di farina 00
  • 330 gr di Latte
  • 25 gr di Lievito di birra oppure 7 gr di lievito disidratato  (io ho usato questo)
  • 80 gr di Burro ammorbidito
  • 10 gr di Sale
  • 5 gr di Zucchero

ESECUZIONE

Nella ciotola della planetaria mettere la farina, il latte tiepido e il lievito sbriciolato. Facciamo partire la macchina e quando l’impasto comincerà a formarsi, aggiungiamo il sale, lo zucchero e successivamente il burro ammorbidito in più riprese. Continuare a lavorare fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Se si impasta a mano, l’ordine di inserimento degli ingredienti è identico. Avremo ora un impasto morbido ma gestibile. Ribaltarlo sul piano di lavoro senza infarinare, lavorarlo a mano e formare una palla. Lasciare riposare l’impasto coperto da pellicola o a campana con la ciotola della planetaria per 15 minuti circa.

IMG_5948

Quando avrà puntato, sgonfiatelo con le mani. Appiattirlo dandogli la forma di un rettangolo e arrotolarlo.

IMG_5949

Metterlo nello stampo apposito oppure in uno da plum cake da 1 kg imburrato e infarinato come ho fatto io.

IMG_5950

Coprire con pellicola alimentare e lasciare lievitare sino al raddoppio.

IMG_5952

Con 25 gr di lievito ci vuole circa 1 ora e mezza, se diminuite la dose, i tempi aumenteranno.

Cuocere in forno preriscaldato statico a 180gradi per circa 45 minuti.

Sfornarlo, lasciarlo intiepidire e toglierlo dalla forma facendolo raffreddare completamente su una griglia.

IMG_5953

Non ci resta che aspettare e poi assaporarlo.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

Gen 25, 2016 - Dolci, Ricette    No Comments

Sbrisolona al cioccolato bianco e cranberry

IMG_6005

 

Non mi capitava di vedere La Prova da Cuoco da un bel po’. L’altro giorno però, con la neve e le bambine che non erano andate a scuola, mi sono sintonizzata, curiosa di apprendere nuove ricette. A proporre quest’ottimo dolce, c’era Ambra Romani con la quale ho avuto il piacere di fare coppia il mio primo giorno di partecipazione a questo programma televisivo due anni fa.

Ho preso subito appunti perché mi piace molto sia la sbrisolona che il cioccolato bianco.

Ingredienti: 

150 g di farina di mais

250 g di farina 00

150 g di cranberries secchi (mirtilli rossi)

200 g di zucchero semolato

1 limone non trattato

150 g di mandorle pelate

150 g di cioccolato bianco

2 tuorli

200 g di burro morbido

1 stecca di vaniglia

80 g di mandorle non pelate

Inoltre: zucchero a velo per guarnire qb, burro e farina per lo stampo q.b., cioccolato bianco fuso per decorare

PREPARAZIONE

Mettiamo le due farine in una ciotola, mescoliamo e uniamo lo zucchero semolato, un pizzico di sale, i tuorli e il burro a pezzi. Impastiamo bene lavorando con la punta delle dita.  Meglio in questo caso non usare robot da cucina o planetarie.

A parte tritiamo le mandorle pelate. All’impasto a briciole uniamo adesso la scorza di limone grattugiata e le mandorle tritate, aggiungiamo la polpa di vaniglia, mettiamo anche i mirtilli rossi secchi.

IMG_5988

Imburriamo una teglia del diametro di 30/31 cm. e versiamo tutto l’impasto, appiattiamo con le mani e completiamo con pezzetti di cioccolato bianco e ancora mandorle ma intere.

IMG_5989                    IMG_5990

Mettiamo in forno a 175° per 35/40 minuti. Completiamo con lo zucchero a velo e se vogliamo anche del cioccolato bianco fuso.

Buonissima, ve lo assicuro.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

Gen 25, 2016 - Pane, Ricette    No Comments

Chapati

IMG_5999

Se vi capita di rimanere senza pane, potete provare questa velocissima ricetta. L’altra sera non ne avevo e mi sono letteralmente rifiutata di comprarlo, così mi sono messa ad impastare.

Sembra una piadina, ma non lo è. Non c’è lievito e per questo è adatta anche a chi non può mangiarne. La ricetta è presa dal libro di Sara Papa “Tutta la bontà del pane”.

INGREDIENTI per 10 CHAPATI

500 gr di farina tipo 1 (io Petra 1 del Mulino Quaglia)

250 gr di acqua

5 gr di sale

PREPARAZIONE

Disporre la farina a fontana, aggiungere il sale, versare al centro l’acqua e impastare (volendo si può usare la planetaria o anche il Bimby).

