Feb 17, 2017 - lievito madre, Pane    No Comments

Couronne Bordelaise de Gironde



IMG_1728

Un pane buono da mangiare e bello da vedere, questa corona di pane vi farà fare una bellissima figura con i vostri ospiti. La ricetta è di Sara Papa.

INGREDIENTI con lievito madre

350 gr di farina tipo 1

150 gr di semola rimacinata (io Cocco)

120 gr di lievito madre

350 gr di acqua

12 gr di sale fino

INGREDIENTI con licoli

390 gr di farina tipo 1

150 gr di semola rimacinata

80 gr di licoli

335 gr di acqua

12 gr di sale

ESECUZIONE

Miscelare le farine, unire l’acqua e il lievito madre. Lavorare la massa aggiungendo il sale verso la fine. Far riposare 30 minuti. Poi impastare nuovamente per altri due minuti.

Mettere a lievitare in una capiente ciotola e far lievitare fino al raddoppio del volume a 24/25 gradi.

Prendere l’impasto, metterlo su una superficie infarinata e premetelo delicatamente. Dividerlo in 8 pezzi uguali (meglio usare la bilancia). Formare 7 palline, l’ottava parte invece, va stesa con un mattarello formando un disco.

Disporre il disco di pasta su uno stampo a ciambella del diametro di 26/28 cm dove avremo posizionato un canovaccio infarinato di semola.

IMG_1721

Distribuite le rimanenti palline intorno a corona e tagliate con una taglierino o un coltello ben affilato dei triangoli al centro del disco.

Ripiegare ciascun vertice sulle sfere, quindi fate lievitare sino al raddoppio del volume.

Rovesciare delicatamente la corona lievitata su una teglia ricoperta di carta da forno. Se vogliamo decorarla, posizioniamo uno stencil sulla corona e spolverizziamo con cacao amaro.

IMG_1722

Cuociamo in forno statico preriscaldato a 240 gradi per 15 minuti e a 180 gradi per altri 45 minuti circa.

Sfornare e lasciare raffreddare su una griglia.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

 

 

 

Feb 17, 2017 - Ricette, Torte decorate    1 Comment

Torta con shopping bags

IMG_1685

I desideri delle diciottenni vanno sempre esauditi:  torta con shopping bags e profumi in miniatura. Ed eccola qui con alla base la torta “vera” fatta di pan di spagna farcito di crema tiramisù e panna e nutella.

Gli altri piani sono dummy, compresa la shopping bag di Victoria’s Secret, il suo marchio preferito che ho cercato di riprodurre nei minimi dettagli.

L’effetto dal vivo era davvero bello, le foto non rendono mai fino in fondo.

Per le borsette, ho stampato su pasta di zucchero i diversi loghi, ridimensionandoli a dovere su un file. Successivamente, ho rivestito piccoli rettangoli di polistirolo nel colore di ogni singolo marchio.

Un lavoro certosino che però mi ha pienamente soddisfatto.

IMG_1670

IMG_1671

IMG_1675

IMG_1678

 

IMG_1672

Spero vi piaccia,

al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Feb 16, 2017 - Dolci    No Comments

Sbriciolata alle mele

IMG_1838

 

Un dolce regalo, una torta sbriciolata che piace a tutti. Saporite mele come ripieno che possono essere aromatizzate anche con un po’ di cannella.

La ricetta è presa dal blog di Fatto in casa da Benedetta con qualche modifica.

Per la Frolla
400 g di Farina per dolci
150 g di Zucchero semolato
120 g di Burro
2 Uova medie
1 Bustina di Lievito per Dolci

Per il Ripieno
4 mele Grandi golden o renette
130 g di Zucchero semolato o di canna
Succo di un limone

PROCEDIMENTO

Versiamo la farina in una ciotola, aggiungiamo 150 g di zucchero e una bustina di lievito per dolci. Mescoliamo bene tutto con un cucchiaio di legno e aggiungiamo due uova. Quindi il burro tagliato a tocchetti e a temperatura ambiente.

Ora continuiamo a mescolare con le mani per amalgamare il tutto. Dovremo ottenere un composto fatto di tante briciole.

In una padella prepariamo il ripieno. Laviamo, sbucciamo e tagliamo a cubetti le mele. Le versiamo in padella antiaderente insieme a  130 g di zucchero e il succo di un limone.

Portiamo sul fuoco e lasciamo cuocere 7-8 minuti sempre mescolando finché le mele non saranno cotte. A piacere si può aromatizzare con cannella in polvere.

Prendiamo una tortiera rotonda di 26 cm di diametro. Sul fondo sistemiamo un disco di carta forno oppure usiamo lo spray staccante. Versiamo metà della frolla per coprire la base, pressiamo leggermente con la mano e allo stesso modo formiamo anche i bordi.

Ora ci versiamo il ripieno alle mele che spalmiamo sulla superficie con un cucchiaio.

