Archive from agosto, 2016
Ago 31, 2016 - Dolci, Ricette    No Comments

Crostata alla crema di ricotta, cioccolato e arancia candita

IMG_9326

 

Amo molto i dolci con la ricotta e questo è uno dei miei preferiti. Semplice e goloso, vi farà fare bella figura con i vostri ospiti.

INGREDIENTI per l’impasto

500 gr. di farina per dolci

3 uova intere

200 gr. di zucchero semolato

200 gr. di burro freddo

scorza grattugiata di limone q.b.

1/2 bustina di lievito

ESECUZIONE

Nella planetaria versare la farina setacciata ed il lievito, unire lo zucchero e il burro a pezzetti. Con il gancio a foglia lavorare a bassa velocità sino ad ottenere un composto sabbioso. Aggiungere la scorza del limone e le uova. Lavorare sino ad amalgamare bene il tutto. Formare un panetto, avvolgerlo in pellicola e lasciarlo in frigo per un’ora circa.

Per la crema di ricotta:

250 gr di ricotta, 75 gr di zucchero,  1 uovo, scorza grattugiata di limone, 70 gr di gocce di cioccolato fondente, scorza di arancia candita q.b.

Setacciare la ricotta in una ciotola, unire il tuorlo, lo zucchero e la scorza di limone. Montare l’albume a neve ed incorporare anche questo al composto con una spatola, dal basso verso l’alto. Aggiungere il cioccolato e la scorza d’arancia candita in piccolissimi pezzi.

Sul piano di lavoro leggermente infarinato, stendere la pasta frolla sottilmente. Rivestire uno stampo imburrato e togliere l’eccesso di impasto. Farcire con la crema di ricotta.

IMG_9316

 

Ora io per decorarla ho usato la griglia, ma se non l’avete, potere tranquillamente fare le classiche striscioline.

Prendere la griglia (la mia ha un diametro di 30 cm.),

griglia

posizionare la pasta stesa facendo attenzione a tenere la parte con le alette rivolta verso di noi. Spolverizzare un po’ di farina. Posizionarvi sopra la frolla stesa. Con il matterello, fare leggermente pressione muovendolo avanti e indietro in  modo da ritagliare la griglia. Far scendere tutti i rombi interni ed eliminare gli esuberi.

IMG_8823

Ora sollevare la prima parte della griglia dove sarà rimasto l’impasto e porre in congelatore per 15 minuti.

Riprendere la griglia, posizionarla sulla crostata. Ritagliare gli eccessi se il vostro stampo è più piccolo e sigillare i bordi. Il mio era da 24 e ho dovuto ritagliarli. Visto che è avanzata un po’ di frolla, ho fatto anche altre decorazioni, volendo ci si possono realizzare dei biscottini.

IMG_9317

Cuocere in forno preriscaldato ventilato a 180 gradi per 20/25 minuti. Deve diventare dorata.

Lasciare raffreddare e togliere dallo stampo.

La crostata si conserva in frigorifero per un paio di giorni.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Ago 31, 2016 - Ricette, Torte decorate    No Comments

Drip cake

IMG_9353

 

Questa è la torta realizzata per i 15 anni del mio “nipotino” golosone. Si chiama Drip cake (torta che gocciola) ed è la grande moda del momento nel cake design.

Dev’essere necessariamente alta ed io per questo ho messo alla base del pan di spagna del diametro di 18 cm del polistirolo. Era alta circa 15 centimetri.

L’ho farcita con crema chantilly e cioccolato e ricoperta di panna vegetale.

Ho preparato una ganache di cioccolato fondente da colare sulla superficie della torta con queste dosi ed è anche avanzata:

Rapporto 1:1

200 ml di panna 

200 gr di cioccolato fondente in piccoli pezzi

1 cucchiaio di glucosio

In un pentolino, far bollire leggermente la panna. Unire il glucosio quindi versare il composto sul cioccolato precedentemente spezzettato e sistemato in una ciotola. Lasciare riposare qualche minuto e poi mescolare sino ad ottenere una crema liscia e lucida. Far raffreddare mescolando di tanto in tanto.

Bisogna avere l’accortezza di versare la ganache sulla torta che dev’essere molto fredda, meglio se lasciata tutta la notte in frigo. In questo modo il cioccolato scenderà lentamente formando la classica colata.