Far riposare l’impasto coperto per almeno 10 minuti.

Suddividere l’impasto ottenuto in palline di uguale peso, io le ho formate da 70 grammi l’una.

IMG_5991

Con un matterello stendere la pasta in modo omogeneo: si otterranno dei pani sottili.

Far scaldare una padella antiaderente a fuoco medio, quando sarà ben calda, disporre un chapati e cuocerlo a bassa temperatura per qualche minuto. Girarlo dall’altra parte e cuocere ancora per qualche minuto.

Rigirare per la terza volta e a questo punto si gonfierà come un palloncino.

IMG_5993

Una volta cotto, tenere il pane in caldo sotto un canovaccio.

Sono ottimi caldi accompagnati da salumi e formaggi.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

 

Gen 25, 2016 - Torte decorate    No Comments

Torta Minions

IMG_5974

Il mio nipotino Marco ha compiuto 7 anni e mi ha chiesto di fargli una torta dei Minions. Ad essere sincera non conoscevo molto bene i soggetti, per fortuna ci sono le mie bimbe che mi hanno dato le giuste indicazioni.

Il piano inferiore è un pan di spagna farcito con crema chantilly, bagna fatta di sciroppo di zucchero e scorze di limone bio.

Tutti i soggetti e la copertura sono in pasta di zucchero.

I due piani superiori invece sono finti.

Qualche particolare: Bob. Kevin e Stewart

IMG_5968

Vista dall’alto:

IMG_5976

I bambini volevano tutti una fetta di torta con il Minion…

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

Gen 19, 2016 - Antipasti, Ricette    No Comments

Cestini di polenta

IMG_5898

Nel periodo invernale è facile che si prepari un bel piatto di polenta ed è altrettanto facile che ne avanzi un po’. Quale ricetta migliore e creativa dei cestini ripieni?

INGREDIENTI

polenta avanzata

formaggi misti e grana grattugiato

sugo di pomodoro

olio evo q.b.

ESECUZIONE

Scaldare la polenta in modo da renderla di nuovo cremosa, eventualmente possiamo aggiungere un goccio di acqua. Ungere degli stampini da plum cake e versarvi la polenta sino a 2/3.

Inserire al centro un bicchierino che avremo precedentemente unto e creare una leggera pressione in modo da formare un incavo. Lasciare raffreddare.

IMG_5887

Togliere delicatamente i bicchierini e sformare i cestini. Metterli su di un piatto.

IMG_5888

Mettere all’interno un cucchiaino di sugo di pomodoro e formaggi a piacere.

IMG_5897

Cospargere con abbondante grana grattugiato.

IMG_5899

Sistemarli ora in una teglia ricoperta di carta forno, condirli con un filo di olio evo e cuocerli in forno già caldo a 180 gradi sino a quando saranno gratinati.

IMG_5900

Pronti i vostri cestini di polenta ripieni….buonissimi

IMG_5903

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

Polenta al sugo con salsicce

IMG_5884

Mi piace preparare la polenta con il  camino acceso e la neve, è per questo che non la preparo spesso. Il caso ha voluto che qualche giorno fa è scesa un bel po’ di neve e così abbiamo anche acceso il camino, ed ecco qui che non avevo più scuse.

Quando cucino la polenta, uso il mio adorato Bimby perché trovo che venga davvero più buona e liscia come una crema.

Dal mio ricettario, io faccio una pre-cottura alla farina, in questo modo cuocerà poi in molto meno tempo.

Nel boccale, basta mettere 500 gr di farina fioretto per polenta e lasciarla cuocere 20 minuti a 100 gradi velocità 4. Eventualmente mettere un foglio di carta assorbente tra il misurino ed il coperchio, in modo che assorba l’acqua che evapora dalla farina. Terminato questo procedimento, far raffreddare la farina su una teglia e riporla in un contenitore. Disidratandola, potremo conservarla per un tempo maggiore.

IMG_5878

PER IL SUGO CON SALSICCE:

1 costa Sedano
1 carota piccola
1 Cipolla piccola
20 gr Olio extravergine di oliva
4  Salsicce
1 barattolo di pomodoro Mutti e 1 barattolino di pomodori datterini Mutti
1 bicchierino di vino bianco
q.b. Sale e pepe

per la polenta
1,5 litri di acqua
q.b. Sale
2 cucchiai di olio

350 gr Farina Gialla disidratata

PREPARAZIONE 

Per il sugo, tritiamo con un mixer le verdure, le mettiamo in una padella con l’olio e facciamo un soffritto. Mettiamo le salsicce e le facciamo rosolare. Sfumiamo con il vino e successivamente aggiungiamo il pomodoro e i datterini. Saliamo e pepiamo e lasciamo cuocere a fuoco lento finchè sarà pronto.