IMG_1833

Infine versiamo il resto della frolla coprendo uniformemente. Questa volta senza pressare.

IMG_1835

Cuocere in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 35/40 minuti.

Sfornare, lasciar raffreddare completamente e trasferire su un piatto da portata.

Decorare a piacere con zucchero a velo.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Feb 16, 2017 - Dolci    No Comments

Rotolo al limone

IMG_1811

Per San Valentino, ho preparato questo bellissimo rotolo al limone. Devo ringraziare per la ricetta, Fatto in casa da Benedetta, che realizza sempre cose buonissime e semplici. Vi consiglio di visitare il suo blog.

INGREDIENTI

PASTA BISCOTTO:
5 uova
70 g di zucchero
50 g di amido di mais
70 g di olio di girasole
1/2 limone grattugiato

CREMA AL LIMONE
150 ml di succo di limone
150 ml di succo di arancia
100 g di zucchero
20 g di amido di mais
1 fialetta di aroma limone o scorza di limone
500 ml di panna già zuccherata (hoplà)

fettine di limone e zucchero per guarnire o arancia candita

PREPARAZIONE

Dividiamo albumi e tuorli di 5 uova e mettiamo gli albumi in una ciotola capiente o in quella della planetaria. Aggiungiamo un pizzico di sale e montiamo a neve ferma, quindi aggiungiamo 70 g di zucchero e frulliamo per bene fino ad ottenere una meringa.

Poi incorporiamo i tuorli con una frusta, uno alla volta per mantenere soffice il composto. Aggiungiamo amido di mais setacciato, poi uniamo l’olio di semi di girasole e la buccia di mezzo limone grattugiata.

IMG_1804

Prepariamo la teglia con carta da forno (va benissimo la leccarda in dotazione), e ci versiamo l’impasto, livelliamo bene con una spatola.
Inforniamo a 180 gradi per 15 minuti in forno preriscaldato (forno statico).

Preparazione  crema

In un pentolino versiamo lo zucchero e l’amido di mais, mescoliamo con una frusta e aggiungiamo il succo di limone, il succo d’arancia (un consiglio, la crema ha sapore abbastanza aspro, se non piace, diminuire la quantità di succo di limone ed aumentare quella di arancia) e portiamo sul fuoco continuando a mescolare fino a quando bolle. Spegniamo.

IMG_1805

Sforniamo la pasta biscotto e la spostiamo dalla teglia ad una griglia, lasciamo raffreddare crema e biscotto per 15 minuti. Mettiamo la pasta biscotto  su un nuovo foglio di carta da forno. Ritagliamo i bordi.

IMG_1809

 

In una ciotola versiamo la panna, aggiungiamo una fialetta di aroma al limone o scorza di limone e montiamo a neve ferma. Aggiungiamo la crema e frulliamo ancora per incorporarla.
Versiamo metà della farcia sulla pasta biscotto e con una spatola livelliamo la superficie.
Arrotoliamo lentamente per formare il rotolo al limone.

Ricopriamo tutto il rotolo con altra panna aiutandoci con una spatola. Infine  con la sac a poche e la bocchetta a stella, decoriamo la superficie formando piccoli ciuffetti. Decorare a piacere con fettine di limone passate nello zucchero oppure come ho fatto io con fettine di arancia candita.

Lasciare riposare in frigorifero almeno due ore prima di servire.

Al prossimo pasticcio

Paola e le torte

Feb 16, 2017 - Dolci, Ricette    No Comments

Girelle alla Nutella


IMG_1783

Il classico della merenda per bambini, come si fa a resistere?

Prepararle è semplicissimo e ci vorrà davvero poco tempo.

INGREDIENTI

per la pasta biscotto:
5 uova a temperatura ambiente
70 g di zucchero
50 g di farina
70 g di olio di girasole
la buccia grattugiata di mezzo limone

per la farcitura:

Nutella q.b. (circa 300 gr)

PREPARAZIONE

In una ciotola iniziamo separando gli albumi dai tuorli, con l’aiuto di uno sbattitore elettrico o con la planetaria, montiamo a neve fermissima gli albumi, aggiungendo poco alla volta lo zucchero formando una specie di meringa.

Con una frusta uniamo i tuorli uno alla volta, mescolando il nostro composto dal basso verso l’alto.

Setacciamo metà della farina necessaria e mescoliamo con una spatola, uniamo la restante farina e mescoliamo ancora. Infine aggiungiamo l’olio di semi e la scorza di mezzo limone grattugiata.

Versiamo il nostro impasto in una placca ricoperta con carta da forno (va benissimo la leccarda in dotazione) e inforniamo a 200° per 10 minuti.

Una volta trascorso il tempo di cottura, togliamo la nostra base dalla teglia e lasciamo raffreddare su una griglia.

Quando sarà fredda, ritagliamo tutti i bordi e spalmiamo con la nutella la superficie, lasciando almeno un centimetro dai bordi.