Basterà poi soltanto decorare con barrette, cioccolatini e golosità varie questa calorica torta.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Ago 31, 2016 - Dolci, Ricette    No Comments

Ciambella morbidissima bicolore

IMG_8904

 

Un dolce molto semplice da realizzare, ottimo per la colazione o la merenda dei bambini.

INGREDIENTI

285 gr di farina per dolci

300 gr di zucchero

6 uova grandi o 7 medie

195 ml di acqua

scorza grattugiata di un limone o semi di 1/2 bacca di vaniglia

120 gr di olio di semi di arachide

1 bustina di lievito per dolci

1 cucchiaino di cremore di tartaro

1 pizzico di sale

2 cucchiai di cacao amaro

1 cucchiaio circa di latte

PROCEDIMENTO

Nella planetaria o in una ciotola, montare gli albumi con il cremore di tartaro ed il pizzico di sale. Mettere da parte in frigo. In un altro contenitore montare i tuorli con lo zucchero, unire gli aromi. Aggiungere quindi l’acqua e poi l’olio. Incorporare a questo punto poco per volta la farina setacciata insieme al lievito.

Unire al composto di tuorli gli albumi montati, aiutandosi con una spatola con movimenti dal basso verso l’alto per evitare che si smontino.

Imburrare ed infarinare uno stampo per ciambella. Versare 2/3 dell’impasto. Unire alla parte restante il cacao ed il latte ed amalgamare bene. Colare sull’impasto bianco.

Cuocere in forno statico preriscaldato a 170 gradi per circa 40 minuti. Fare sempre prova stecchino che dovrà uscire asciutto dal dolce.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

 

 

 

Ago 31, 2016 - Dolci, Torte decorate    No Comments

Torta Disney PJ Mask

BIYH0830

Devo ammettere che non conoscevo questi personaggi Disney, mi sono documentata semplicemente guardando qualche puntata del nuovo cartone animato. Sono piccoli bambini che di notte si trasformano in supereroi.

Per festeggiare i 5 anni di Roberta, la sua mamma mi ha chiesto di realizzare una torta a tema. Eccola accontentata.

Il dolce è un pan di spagna bagnato con sciroppo di zucchero aromatizzato con scorzette di limone bio e farcita con classica crema pasticciera e cioccolato.

Le decorazioni e la copertura sono in pasta di zucchero.

I personaggi:

Gufetta:

IMG_9510

 

Geco:

IMG_9514

 

 

Gattoboy:

IMG_9511

W i Superpigiamini!

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Ago 30, 2016 - lievito madre, Pane    No Comments

Pane ai 7 cereali con licoli

IMG_9544

 

Qualche giorno fa ho avuto in dono da un’amica di impasti una farina che non avevo mai usato prima, ai 7 cereali. Mi ha incuriosito molto e non potevo non provarla alla prima occasione. L’ho usata mischiandola con altre due farine e ne è venuto fuori un pane profumatissimo con una mollica soffice come una nuvola. Da rifare presto.

INGREDIENTI

300 gr di farina di grano tenero “0” Mulino Di Giulio

50  gr di farina di semola rimacinata La Molisana

200 gr  di farina ai 7 cereali

120 gr di licoli (io esubero di 7 giorni)

300 gr di acqua a temperatura ambiente

10 gr di olio extravergine di oliva

10 gr  di sale

1 cucchiaino di malto

semi di sesamo per decorare a piacere

PREPARAZIONE

Nella planetaria sciogliere il licoli con l’acqua ed il malto. Unire l’olio evo e pian piano le farine. Cominciare ad impastare con il gancio a bassa velocità. Continuare a lavorare l’impasto sino a che sarà ben incordato. Unire anche il sale e farlo amalgamare.

Metterlo in una ciotola leggermente unta a lievitare per circa un’ora.

Riprendere l’impasto, e fare un giro di pieghe ogni ora per tre volte.

IMG_9524

Dare la forma al pane e mettere a lievitare con il lato della chiusura rivolto verso l’alto in un cestino foderato con un canovaccio ben pulito e cosparso di semola rimacinata.

 

IMG_9525

 

Far lievitare nuovamente sino al raddoppio.