IMG_5877

Per la polenta, mettiamo nel boccale l’acqua, la farina disidratata, l’olio ed il sale: 10 minuti a 100 gradi velocità 4. Dopo 7/8 minuti, la farina si sarà rappresa, guardando dal foro del coperchio, vedrete la polenta ferma. Inserire la spatola e continuare la cottura spatolando. Al termine, lasciare la polenta qualche minuto a riposare nel boccale. Mescolare quindi per pochi secondi a velocità 5.

IMG_5881

Preparare i piatti: versare sul fondo di ogni piatto un po’ di sugo, versare la polenta e condire con altro sugo e con la salsiccia.

Servire subito.

Se dovesse avanzare un po’ di polenta, niente paura, ci sono tantissime ricette per riciclarla. Ad esempio si può mettere in una teglia, cospargerla di sugo e parmigiano e farla gratinare in forno.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

 

 

Gen 17, 2016 - Dolci, Ricette    No Comments

Muffins alle mandorle

IMG_5615

Semplici, buoni e soffici, i muffins alle mandorle sono dei dolcetti da gustare in qualsiasi momento della giornata.

Sono semplicissimi da preparare e piaceranno a tutti, anche ai nostri bambini.

INGREDIENTI per 12 muffins

200 gr di farina 00

40 gr di gr zucchero di canna

100 gr di mandorle tritate finemente

3 cucchiai di miele

60 gr di burro

1 bustina di lievito per dolci

1 uovo medio intero

100 ml di latte

1 pizzico di sale

ESECUZIONE

In una capiente ciotola, mescolare la farina setacciata con il lievito. Aggiungere l’uovo sbattuto con sale e zucchero, unire poi il latte, il burro fuso, il miele e le mandorle tritate.

Impastare il tutto fino ad ottenere un composto compatto e omogeneo. Riempire i pirottini sino a 3/4.

IMG_5613

Cuocere in forno preriscaldato statico a 180 gradi per circa 20 minuti. Lasciare raffreddare prima di servire.

Sono buonissimi appena sfornati.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

 

Ciambelle con lievito madre

IMG_5771

Buonissime queste ciambelle, ottime da fare per il prossimo carnevale. La ricetta è presa dal bellissimo blog Fables de Sucre.

Era da molto tempo che mio marito e le mie bambine mi chiedevano di farle ed io ho preparato loro questa bella sorpresa. E’ stata davvero gradita.

Un risultato spettacolare, da leccarsi i baffi!

INGREDIENTI PER 18 ciambelle

350 gr di farina 0 (io Petra 1 del Mulino Quaglia)

150 gr di farina di forza (io farina Panettone Mulino Quaglia)

150 gr di lievito madre oppure 90 gr di licoli (io ho usato il licoli)

230 gr di uova intere

85 gr di latte

120 gr di zucchero semolato

60 gr di patate lessate

1/2 bacca di vaniglia

1 gr di sale

75 gr di burro a pomata

Zucchero semolato per decorare

1 litro di olio di arachide per friggere

PROCEDIMENTO

Inizio preparazione ore 10.00. Formatura ciambelle ore 12.00. Cottura ore 20.30.

Mettere nella ciotola della planetaria la farina, il lievito ridotto in pezzetti (o tal quale se usiamo il li.co.li), le uova, lo zucchero, le patate (passate allo schiacciapatate) e i semi della mezza bacca di vaniglia. Lasciamo lavorare l’impastatrice e quando la massa ha preso corpo, aggiungiamo piano piano il latte. Non aggiungiamo un goccio successivo se non ha assorbito il precedente.

Dovremo ottenere una massa liscia, uniforme ed omogenea. Aggiungiamo il burro che deve essere nella classica consistenza a pomata, facciamo assorbire il precedente prima di aggiungere un altro pezzetto. Infine aggiungiamo il sale.  Ribaltiamo sul piano senza spolverare di farina, facciamo una bella palla, mettiamo in una ciotola leggermente unta e copriamo con pellicola. Conserviamo in frigorifero per almeno un’ora.

IMG_5757

Riprendiamo l’impasto e lo stendiamo con un matterello ad uno spessore di circa 1,5 cm. Se è troppo morbido, possiamo aggiungere poca farina.