Arrotolare dal lato corto, avvolgere nella pellicola e lasciare in frigo a raffreddare per un paio di ore.

Tagliare fette da un paio di centimetri e servire.

Facilissimo, visto?

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Gen 26, 2017 - Dolci, Ricette    No Comments

Biscotti di Alice nel Pese delle Meraviglie

IMG_0662

Per una festa a tema Alice nel Pese delle Meraviglie, ho preparato questi semplici biscotti di frolla con la ricetta di Luca Montersino.

Li ho decorati sulla superficie imprimendo con degli stampini e con degli attrezzini da cake design  dei motivi in modo da renderli più realistici.

Con la ghiaccia reale infine, ho scritto in italiano le diciture Eat me e Try me tipiche della storia di Alice.

Ricetta frolla Montersino

Ingredienti:

500 gr. di farina 00

300 gr. di burro

200 gr. di zucchero a velo

80 gr. di tuorli

1/2 bacca di vaniglia

1 gr. di sale

buccia di limone q.b.

nota: per ottenere i biscotti al cioccolato, basta aggiungere cacao amaro q.b.

PREPARAZIONE

Disporre su una spianatoia la farina a fontana mettendo al centro lo zucchero a velo, i tuorli, il burro a pezzetti e a temperatura ambiente, il sale, la buccia grattugiata del limone e i semini della vaniglia. Cominciare a lavorare gli ingredienti con le mani fino a sabbiare il tutto.

Quando l’impasto sarà diventato compatto, formare un panetto ed avvolgerlo nella pellicola oppure nella carta forno. Far riposare in frigorifero per un’ora circa.

Il tutto può essere eseguito anche utilizzando una planetaria, montando il gancio k.

Trascorso il tempo di riposo, riprendere l’impasto e rilavorarlo per renderlo di nuovo plastico. Stenderlo dello spessore di circa 1/2 centimetro e ritagliare le formine scelte (io per questa occasione li ho usati a forma di teiera, tazza e cupcake).

Posizionare i biscotti su una teglia ricoperta di carta da forno.

IMG_0652

IMG_0654

IMG_0656

Cuocere in forno ventilato preriscaldato a 170 gradi fino a che i bordi saranno leggermente dorati, circa 10 minuti.

IMG_0657

 

Far raffreddare e sistemare in scatole di latta, si conserveranno per diversi giorni.

IMG_0659

 

Gen 26, 2017 - Dolci lievitati, Ricette    No Comments

Cornetti al miele con pasta madre

IMG_0909

Cosa c’è di buono a colazione stamattina? Cornetti al miele dei mitici Fables de Sucre.

Ogni loro ricetta riesce alla perfezione! Con il lievito madre posso assicurarvi che sono divini, ma potete provare anche con poco lievito di birra accorciando i tempi di lievitazione.

INGREDIENTI

  • 500 gr di farina 0
  • 150 gr di lievito madre rinfrescato
  • 100 gr di miele (preferibile d’acacia)
  • 250 gr di latte intero fresco
  • 40 gr di tuorli (circa 2 tuorli di uova grandi)
  • 70 gr di burro morbido
  • 2 gr di sale (un pizzico)
  • q.b. di latte per spennellare prima di infornare

PROCEDIMENTO

Sciogliamo il miele nel latte a temperatura ambiente. Nella ciotola della planetaria setacciamo la farina, poi uniamo il lievito a 3 o 4 ore dal rinfresco spezzettandolo con le mani, i tuorli d’uovo e metà del latte. Iniziamo ad impastare e pian piano aggiungiamo il latte rimasto un po’ alla volta. Continuiamo fino a che l’impasto non diventi una massa omogenea, e a questo punto aggiungiamo il sale, e poi in più volte il burro morbido ma non sciolto, nella classica consistenza a pomata.

Facciamo assorbire il precedente prima di aggiungere un altro pezzetto, e per aiutare l’impasto possiamo aumentare a tratti la velocità della nostra planetaria.  Alla fine la massa deve risultare liscia, elastica e omogenea. Sarà abbastanza asciutta e non dovrà scaldarsi molto ma rimanere sempre ben fresca. Ribaltiamo sul piano, facciamone una bella palla e lasciamo riposare circa mezz’ora coprendo con una ciotola a campana.

Dopo il riposo, aiutandoci con il mattarello stendiamo l’impasto sul piano infarinato facendone un rettangolo, fino allo spessore di circa 5/6 mm. Lasciamo l’impasto fermo per qualche minuto in modo tale che si possa ritirare e stabilizzarsi e poi procediamo al taglio aiutandoci con una rotella tagliapasta. Prima lo dividiamo a metà nel senso della lunghezza e poi dividiamo ogni metà in circa 8/9 triangoli alternati. Ora dobbiamo arrotolare questi triangoli per dare alle nostre brioche la classica forma a cornetto.