IMG_9527

Capovolgere delicatamente su una teglia coperta di carta forno. A piacere spennellare con un po’ di acqua e cospargere di semi di sesamo.

Fare taglio e infornare subito a 220 gradi in forno statico per 15 minuti e poi proseguire altri 45 min a 180 gradi.

 

IMG_9528

Sfornare e lasciare raffreddare su una griglia.

IMG_9537

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Ago 30, 2016 - Dolci, Dolci lievitati    No Comments

Babà al rum con lievito madre

 

IMG_9246

 

Il babà al rum è un classico della pasticceria napoletana, preparato con un semplice impasto lievitato ma arricchito da una golosa bagna al rum e farcito a piacere con panna, frutta fresca, ciliegie candite e altro. Io ho realizzato con questa dose una torta babà, ma si possono utilizzare anche le apposite formine e fare delle monoporzioni. Il babà al rum si conserva in frigorifero coperto (una campana per dolci va benissimo) per evitare che si asciughi troppo.

INGREDIENTI impasto

300 gr di farina per dolci

40 gr di zucchero

110 gr di lievito madre

4 uova intere medie

100 gr di burro morbido

1 pizzico si sale

INGREDIENTI bagna

700 gr di acqua

300 gr di zucchero

scorza di limone biologico

150 gr di rum

panna fresca montata, ciliegie candite o frutta fresca a piacere per decorare.

PROCEDIMENTO impasto

Mettere nel boccale del Bimby le uova, lo zucchero, la pasta madre spezzettata e il burro morbido: 10 sec. vel. 4.

Unire la farina e il sale. Impastare 1 min. vel. Spiga.

Togliere dal boccale e lasciare lievitare l’impasto sino al raddoppio in una ciotola leggermente unta e coperta da pellicola.

Riprendere l’impasto e sistemarlo nello stampo da babà che avremo precedentemente imburrato (io ho usato lo spray staccante).

Farlo lievitare nuovamente coperto con pellicola fino a che il suo volume sarà raddoppiato.

IMG_9237

 

IMG_9238

Cuocere in forno caldo statico preriscaldato a 220 gradi per 10 minuti, coprire quindi con carta alluminio e proseguire per altri 20 minuti a 180 gradi. Sfornare e lasciare raffreddare.

Preparare lo sciroppo: versare nel boccale l’acqua, lo zucchero e la scorza di limone (solo la parte gialla): 5 min. 60 gradi vel.1.

Togliere la scorzetta di limone, unire il rum.

Riprendere il babà, bucherellarne la superficie con uno steccone e colare la bagna in modo che il dolce si impregni per bene.

Servire a piacere con panna montata. Per rendere lucida la superficie del dolce, io ho usato gelatina di albicocche.

IMG_9239

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

Ago 8, 2016 - Cioccolato, Dolci, Ricette    No Comments

Ciambelline al cacao e nocciole

IMG_9215

Lo so, ho già tantissime teglie, ma come potevo farmi sfuggire un’occasione del genere? Super sconto per la teglia per fare le ciambelline che avevo puntato da un bel po’!

Ed eccomi qui a pubblicare questa ricetta al profumo di arancia.

INGREDIENTI PER 12 ciambelline e qualche muffins

INGREDIENTI:
200 g di farina 00
4 uova
80 g di fecola di patate
50 g di cacao in polvere
50 g di nocciole tritate
100 g di ricotta
130 g di zucchero semolato
1 arancia non trattata
1,5 dl di olio (io di riso)
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
glassa al cioccolato q.b. per decorare
granella di nocciole per decorare
ESECUZIONE
Grattugiate la scorza dell’arancia, poi spremete il frutto per ricavarne il succo. Lavorate la ricotta e lo zucchero in una ciotola con una frusta fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Unite le uova sbattute, le nocciole, il succo dell’arancia, l’olio e mescolate bene. Aggiungete quindi la farina setacciata con la fecola, il lievito, il cacao e un pizzico di sale, mescolate con cura. Se dovesse risultare troppo denso, aggiungete qualche cucchiaio di latte.
Versate il composto ottenuto nella teglia per ciambelle ben oliata (io ho usato lo spray staccante) e cuocete in forno statico già caldo a 180° per circa 20-25 minuti, vale sempre la prova stecchino.
IMG_9210
Fate raffreddare le ciambelle su una gratella.
Sciogliere la glassa e ricoprire le ciambelle. Decorare con la granella di nocciole e far asciugare le glassa prima di servire.
IMG_9211
Al prossimo pasticcio,
Paola e le torte
Ago 8, 2016 - Pane    No Comments

Pan carrè Noemi

IMG_8936

Di facile realizzazione e di sicura riuscita, questo pan carrè potrà essere utilizzato per fare dei fantastici toast oppure per essere farcito come più ci piace. Se abbiamo più tempo a disposizione, possiamo dimezzare la quantità di lievito.