Formiamo le nostre ciambelle con l’apposito tagliapasta oppure usando due coppapasta rotondi di dimensioni diverse.

 

IMG_5758

Posizionale su una teglia ricoperta di carta forno a lievitare. Per comodità nella fase successiva della cottura, io ho ritagliato a forma di quadrato la carta intorno ad ogni ciambella, così sarà più facile prelevarle per la frittura. Coprire con pellicola da cucina. Il tempo di lievitazione dipenderà dalla temperatura ambiente. A me ci sono volute circa 8 ore.

IMG_5762         IMG_5766

A raddoppio avvenuto, togliere la pellicola e lasciarle all’aria. In una padella, scaldare l’olio a 175/180 gradi, usare un termometro da cucina per misurarla. Meglio friggere poche ciambelle per volta, io ne ho fritte 3 alla volta. Prendere ogni ciambella direttamente dalla carta forno e delicatamente la metterla nell’olio. Dopo qualche secondo, togliere la carta con una pinza e proseguire la cottura che sarà di 3/5 minuti. Dovremo naturalmente girare più volte le nostre ciambelle aiutandoci con una pinza oppure con una schiumarola..

IMG_5769

Scolare le ciambelle e metterle ad asciugare su carta da cucina. Prima che si asciughino completamente, passarle nello zucchero semolato.

IMG_5773

L’ interno soffice soffice:

IMG_5777

Attenzione perché creano dipendenza.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

 

Gen 14, 2016 - Album, Dolci, Torte decorate    No Comments

Torta Frozen con bambola

IMG_5669

Mia figlia è innamorata del cartone Frozen e mi ha espressamente richiesto una festa a tema. Come potevo non organizzare tutto nel minimo dettaglio? Federica meritava una bella festa con le sue amiche. In effetti essendo nata il giorno di Natale, è raro che festeggi con le sue compagne. Stavolta abbiamo posticipato la festa e abbiamo avuto il tempo di fare tutto per benino.

La torta è fatta di due parti: il piano inferiore è un pan di spagna farcito di crema pasticcera e bagna agli agrumi. Per Elsa invece, ho inserito la bambola in una “gonna” commestibile fatta di rice Krispies treats e rivestito il tutto con pasta di zucchero.

IMG_5619

La copertura della torta e tutte le decorazioni sono in pasta di zucchero. Il mantello è fatto in isomalto.

Ho preparato biscottini di frolla a forma di fiocco di neve decorati con la ghiaccia.

IMG_5679

Biscottini sorrisini farciti con Nutella:

IMG_5645

Cake pops:

IMG_5646

Biscotti di frolla decorati con pasta di zucchero:

IMG_5677

Riso soffiato e cioccolato bianco:

IMG_5643

I muffins allo yogurt:

IMG_5653

La tavola:

IMG_5657               IMG_5647

Caramelle, le prime a finire…

IMG_5648

E poi pizze con lievito madre, panini e cornettini salati.

La torta completa:

IMG_5663

Sembra che tutti abbiano gradito e che le bimbe si siano divertite.

Alla prossima festa…

Paola e le torte

 

 

 

 

 

Focaccia patate e scamorza

IMG_5733

Se come me adorate ogni tipo di focaccia,  non potrete far a meno di provare questo fantastico abbinamento. Morbida e profumata, sparirà in pochissimo tempo.

INGREDIENTI CON LICOLI

600 g di farina Petra 1 Mulino Quaglia o tipo 1
120 di farina panettone Mulino Quaglia o farina di forza
80 ml di olio extravergine d’oliva
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino e 1/2 di sale
130 g di licoli
350 ml di acqua

INGREDIENTI CON PASTA MADRE SOLIDA O Lievito di birra

550 g di farina tipo 1

100 gr di farina di forza

80 ml di olio extravergine d’oliva

1 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaino + 1/2 di sale

200 g di pasta madre rinfrescata oppure 10 gr di lievito di birra

  • 350 ml di acqua

Per farcire

1 scamorza semi appassita

3 patate medie

1 rametto di rosmarino

sale ed olio evo q.b.

ESECUZIONE

Nella planetaria, sciogliere il lievito nell’acqua con lo zucchero. Unire l’olio e poi le farine setacciate poco per volta. Con l’aiuto del gancio ad uncino, lavorare gli ingredienti sino ad incordarli. Aggiungere anche il sale ed ottenere un impasto liscio e morbido. Mettere a riposare in una ciotola leggermente unta e coperta per circa un’ora.

Fare un giro di pieghe e far riposare ancora sino al raddoppio (io l’ho tenuto in frigo per tutta la notte).

Riprendere l’impasto, farlo acclimatare se è stato in frigo e stenderlo in una teglia unta di olio. Coprire con la pellicola e lasciare lievitare di nuovo (ci vorranno circa 3/4 ore).

IMG_5721          IMG_5727

Nel frattempo, cuocere 3 o 4 patate, sbucciarle e tagliarle a spicchi (io le ho cotte a vapore). Tagliare anche la scamorza a dadini.

IMG_5728

A lievitazione avvenuta, disporre le patate sulla focaccia, salare, distribuire la scamorza sulle patate e aromatizzare con qualche ago di rosmarino fresco.

IMG_5729

Condire con un filo di olio evo e infornare in forno preriscaldato statico a 200 gradi per 30 minuti. Gli ultimi 10 minuti di cottura, io ho coperto con carta di alluminio per evitare che la scamorza diventasse troppo scura.

IMG_5734

Ora non ci resta che gustarla!

Ecco l’interno:

IMG_5738

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

Panna cotta rum e cioccolato

IMG_5561

Vi è avanzata della panna fresca e non sapete cosa farne? Questa ricetta fa al vostro caso. Potrete prepararla e fare delle monoporzioni come ho fatto io e se non volete consumarle subito, tenerle in congelatore ben coperte e tirarle fuori all’occorrenza. Basterà qualche ora in frigo e saranno pronte e fresche come appena fatte.

INGREDIENTI

400 gr di panna fresca

75 gr di latte intero

6 gr di colla di pesce

32 gr di rum

100 gr di cioccolato fondente

75 gr di zucchero

1 pizzico di vaniglia

Riccioli di cioccolato fondente per decorare

ESECUZIONE

Mettete ad ammollare la colla di pesce in acqua fredda per 10 minuti.

Scaldate in un pentolino il latte e 100 gr di panna.

Quando il latte e la panna saranno caldi, senza raggiungere il bollore unite lo zucchero e mescolate.

Una volta sciolto lo zucchero, unite la gelatina ben strizzata e fate sciogliere anche questa.

Unite quindi la panna restante, il rum, la vaniglia e il cioccolato fondente fuso a bagnomaria o nel microonde;

Amalgamare bene il tutto.

Versare negli stampini monoporzione e lasciarli raffreddare. Porli in frigo a solidificare per qualche ora.

IMG_5414

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Gen 6, 2016 - Dolci, Ricette    No Comments

Carbone di zucchero

IMG_5589

Nelle calze delle Befana non potrà mancare il carbone dolce per i nostri bambini. Per prepararlo ci vorranno appena 15 minuti.

INGREDIENTI

250 gr di zucchero semolato

50 ml di acqua

50 gr di zucchero a velo setacciato

colorante alimentare nero in polvere o in gel

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

2 cucchiai di albume d’uovo

ESECUZIONE

Preparate una piccola teglia rettangolare o quadrata rivestendola con un foglio di alluminio.

Unite lo zucchero semolato e l’acqua in un pentolino su fuoco medio e portate lo sciroppo a 130 gradi centigradi.

IMG_5573

Nel frattempo mescolate lo zucchero a velo con l’albume, la vaniglia e qualche goccia di colorante.

IMG_5571

Non appena lo sciroppo raggiunge la temperatura, toglietelo dal fuoco, aggiungete un paio di gocce di colorante e unite subito la glassa nera. Il composto si gonfierà come per magia.

Mescolate il meno possibile per non perdere volume, giusto il necessario ad amalgamare i due composti, versate subito nella teglia e lasciatelo raffreddare prima di tagliarlo a pezzi.

IMG_5585

Conservatelo al riparo dall’umidità.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Gen 5, 2016 - Ricette, Secondi    No Comments

Tacchino farcito

IMG_5468

Una ricetta impegnativa senza alcun dubbio, non fosse altro per il sollevamento pesi da fare…e per la lunga cottura. Dovete considerare 40 minuti ad un’ora per ogni kilogrammo di peso del tacchino compreso il ripieno. Il mio ha impiegato esattamente 8 ore.

Però una volta ogni tanto vale la pena preparare un piatto così. Io l’ho cucinato il 31 dicembre per il gran cenone a casa di amici, è stato un successo!

INGREDIENTI per 20 persone

1 tacchino da 10 kg

PER IL RIPIENO

1 kg di carne macinata mista (bovino e suino)

200 gr di pasta di salsiccia sbriciolata

12/15 castagne lessate

100 gr di grana grattugiato

2 uova medie intere

la mollica di 1 panino grande all’olio bagnato nel latte ben strizzata

20 gr di mandorle pelate

sale e pepe q.b.

Per la cottura

2 carote

2 coste di sedano

1 cipolla grande

1 litro di vino bianco

olio extravergine q.b.

rosmarino fresco

salvia

sale e pepe

PREPARAZIONE

Innanzi tutto procurarsi un tacchino allevato in maniera naturale, il suo sapore sarà diverso da quello acquistato nei supermercati. Farselo pulire e far togliere tutte le interiora. Lavarlo bene ed asciugarlo. Spennellare l’interno con dell’olio extravergine.

Preparare il ripieno mettendo in una capiente ciotola tutti gli ingredienti. Amalgamarli bene tra loro come si fa per le polpette. Deve risultare molto morbido, se necessario, aggiungere un po’ di latte. Aggiustare di sale e pepe.

Appena pronto, farcire il tacchino compattando bene il ripieno.

Con lo spago da cucina, cucire i lembi di pelle in modo che la farcia non esca in cottura. Legare anche le ali per non farle rompere. Coprire le estremità delle cosce con la carta di alluminio.

Preparare un’emulsione con olio, aghi di rosmarino fresco, salvia, sale e pepe e spennellare tutta la superficie del tacchino. Nella teglia per la cottura, versare olio q.b., il vino bianco e posizionare il tacchino al centro. Porre anche le carote ed il sedano pelati e la cipolla sbucciata.

Coprire tutto per bene con carta stagnola e mettere in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa due ore.

Togliere dal forno ed irrorare la superficie con il liquido di cottura. Ripetere questa operazione spesso durante tutto il tempo di cottura. Punzecchiare il petto facendo così penetrare il liquido anche al suo interno. Così facendo questo non si seccherà.

Durante l’ultima ora di cottura, togliere la carta di alluminio in modo da far formare una bella crosticina.

Al termine della cottura, porre il tacchino in un piatto da portata, filtrare il liquido formatosi e usarlo per accompagnare la carne.

IMG_5498

Scusate per la foto, ma non ho avuto il tempo di farne una più bella.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

Gen 5, 2016 - lievito madre, Pane, Ricette    No Comments

Pane con tutto il grano con lievito madre

IMG_5491

Un pane fantastico per chi ama l’integrale. Questo è fatto con la farina Petra 9 del Mulino Quaglia che in casa nostra adoriamo. E’ una farina speciale fatta con tutto il chicco del grano macinato, ha un sapore ed un profumo indescrivibili, solo da provare!

INGREDIENTI

150 gr di pasta madre solida rinfrescata

500 gr di farina Petra 9

375 gr di acqua

1 cucchiaino di malto d’orzo

1 cucchiaino di sale

PREPARAZIONE

Nella planetaria, sciogliere  il lievito madre a pezzetti nell’acqua. Unire il malto ed aggiungere poco per volta la farina. Impastare usando il gancio e non appena comincerà ad incordarsi, unire anche il sale. Lavorare sino ad ottenere un impasto omogeneo.

Ungere una capiente ciotola e trasferirvi l’impasto. Coprire con pellicola da cucina e lasciare lievitare un paio d’ore.

IMG_5462

Fare un giro di pieghe a tre e far riposare nuovamente almeno un’ora.

Ripetere le pieghe altre due volte facendo sempre riposare con intervalli di un’ora. Dare la forma al pane.

Foderare un cestino o un recipiente con un canovaccio pulito e spolverarlo con abbondante semola rimacinata. Adagiarvi l’impasto con la chiusura rivolta verso l’alto. Coprire delicatamente con lo stesso canovaccio e far lievitare sino a raddoppio.  Preriscaldare il forno statico a 220 gradi. Appena l’impasto sarà ben  lievitato, rovesciarlo delicatamente sulla placca del forno ricoperta con carta da forno. Fare i tagli con  una lametta o un coltello ben affilato.

IMG_5463

Infornare subito per 15 minuti a 220 gradi poi abbassare la temperatura a 180 gradi e proseguire la cottura per altri 45 minuti.

Sfornare e far raffreddare su una griglia.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Gen 5, 2016 - Ricette, Rustici salati    No Comments

Albero di Natale di pasta sfoglia

IMG_5456

Un’idea carina presa dal Web da preparare nei giorni di festa. Può essere farcito sia con ripieno dolce che salato. Io l’ho fatto salato e ci abbiamo pranzato, è davvero molto sfizioso.

INGREDIENTI

2 rotoli di pasta sfoglia rotonda già stesa

PER IL RIPIENO

400 gr di ricotta vaccina

50 gr di Emmental grattugiato

100 gr di prosciutto cotto a cubetti

50 gr di parmigiano o grana grattugiato

1 uovo intero

PER SPENNELLARE

1 tuorlo

un po’ di latte

ESECUZIONE

Preparare il ripieno mettendo in una ciotola tutti gli ingredienti e amalgamandoli bene.

Srotolare la pasta sfoglia e tagliarla dandole la forma di un albero di Natale, mettere i ritagli da parte.

Farcire con il ripieno preparato

IMG_5448

e coprire con l’altra sfoglia, ritagliando anche questa a forma di albero.

IMG_5449

Esercitando una leggera pressione, fate aderire i bordi tutto intorno.

Con una rotella taglia pizza, tagliate a strisce orizzontali lasciando intero il tronco.  Attorcigliate ogni ramo su sé stesso. Con i ritagli messi da parte, creare delle stelle come decorazione. Spennellare tutto l’albero con l’emulsione di tuorlo e latte.

IMG_5453

Cuocere in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 40 minuti.

Buon appetito e al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

Pan di spagna alle nocciole (ricetta di Sal De Riso)

IMG_5284

La mia amica Stefania mi ha regalato un libro del famoso pasticcere della Costiera Amalfitana Salvatore De Riso e questa è la prima ricetta che ho voluto provare. Mi piacciono molto i dolci di questo pasticcere e non mi ha deluso. Sofficissimo e profumatissimo, ben si abbina con diversi tipi di creme. Io l’ho farcito con una crema all’arancia, ma anche una crema al cioccolato ci starebbe benissimo…

INGREDIENTI

80 gr di tuorli d’uovo (n.4)

80 gr di zucchero

140 gr di albume (n.4)

35 gr di farina 00

85 gr di nocciole in polvere tostate

ESECUZIONE

Montate con una frusta elettrica i tuorli d’uovo con metà dello zucchero per circa 5 minuti. A parte, montate a neve ben ferma gli albumi con l’altra metà dello zucchero. Setacciate la farina e miscelatela con le nocciole in polvere tostate. Quando le due masse di tuorli e albumi saranno ben montate, unitele tra loro e incorporate con un cucchiaio o una spatola la miscela di farina e nocciole. Versate il composto in una tortiera imburrata e infarinata e fate cuocere in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 30 minuti. Fare sempre la prova stecchino, se uscirà umido, proseguite la cottura qualche altro minuto.

Sfornare, lasciare intiepidire e poi togliere dallo stampo lasciando raffreddare su una griglia.

IMG_5292

IMG_5294

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

Gen 5, 2016 - Album, Torte decorate    No Comments

Torta Frozen con Olaf

IMG_5350

Questa è la torta realizzata per il settimo compleanno della mia Federica, nata il giorno di Natale. E’ innamorata del cartone Frozen e come potevo non accontentarla?

Il piano superiore è una dummy, quello inferiore invece, è un pan di spagna alla nocciola farcito di crema all’arancia e bagna all’arancia.

Il design della torta è preso dal web, dovevo sceglierne una semplice visto che per Natale volevo preparare tantissime altre cose e quindi ho optato per delle stampe su pasta di zucchero delle protagoniste del cartone. Ho dovuto quindi pensare solo al pupazzo di neve ed in questo mi ha aiutato anche la mia piccolina.

Tutte le decorazioni sono in pasta di zucchero, ho usato l’isomalto per creare l’effetto ghiaccio dietro Olaf.

IMG_5348

Ora mi aspetta un’altra torta da prepararle, sabato ci sarà la festa con sue le amiche…

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

Calcionetti abruzzesi

IMG_5551

Vorrei iniziare questo nuovo anno postando una ricetta che mi piace molto, quella dei calcionetti.

Sono dolcetti fritti tipici della mia terra, che si cucinano maggiormente nel periodo natalizio, ma i forni locali li vendono durante tutto l’anno. Sono molto particolari perché hanno un ripieno “povero” (si fa per dire) fatto di ceci lessati ed arricchiti con un po’ di cioccolato ed aromi.  Ne esistono tante varianti e vengono chiamati anche in modo diverso da zona a zona. Io ho aggiunto anche qualche castagna e ho adattato il ripieno secondo i miei gusti.

INGREDIENTI RIPIENO

300 gr. di ceci lessati e sbucciati

50 gr di castagne lessate (facoltative, possono essere sostituite con pari quantità di ceci)

70 gr di cioccolato fondente

50 gr di zucchero semolato

scorza di arancia non trattata q.b. (secondo il proprio gusto)

un goccio di liquore Amaretto di Saronno

1 pizzico di cannella

un goccio di caffè

30 gr. di mandorle macinate

50 gr di mosto cotto

INGREDIENTI PASTA

3/4 di bicchiere do olio extravergine di oliva

3/4 di bicchiere di buon vino bianco

3 uova medie intere

3 cucchiai di zucchero semolato

480 gr circa di farina 00 (si dovrà ottenere un impasto morbido)

PER FRIGGERE

1 litro di olio di semi di arachide

zucchero semolato q.b. per decorare

ESECUZIONE

Lessare innanzi tutto i ceci messi in ammollo la sera precedente. Io ho usato la pentola a pressione, ci vorranno 40 minuti dall’inizio del sibilo, scolarli e farli raffreddare. Togliere la buccia ai ceci, questa è un’operazione un po’ noiosa, ma indispensabile. Passare i ceci nel passaverdure e raccogliere la purea. In una pentola, mettere insieme tutti gli ingredienti del ripieno e far scaldare il tutto, amalgamando bene sino ad ottenere un composto ben omogeneo. Togliete dal fuoco e lasciare riposare il ripieno in un luogo fresco per circa due ore.

Preparare nel frattempo la pasta: su un piano di lavoro, con la farina realizzate la classica fontana.

IMG_5470

Aggiungere le uova, lo zucchero, l’olio extravergine e un po’ per volta, il vino bianco. Lavorate gli ingredienti con le mani fino ad ottenere un impasto liscio e sodo.

IMG_5472

A questo punto, con il mattarello stendete l’impasto fino ad ottenere delle sfoglie molto sottili (circa 1 mm di spessore). Io ho usato la sfogliatrice elettrica Kitchen Aid girando la manopola sino al n. 3.

IMG_5482

Sistemare sulla sfoglia tanti mucchietti di ripieno (come si fa per i ravioli) e ripiegare la pasta, premendo bene attorno al ripieno in modo da sigillarlo.

Con la rotella tagliapasta ritagliare i calcionetti a forma di mezzaluna e friggerli in abbondante olio (170/180 gradi), senza farli colorire troppo;

IMG_5483

Prepararne e cuocerne pochi per volta. Per evitare che la pasta già stesa secchi, coprirla con pellicola da cucina. Scolarli su carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso. Passarli ancora caldi nello zucchero semolato.

Sono buonissimi freddi, ma caldi sono eccezionali!

P.S. : Come tutti i fritti, andrebbero gustati lo stesso giorno in cui vengono preparati.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

Dic 19, 2015 - lievito madre, Pane, Ricette    No Comments

Baguette con pasta madre

IMG_5102

Da quando ho comprato la teglia per le baguettes, chi mi ferma più! Questa volta ho provato una ricetta con farina mista postata da un membro del gruppo FB di Sara Papa. Sono venute buonissime, morbide dentro e con la crosta croccante. Da rifare al più presto!

INGREDIENTI PER 3 baguettes

300 gr. di farina Petra 1

300 gr. di semola rimacinata (io ho usato La Molisana)

400 gr. di acqua

10 gr sale fino

150 gr. di pasta madre

PREPARAZIONE

Nella ciotola della planetaria, versare le farine setacciate e 220 gr. di acqua. Con il gancio, amalgamare per pochi minuti. Coprire con pellicola e far riposare per un’ora (questa fase si chiama autolisi).

Sciogliere il lievito nella restante acqua ed aggiungerlo al composto di acqua e farina. Impastare bene sino a che sarà incordato. Aggiungere il sale ed ottenere un composto liscio e sodo. Far riposare coperto da pellicola per un’ora. Fare quindi 3 giri di pieghe a distanza di un’ora e successivamente riporre in frigo per  tutta la notte.

IMG_5098

Far acclimatare un paio d’ore.  Dividere in tre parti uguali l’impasto. Fare di nuovo un giro di pieghe a tre per ogni parte e formare le baguette. Mettere a lievitare nella apposita teglia (io per evitare che il pane si attacchi, metto un po’ di spray staccante).

Quando saranno ben lievitate, ci vorranno un paio d’ore,  infornare in forno preriscaldato per  15 minuti a 230 gradi e poi a 180 gradi  per 20minuti circa.

Sfornare e lasciare raffreddare su una griglia.

W le baguette e al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

Pagine:«123456789...25»