Se vogliamo un cornetto più curvo diamo un piccolo taglio sul lato corto del nostro triangolo, mentre se lo preferiamo dritto saltiamo questo passaggio. Quindi arrotoliamo partendo da qui procedendo verso la punta cercando di andare sempre dritti mantenendo la simmetria. Se lo vogliamo curvo, pieghiamo gli estremi verso il centro e poi sistemiamo il cornetto sulla teglia coperta da carta forno con la chiusura del triangolo sotto, in modo che il suo stesso peso la mantenga ben chiusa. Sistemiamo i cornetti in teglia ben distanziati fra loro e copriamo con pellicola a contatto, senza schiacciare.

Lasciamo lievitare sino al raddoppio meglio se nel forno spento con lucina accesa. Ci vorranno almeno 6/8 ore con pasta madre.

Riscaldiamo il forno a 180°C in modalità statico e quando è caldo, scopriamo dalla pellicola le brioche e spennelliamo con del latte la superficie.

Inforniamo e cuociamo per 12/15 minuti al massimo.

Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella. Si possono congelare in un sacchetto e tirar fuori all’occorrenza. Lasciandole un’oretta a temperatura ambiente o qualche secondo in microonde saranno soffici e buonissime.

 

IMG_0831

L’interno morbido e profumato:

IMG_0832

Come sempre grazie Fables e al prossimo pasticcio!

Paola e le torte

 

Gen 26, 2017 - Cioccolato, Dolci, Ricette    No Comments

Ciambella panna e cioccolato

IMG_1452

Un dolce  super soffice, umido, dal sapore intenso di cioccolato, che non fai in tempo a sfornarlo che è già finito.

Ingredienti

200 gr farina per dolci
16 gr lievito per dolci
70 gr di cacao amaro
240 gr di zucchero semolato
3 uova
50 ml di olio di semi di arachide o di riso
250 ml di panna fresca

Esecuzione

Nella planetaria o in una ciotola inserite tutti gli ingredienti nel seguente ordine: farina, lievito setacciato, cacao, zucchero semolato, 3 uova, olio, panna fresca.
Montate il tutto con la frusta a filo a velocità medio-alta per circa 5 minuti, fino ad avere un composto cremoso.

Imburrate uno stampo da 24 cm (il mio è Nordic Ware, una garanzia) e versate il composto.

Fate cuocere in forno preriscaldato, funzione statica a 170° per circa 45-50 minuti. Fate la prova stecchino, deve uscire asciutto.

IMG_1447
Sfornate, fate riposare il dolce 15 minuti nello stampo e poi sformatelo su una griglia e lasciatelo freddare del tutto.

Servire su di un piatto da portata.

IMG_1450

Decorate a piacere con zucchero a velo.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Gen 26, 2017 - Torte decorate    No Comments

Torta 18 anni con panna

img_0757

Viva la semplicità!

Ho preparato questa torta qualche tempo fa per un ragazzo che ha raggiunto la maggiore età.

Pan di spagna al cacao con bagna alla vaniglia e crema tiramisù Montersino all’interno.

Scritta e numero in pasta di zucchero.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Gen 26, 2017 - Torte decorate    No Comments

Torta con fiori di campo

img_0758

Chi ha detto che le torte belle sono soltanto quelle decorate con pasta di zucchero?

Questa ne è un esempio, la festeggiata ama i fiori di campo e la semplicità. Gerbere e margherite in pasta di zucchero per lei e poi una scritta con il suo nome fatto di ghiaccia colorata.

Un intreccio di panna a completare il tutto.

La torta era un pan di spagna farcito di crema alla nocciola e chantilly.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Gen 26, 2017 - Torte decorate    No Comments

Torta 18 anni


EEBM3895

Una festa principesca, meritava anche una torta da sogno.

In realtà è una dummy, ma mi ha portato via comunque tantissime ore di lavoro, ricompensate dalla soddisfazione avuta per il risultato finale.

E’ stata disegnata direttamente dalla festeggiata e devo dire che ha fatto un’ottima scelta perché a me è piaciuta tantissimo.

E’ stata la torta più grande che io abbia mai fatto.

Il piano inferiore è decorato con decine e decine di ruffles che ho dipinto sui bordi con colorante argento diluito in alcool alimentare .

IMG_1120

Il penultimo è semplicemente ricoperto da pdz nera con alla base un filo di perle color argento, ed il terzultimo ha effetto trapunta con brillantini nei punti di giuntura e nastro di brillantini alla base.

IMG_1125

Il secondo piano è quello più particolare perché è interamente ricoperto da coriandoli di zucchero color argento, impresa abbastanza ardua in quanto moltissimi zuccherini ho dovuto incollarli singolarmente.

Ora viene il pezzo forte che è la corona, costruita su una sagoma, pezzetto per pezzetto, secondo la mia fantasia e riprendendo sempre il design e il tema della festa. Dipinta solo dopo averla fatta seccare per due giorni e decorata sempre con brillantini.

IMG_1185

La presentazione della torta alla festa:

IMG_1235

Bellissima!

E voi che ne pensate?

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Gen 11, 2017 - Dolci, Ricette    No Comments

Charlotte con crema all’arancia

img_0842

Un dolce d’effetto, da preparare per il pranzo della domenica oppure per una qualsiasi occasione dove si vuole assaporare qualcosa di buono.

Io amo molto il profumo dell’arancia nei dolci e in questo in particolare, se ne esaltano appieno gli aromi.

E’ di facie e veloce esecuzione quindi possiamo decidere di farlo anche all’ultimo momento. Ha bisogno però di qualche ora di riposo in frigo.

INGREDIENTI

  • 300 g di savoiardi
  • 400 ml di panna fresca da montare

Per la crema all’arancia

  • 400 ml di latte
  • 100 ml di succo d’arancia
  • scorza di 2 arance
  • 4 tuorli
  • 100 g di zucchero
  • 70 g di amido di mais

scorza d’arancia candita e lamponi  per decorare

succo di due arance filtrato per bagnare i biscotti

ESECUZIONE

Come prima cosa prendete i tuorli e lavorateli insieme allo zucchero per diversi minuti fino a quando avranno una consistenza spumosa.

A questo punto potete aggiungere l’amido di mais ed il succo e la scorza d’arancia.

Filtrare il succo d’arancia in modo da eliminare eventuali impurità e fare attenzione quando si ricava la scorza dalle arance evitando la parte bianca che darebbe un gusto più amaro alla crema.

A parte mettete a scaldare 400 ml di latte e portate quasi a bollore. Aggiungete il latte ben caldo al composto che state lavorando e amalgamate il tutto.
Trasferite il composto così ottenuto all’interno di una pentola e continuate a mescolare fino a quando la crema all’arancia avrà raggiunto una consistenza cremosa.

Trasferire quindi la crema all’arancia all’interno di una ciotola, coprire con pellicola a contatto e lasciare da parte a freddare. Solo quando sarà ben fredda potrete metterla in frigorifero a riposare per circa un’ora.

Montare la panna che deve essere ben fredda a neve ferma.

Composizione della charlotte all’arancia

Prendere i savoiardi e disporli su un piatto su cui avrete posizionato un cerchio con dimensione di 22 cm di diametro così da formare la decorazione esterna della charlotte. I savoiardi andranno posizionati con la glassa a contatto con il cerchio.

Allineare i savoiardi uno di fianco all’altro e create poi anche una base sul fondo. Prendete a questo punto il succo d’arancia filtrato e con questo inzuppate i biscotti.

Con l’aiuto di una sac a poche, create un primo strato di crema all’arancia cercando di arrivare bene fin sui bordi.

Realizzate ora uno strato di panna montata, sempre con una sac a poche.

Realizzate un altro strato di savoiardi e bagnate nuovamente con il succo d’arancia.

Continuare la farcitura come fatto in precedenza e quindi con uno strato di crema all’arancia ed uno finale di panna montata. Lisciate la superficie dell’ultimo strato di crema e passate alla decorazione.

Decorazione

Per decorare il mio dolce, io ho usato semplicemente delle scorzette di arancia candite e dei lamponi posizionati su ciuffi di panna alternati a ciuffi di crema all’arancia. Ognuno può usare la propria fantasia.

Riporre il dolce in frigorifero per almeno tre ore in modo che possa compattarsi per bene e che tutti i sapori possano amalgamarsi tra loro.

img_0841

Rimuovere l’anello in metallo e finire di decorare con ciuffetti di panna montata.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

Gen 11, 2017 - Dolci    No Comments

Biscotti crepati agli agrumi

img_0977

E se avanzano degli albumi e non sappiamo cosa farne? Prepariamo questi gustosissimi biscottini!

Serviranno pochi e semplici ingredienti:

500 gr di farina Petra 5 o farina per dolci ma non avranno lo stesso sapore

4 albumi (140 gr)

135 gr di burro morbido

180 gr di zucchero semolato

2 cucchaini di pasta di limone o scorza grattugiata di un limone bio (secondo i propri gusti)

2 cucchaini di pasta di arancio o scorza grattugiata di un’arancia bio (secondo i propri gusti)

1 bustina di lievito per dolci

zucchero semolato e a velo per decorare

ESECUZIONE

In una capiente ciotola o nella planetaria con gancio K, impastare tutti gli ingredienti sino ad ottenere una massa ben amalgamata e compatta.

Avvolgere nella pellicola da cucina e far riposare in frigorifero per almeno 1/2 ora.

Riprendere l’impasto e su un piano di lavoro leggermente infarinato, formare dei cordoni e da questi ritagliare dei tocchetti  formando delle palline della stessa dimensione.

img_0975

Passarle quindi prima nello zucchero semolato e poi in quello a velo.

Posizionarli su una teglia ricoperta di carta da forno e cuocerli in forno preriscaldato ventilato a 170/180 gradi per circa 10 minuti.

img_0976

Si conservano per diversi giorni in una scatola di latta.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

Gen 11, 2017 - Ricette, Secondi    No Comments

Filetto di maiale con pancetta

 

img_0613

Sì lo so, ho trascurato il mio blog negli ultimi tempi, ma le cose da fare sono state davvero tantissime e ve le mostrerò pian pianino. Vi prometto che cercherò di recuperare i post perduti.

Ne approfitto per augurare a tutti  un 2017 pieno di salute e cose belle!

I medaglioni di filetto di maiale alla pancetta sono un secondo piatto molto semplice ma allo stesso tempo raffinato, ci farà fare bella figura persino con gli ospiti. Lo strato di pancetta o speck in cui verrà avvolta la carne, le darà  sapore e morbidezza.

Sarà sufficiente una capiente padella per cucinarli e andranno serviti immediatamente per gustarne appieno la loro bontà.

Ingredienti:

1 kg di filetto di maiale, 150 gr di pancetta tesa o speck
Foglie di salvia e rosmarino
Burro q.b.
Olio EVO
Sale e pepe

ESECUZIONE

Ripulire bene il filetto da eventuali residui di grasso e tagliarlo a fette di circa 2 cm.

Avvolgere una fettina di pancetta o speck attorno ad ogni fetta di filetto e fissarla con dello spago da cucina.

In un’ampia padella far sciogliere il burro con un filo d’olio ed aggiungere il rosmarino e la salvia per insaporire.

Poggiare i medaglioni nella padella e far cuocere a fiamma alta per 3-4 minuti senza mai toccare la carne.

Girare i medaglioni e cuocere anche sull’altro lato.

Togliere la carne dal fuoco, salare, pepare.

Togliere lo spago e servire subito.

img_0617

Buon appetito e al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Tarallini dolci al vino bianco con esubero di pasta madre

IMG_0868

Questa è una ricetta molto utile e adatta a chi ha degli esuberi di pasta madre da smaltire e non sa cosa farne. Io non li butto mai, li conservo in frigorifero e li uso per fare piadine, pane arabo, grissini e tanto altro.

Vi assicuro che sono uno tira l’altro.

Ingredienti (per circa 20 biscotti)

270 gr di farina Petra 5 o farina ti grano tenero tipo 0

100 gr di olio di semi di arachide o se preferite d’oliva

80 gr di vino bianco

un goccino di liquore all’anice (facoltativo)

130 gr di zucchero semolato

100 gr di esubero di Lm solido (oppure un cucchiaino di lievito per dolci)

un pizzico di sale

zucchero grezzo di canna per decorare

ESECUZIONE
Sciogliere il lievito madre nell’olio e aggiungere tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto molto morbido (nel caso non si dovesse usare il lievito madre, mescolare farina e zucchero e poi aggiungere tutti gli altri ingredienti).

IMG_0860

Staccare delle palline grandi quanto una noce (io ho pesato pezzi da 35 gr) e arrotolarle con il palmo della mano sul piano da lavoro creando delle strisce lunghe circa 25cm. Intrecciare i due capi e formare delle ciambelline.

IMG_0862

 

IMG_0863
Passare la parte superiore nello zucchero di canna e riporre su una teglia rivestita da carta da forno. Infornare in forno ventilato a 200° per 15 minuti circa.

IMG_0864

 

Sfornare e far raffreddare.

IMG_0865

Consumare freddi!

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Nov 29, 2016 - lievito madre, Pane, Ricette    No Comments

Panini integrali a lunga lievitazione

IMG_0473

 

Nella mia famiglia preferiamo sempre di più il pane integrale e stavolta ho pensato di preparare non la solita pagnotta o filone, ma dei leggerissimi panini.

Come al solito io ne  preparo abbastanza e se non li consumiamo subito, li faccio raffreddare e li conservo in congelatore chiusi in buste per alimenti. Un attimo in microonde oppure un paio di ore a temperatura ambiente e saranno come appena sfornati. Provare per credere!

INGREDIENTI:
– 450 gr di farina integrale
– 100 gr di farina 0 (io Mulino Di Giulio)
– 150 gr di lievito madre rinfrescato
– 370 gr di acqua
– mezzo cucchiaino di miele
– mezzo cucchiaino di sale

PROCEDIMENTO:

Nella ciotola dell’impastatrice mettere il lievito madre tagliato in piccoli pezzi, le due farine, il miele e metà dell’acqua ed iniziare ad impastare.
Gradatamente aggiungere l’altra acqua e per ultimo anche il sale.

Impastare  fino a che sarà ben incordato.

Trasferire l’impasto sul piano di lavoro e far riposare una mezz’oretta coperto da una ciotola a campana. Fare un giro di pieghe a tre e far riposare ancora un’ora. Ripetere questa operazione altre due volte.