INGREDIENTI

200 gr di acqua

50 gr di latte

1 bustina di lievito Mastro Fornaio

1 cucchiaino di zucchero

50 gr di olio di semi di arachide o di riso

250 gr di farina 00

250 gr di farina tipo Manitoba

1 cucchiaino di sale

ESECUZIONE

Versare nel boccale del Bimby l’acqua, il latte, lo zucchero e il lievito impastando poi per 1 minuto a velocità 2 e temperatura 37° C.
Successivamente aggiungere le due farine, l’olio e regolare di sale secondo i gusti personali, e lavorare l’impasto per 3 minuti a velocità Spiga.

Estraete l’impasto dal boccale e mettetelo in una ciotola unta. Copritelo con pellicola lasciandolo lievitare per almeno un’ora e mezza.

Stenderlo sulla spianatoia dandogli la forma di un rettangolo e poi arrotolare a cilindro dandogli la forma caratteristica del pan carrè.

Adagiare delicatamente il cilindro in uno stampo da plum cake ben imburrato. Lasciare lievitare nuovamente sino al raddoppio.

IMG_8921

Cuocere in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 40 minuti. Controllare la doratura.

IMG_8922

Lasciare raffreddare su una griglia prima di affettarlo.

E’ possibile mettere le fette tagliate in forno per farle biscottare.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Ago 7, 2016 - lievito madre, Pane    No Comments

Pane cotto in pentola…e non

IMG_9225

 

Finalmente sono riuscita a provare la mia bellissima pentola anche per la cottura del pane. Andando in Svizzera qualche giorno fa, mi sono imbattuta in un negozio Le Creuset. Non vi dico quante pentole colorate e di svariate misure c’erano. Tutte bellissime!  Cosa ho comprato? Il pomello di acciaio che avrei potuto utilizzare per la cottura in forno e che non era incluso con la mia pentola.

Con questa dose, ho ottenuto il pane a forma di cuore di circa 600 grammi ed un bel filone che non ho fatto in tempo a pesare.

Ingredienti:

800 gr. farina Petra 1 (Mulino Quaglia)

200 gr. farina Petra 9 (Mulino Quaglia)

100 gr di semola rimacinata

700 ml. di acqua

200 gr. di licoli rinfrescato

17 gr. di sale

1 cucchiaino di malto

ESECUZIONE

Rinfrescare il lievito e aspettando il suo raddoppio,  setacciare in una ciotola le farine ed unire 650 ml di acqua. Mescolare in modo grossolano con un cucchiaio di legno e lasciare riposare coperto con pellicola per circa 3 ore (autolisi).

Trascorso questo tempo, aggiungere al composto di farine ed acqua, i restanti 50 ml. di acqua, il licoli, il malto. Impastare con l’aiuto della planetaria usando il gancio e non appena comincerà ad incordarsi, unire anche il sale. Lavorare sino ad ottenere un impasto omogeneo.

Ungere una capiente ciotola e trasferirvi l’impasto (io uso quello della Tupperware con il coperchio, per me molto comodo). Coprire e lasciare lievitare un paio d’ore. Fare un giro di pieghe direttamente nella ciotola usando il metodo stretch and fold che consiste nel tirare man mano i lembi esterni dell’impasto riportandoli poi al centro.

In rete ci sono tantissimi video che mostrano chiaramente tutti i passaggi.

Coprire di nuovo e dopo circa un’ora ripetere le pieghe. Far riposare ancora un’ora. Fare le pieghe tre volte in tutto. Riprendere l’impasto, tagliarne una parte di circa 500 gr, formare una pagnottina e metterla a lievitare nella pentola chiusa dal coperchio (io ho cosparso la base di semola e spruzzato lo spray staccante sui lati della pentola).