Posizionare quindi l’impasto  in un contenitore ermetico leggermente unto.

Mettere in frigo l’impasto a maturare fino al giorno successivo (può stare in frigo anche 2 giorni).
Farlo acclimatare un paio d’ore, dopo di che dividerlo in panetti da 80 grammi.

Appiattire quindi ogni panetto in lunghezza, dobbiamo formare un piccolo rettangolo e arrotolarlo dal lato corto.

Mettere su una teglia ricoperta di carta da forno, distanziandoli fra loro. Coprirli con pellicola da cucina e lasciarli lievitare sino al raddoppio.

Quando saranno ben lievitati, possiamo cuocerli in forno preriscaldato statico a 220° con un pentolino di acqua sul fondo.

IMG_0458

Prima di infornarli, praticare con una lametta un taglio verticale su ogni panino profondo circa 1/2 centimetro.

Cuocere per 10 minuti  a 220°,  tolgliere  il pentolino d’acqua e proseguire a 200 gradi per altri 20/25 minuti fino a quando non saranno ben coloriti.

IMG_0459

Sfornare e lasciare raffreddare completamente su una griglia.

IMG_0466

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Nov 21, 2016 - Dolci, Ricette    No Comments

Bundt cake arancia e cioccolato

 

IMG_0502

 

L’abbinamento nei dolci del cioccolato con l’arancia, è uno dei miei preferiti. Quando ho letto di questa ricetta postata da Valerio Salatino del gruppo FB di Sara Papa, non ho potuto fare a meno di provarla subito.

Morbida e profumatissima, è davvero andata a ruba!

La ricetta prevede anche la fava Tonka che però non è facilemente reperibile dove abito, così io non l’ho messa.

INGREDIENTI

3 uova medie fresche
250 gr di zucchero semolato
150 ml di latte fresco intero
130 ml di olio di riso o di arachide
300 gr di farina per dolci
1 bustina di lievito per dolci
la scorza grattugiata di 1 arancia
1 fava tonka grattugiata (facoltativa)
100 gr di cioccolato fondente al 70%
1 pizzico sale

ESECUZIONE

IMG_0495
In una ciotola capiente, lavora con lo sbattitore elettrico 3 uova fresche intere a temperatura ambiente con 250 gr di zucchero semolato, fino ad ottenere un composto chiaro, ben montato e spumoso.

Ora aggiungi a filo 150 ml di latte e 130 ml di olio di riso o di arachide e mescola a mano con una frusta prestando attenzione a non smontare il composto. Aggiungi in due o tre riprese 300 gr di farina e la bustina di lievito per dolci precedentemente setacciati insieme.

Mescola con una spatola e con movimenti dal basso verso l’alto solo per il tempo necessario a rendere omogeneo il composto. Aggiungi una fava tonka grattugiata (facoltativa), la scorza dell’arancia bio grattugiata e il cioccolato fondente tagliato al coltello.

IMG_0496

 

Versa l’impasto nella teglia imburrata e infarinata e informa per circa 45 minuti in forno statico preriscaldato a 180° C.

 

IMG_0497

 

Vale sempre la prova stecchino. Sfornare, lasciare intiepidire e sformare su una griglia. Lasciare raffreddare completamente.

IMG_0499

 

Servire…

IMG_0509

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Nov 14, 2016 - lievito madre, Pane, Ricette    No Comments

Piadina veloce con esubero di licoli

 

IMG_0519

La piadina è uno di quei piatti che piace un po’ a tutti. Può essere personalizzata mettendo nel ripieno quello che più preferiamo:  mozzarella, pomodoro e prosciutto, oppure rucola e stracchino, o ancora verdure, stracchino e salumi; insomma la scelta è illimitata.

Questa velocissima ricetta, è stata relizzata con esubero di licoli, ma se non ne avete, aggiungete all’impasto 50 gr di farina, 50 gr di acqua e un pizzichino di lievito per torte salate.

La farina da me utilizzata è una farina semintegrale di grano tenero. “Viene da una macinazione a cilindri con soli 3 passaggi (un mulino industriale ne ha 24). Il grano viene macinato e poi setacciato, eliminando solo la crusca più grossolana, lasciando tutto il resto nella farina a corpo unico, quindi ricca di fibre e con germe di grano all’interno! E’ la farina più semplice e più genuina che si possa fare perchè non viene raffinata!” Questo è ciò che mi è stato spiegato da uno dei proprietari del mulino.

Per farvi capire la bontà di queste piadine, posso solo dirvi che la mia famiglia si è lamentata perchè ne avevo fatte solo 4. Per la prossima volta sicuramente ne farò dose doppia.

INGREDIENTI

100 gr esubero di licoli
300 gr farina semintegrale di grano tenero Mulino Di Giulio
150 gr acqua
20 gr olio Evo
pizzico di sale
farcitura a piacere

ESECUZIONE


Impastiamo l’esubero con la farina e l’acqua. Aggiungiamo l’olio Evo e il sale e lavoriamo fino ad ottenere un impasto liscio che dividiamo in 4 panetti da 140 gr circa. Diamo loro una forma tonda.

IMG_0515

Aiutandoci con un po’ di farina, le stendiamo sottili sottili. Bucherelliamo con i rebbi di una forchetta e scaldiamo una padella antiaderente.

IMG_0516

Cuociamo ogni piadina qualche minuto per lato. Farciamo con il ripieno che preferiamo e passiamole qualche minuto nel forno o di nuovo sulla padella se preferiamo un ripieno caldo o con formaggio fuso.

IMG_0518

 

Buon appetito e al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Nov 4, 2016 - Primi piatti, Ricette    No Comments

Cavatelli gorgonzola e speck

IMG_0402

Se non abbiamo molto tempo a disposizione ma vogliamo prepararci qualcosa di buono, possiamo provare questo primo piatto molto saporito. Se poi avete la possibilità come ho fatto io, di reclutare figlia e marito per farvi aiutare, allora ci vorrà davvero poco.

INGREDIENTI per 4 persone

per la pasta

150 gr di farina di semola semintegrale di grano duro (io Mulino di Giulio) 150 gr di farina di semola rimacinata 150 gr di acqua calda

Per il condimento

150 gr di gorgonzola 150 gr di speck a tocchetti o a stick olio evo q.b. cipolla q.b. un po’ di acqua di cottura della pasta

ESECUZIONE

Per preparare i cavatelli iniziate dalla pasta di semola, mescolate le due farine in una ciotola e trasferitele su una spianatoia, formando al centro la classica fontana. Aggiungete l’acqua poco alla volta e impastate. Lasciate riposare il panetto coperto con la ciotola a campana per una mezz’ora. Trascorso questo tempo, prendete un pezzo di pasta alla volta e con esso formate un “serpentello” non troppo sottile. Dividetelo in pezzetti larghi 3 cm circa. Esercitando una leggera pressione, scavate il cavatello al suo interno, passandolo su un riga gnocchi. Ponete i cavatelli su un vassoio cosparso di semola.

IMG_0397

Mentre prepariamo la pasta, mettiamo abbondante acqua in una pentola e portiamo a bollore. In una padella, mettere a rosolare la cipolla tritata con un filo di olio. Aggiungiamo lo speck e facciamo insaporire pochi minuti. Quando l’acqua bollirà, la saliamo e caliamo i nostri cavatelli. Copriamo e facciamo riprendere il bollore, quando torneranno a galla saranno pronti. Spezzettiamo grossolanamente il gorgonzola. Scoliamo la pasta e conserviamo un po’ di acqua di cottura. Nella padella dove abbiamo preparato il condimento, versiamo i cavatelli ed il formaggio, uniamo anche qualche cucchiaio di acqua di cottura ed amalgamiamo bene il tutto finché risulterà cremoso.

IMG_0400

Servire subito!

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Nov 4, 2016 - Pane, Ricette    No Comments

Tarallini al vino

IMG_0389

 

Sapevo di dovermi armare di un bel po’ di pazienza per fare questi tarallini però ne è valsa davvero la pena. Sono friabili e saporiti proprio come quelli che spesso ho acquistato.

Ora potrò cucinarli ogni volta che ne avrò voglia.

INGREDIENTI per 2 teglie 

583 gr di farina 0 di grano tenero (500 gr se usiamo pasta madre solida)

120 gr di olio evo

150 gr di vino bianco

167 gr di esubero di licoli (250 gr se usiamo pasta madre solida)

20 gr di sale

aromi a piacere  (io ho usato origano, rosmarino e peperoncino)

ESECUZIONE

Sciogliere il licoli o la pasta madre con il vino, quindi aggiungere la farina, l’olio ed impastare, aggiungere sale e aromi e lasciare riposare l’impasto nella ciotola finché non giunge a bollore una pentola piena di acqua.

Formare i tarallini staccando dall’impasto dei piccoli cilindri da arrotolare a forma di tarallino. E’ qui che la nostra pazienza verrà messa a dura prova…

Calarli pochi per volta nell’acqua bollente finché non vengono a galla, quindi estrarli con la schiumarola e poggiarli su una teglia ricoperta con un canovaccio in modo che si asciughino un poco.

Sistemarli poi su una teglia rivestita di carta da forno e infornarli per 40-50 minuti nel forno preriscaldato a 200° statico, oppure a 180° ventilato per 35/40 minuti (io ho infornato con quest’ultima modalità due teglie contemporaneamente scambiandole di posto dopo 20 minuti). Sono venuti buonissimi!
Lasciarli intiepidire e poi conservarli in scatole di latta.
IMG_0390

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Pagine:1234567...25»