Con il resto dell’impasto, formare un filone arrotolando  la pasta dalla parte lunga.

Foderare  un cestino con un canovaccio pulito e spolverarlo con abbondante semola rimacinata. Adagiare l’impasto con la chiusura rivolta verso l’alto. Coprire delicatamente con lo stesso canovaccio e far lievitare sino al raddoppio.

Per la cottura, ho cotto prima il filone e nel frattempo il pane in pentola l’ho conservato in frigo.

Preriscaldare il forno statico a 220 gradi. Appena lievitato, rovesciare delicatamente il filone sulla placca ricoperta con carta da forno. Fare un bel taglio verticale sulla superficie con una lametta o un coltello ben affilato. Infornare per 15 minuti a 220 gradi poi abbassare la temperatura a 180 gradi e proseguire la cottura per altri 45 minuti.

Sfornare e far raffreddare su una griglia.

Riprendere la pentola da frigo, riportare il forno a 220 gradi ed infornarla con il coperchio per 15 minuti. Abbassare quindi la temperatura a 180 gradi, togliere il coperchio e proseguire per altri 45 minuti. Sfornare e lasciare intiepidire prima di togliere dalla pentola. Attenzione: il pomello brucia!!!!!

Vi consiglio di provarlo, se non avete la farina Petra, usate al posto della Petra 9 una farina integrale bio, e al posto della Petra 1 una farina “0″ bio.

Questo è l’interno:

IMG_9229

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Ago 7, 2016 - Dolci    No Comments

Torta paradiso

IMG_9147

 

Una torta davvero semplice, adatta anche ai più piccoli. Possiamo prepararla per una festa arricchendola con una farcia di crema al cioccolato, crema al latte o altro. Possiamo inzupparla nel latte o in un caffè a colazione.

Ingredienti

100 gr di farina per dolci

100 gr di fecola

180 gr di burro

180 gr di zucchero a velo

180 gr di uova intere

8 gr di lievito per dolci

scorza di un limone grattugiata

ESECUZIONE

Tenere il burro fuori dal frigo per un paio di ore, in questo modo raggiungerà la consistenza giusta.

Con la planetaria o con uno sbattitore, montare il burro morbido con lo zucchero a velo e quando risulterà bianco e spumoso, inserire una per volta le uova.

Infine unire le polveri ben setacciate e la scorza di limone.

Imburrare ed infarinare uno stampo (io ne ho usato uno a forma di girasole) e versarvi dentro il composto ottenuto.

IMG_9137

Cuocere in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 40 minuti.

Fare sempre la prova stecchino.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Ago 7, 2016 - Antipasti, Contorni    No Comments

Pomodorini Confit

IMG_9216

L’idea di cucinare questi pomodorini viene dal blog Fables de sucre, la loro ricetta dei pomodorini confit sott’olio mi allettava non poco. Io ho modificato il metodo di cottura, non li ho cotti nel forno classico a 120 gradi (ventilato) per due ore come loro suggeriscono, ma con il forno a microonde impostando la funzione specifica per vegetali ed in particolare per pomodori grigliati. Ho fatto andare per tre volte lo stesso programma usando il piatto crisp e la griglia più alta. In meno di 20 minuti erano prontissimi.

Molto graditi da tutta la famiglia, da rifare al più presto!

INGREDIENTI

Pomodorini q.b. (io ho usato la qualità pixel)

sale q.b.

Pepe q.b.

zucchero q.b.

origano q.b.

timo q.b.

aglio a piacere

olio extra vergine di oliva q.b.

ESECUZIONE

Lavare i pomodorini, asciugarli e tagliarli a metà con un coltello. Poggiarli man mano su una teglia coperta da carta forno con il taglio rivolto verso l’alto. Cospargerli in maniera omogenea di aromi: origano, timo, aglio, sale, pepe e un pizzico di zucchero. Infine condirli con un filo d’olio EVO.

IMG_9187

Procedere quindi con la cottura come sopra indicato.

IMG_9191

Noi abbiamo preferito mangiarli subito con il pane fresco fatto in casa, la prossima volta ne farò di più in modo metterli nei barattoli per poterli conservare per l’inverno.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte