Archive from aprile, 2016
Apr 22, 2016 - Torte decorate    No Comments

Torta Masha e Orso

IMG_7668

E’ stata la stessa festeggiata a scegliere il tema della sua torta: Masha e Orso, uno di quei cartoni animati che piace a grandi e piccini. Figuratevi che anche io lo adoro.

La torta è un classico Pan di Spagna farcito di crema pasticcera e bagnato con uno sciroppo di zucchero aromatizzato con scorze di arancio e limone bio.

La casetta ed il piano superiore sono finti. La copertura e tutte le decorazioni sono in pasta di zucchero.

Qualche dettaglio:

IMG_7659

IMG_7661

IMG_7664

IMG_7667

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Apr 22, 2016 - Cioccolato, Dolci, Ricette    No Comments

Oreo cupcakes

IMG_7602

Da molto tempo volevo provare a cucinare questi accattivanti dolcetti e avevo comprato anche i biscotti per realizzarli. E’ bastato avere a merenda i miei nipotini ed ecco che si è presentata la giusta occasione.

Veloci e semplici da fare, sono molto soffici e nascondono all’interno una base di biscotto ed in  più una copertura che sembra una nuvola.

Ingredienti per 12 Oreo Cupcakes

per la base:
180 gr di farina 00
70 gr di burro
110 gr di cioccolato fondente
180 gr di zucchero semolato
2 uova
70 ml di latte
1 cucchiaino di lievito
qualche goccia di essenza di vaniglia
15 biscotti Oreo

PREPARAZIONE

Lasciare il burro a temperatura ambiente per almeno un’ora, poi montarlo con le fruste insieme allo zucchero e alla vaniglia.

Far sciogliere il cioccolato a bagnomaria o nel microonde e dividere a metà gli Oreo. Ora mettere il biscotto con la parte bianca alla base dei pirottini per i cupcakes con la farcitura bianca rivolta verso l’alto.

Aggiungere le uova, una alla volta, al composto con il burro, poi unire il cioccolato fuso ed il latte alternandolo alla farina e al lievito setacciati.

IMG_7594

Inserite il composto nei pirottini con la base di biscotto e riempiteli per 3/4 della loro capienza, io l’ho fatto aiutandomi con una tasca da pasticcere.

IMG_7595

Cuocere in forno, già caldo e statico, a 180° per 25 minuti. Fare sempre la prova stecchino.

IMG_7596

Fateli raffreddare e poi preparate il frosting.
Per il frosting:

Un panetto di Philadelphia da 80 grammi

200 gr di panna vegetale

50 gr di zucchero a velo

vaniglia

3 biscotti Oreo frullati nel mixer

Mettere nella ciotola della planetaria con frusta a filo tutti gli ingredienti e montare sino a quando il composto risulterà ben sodo. Infine incorporate i biscotti frullati amalgamandoli con una spatola facendo attenzione a non smontare il frosting.

Decorate i vostri Oreo Cupcakes con una sac a poche con bocchetta a stella. Guarnite con un biscotto Oreo e…gustare.

IMG_7599

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Pan Brioche agli agrumi

IMG_6913

Preparare questo profumatissimo pane è stato un piacere. E’ adattissimo alla merenda o alla prima colazione, magari spalmato di una buona confettura, fatta in casa da noi.

Io ho usato il lievito madre ma potete tranquillamente usare anche lievito di birra. Naturalmente i tempi saranno diversi. La ricetta l’ho presa dal blog di Eva e Claudio, i mitici Fables de Sucre (http://blog.giallozafferano.it/fablesucre/ ), sempre una garanzia.

INGREDIENTI

110 gr di lievito madre rinfrescato o 12 gr di lievito di birra

260 gr di farina 0

100 gr di manitoba

130 gr di latte fresco

60 gr di uova

20 gr di tuorlo

95 gr di zucchero

35 gr di olio di girasole

1 gr di sale

1/2 bacca di vaniglia

Per il ripieno:

zucchero di canna q.b.

1 limone biologico (io Costa dei Trabocchi)

2 arance biologiche (io Costa dei Trabocchi)

Per la finitura:

latte per spennellare q.b.

granella di zucchero q.b.

ESECUZIONE

Mettere nella ciotola della planetaria la pasta madre spezzettata, le farine setacciate, lo zucchero, le uova intere, i tuorli, i semi della bacca di vaniglia e parte del latte a temperatura ambiente.

Azionare la planetaria utilizzando il gancio, e lasciare amalgamare gli ingredienti aggiungendo lentamente il restante latte. Lasciare lavorare la macchina sino a quando l’impasto non sarà liscio, elastico e omogeneo. Aggiungere il sale e poco alla volta l’olio di semi, non aggiungetene altro finché la prima dose inserita non viene completamente assorbita dall’impasto. Ci vorrà qualche minuto, in ogni caso alla fine di questa operazione,  l’impasto risulta morbido ma perfettamente asciutto.

Metterlo su un piano di lavoro e dargli la forma a palla. Coprite con la ciotola a campana o con pellicola e lasciatelo riposare mezz’ora.

Nel frattempo lavate accuratamente le arance e il limone e grattugiate le bucce in un piattino. Trascorso il tempo di riposo, riprendere l’impasto e stenderlo ad uno spessore di 1 cm circa, dandogli la forma rettangolare, avendo l’accortezza di tenere come misura del lato corto la lunghezza totale del nostro stampo da plum cake.

Spolverate la superficie del pan brioche con le bucce degli agrumi grattugiate e zucchero di canna, lasciando pulito il bordo opposto a noi per 2 cm, in maniera che arrotolando poi si possa chiudere senza difficoltà.

IMG_6883

Iniziate ad arrotolare il pan brioche su se stesso, abbastanza stretto e in modo uniforme e simmetrico, partendo dal lato che avete verso di voi. Ponetelo nello stampo con la chiusura del rotolo verso il basso.

IMG_6885

Copritelo con pellicola e lasciatelo lievitare al caldo (28°) fino al raddoppio, ci vorranno indicativamente 6/8 ore. A lievitazione avvenuta, spennellare la superficie del pan brioche con del latte, cospargere con la granella di zucchero ed infornare a 165°C in forno statico per circa 35/40 minuti.

IMG_6890

Sfornare e lasciare raffreddare su di una gratella prima di sformare e servire.

IMG_6897

E’ possibile  preparare l’impasto alla sera e farlo lievitare durante la notte nel forno spento con la sola lucina accesa  così al mattino dobbiamo solo infornare. Si diffonderà in casa un profumo spettacolare!

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Fiadoni abruzzesi al formaggio (senza ricotta)

IMG_7172

Lo so che la Pasqua è passata già da un po’, ma i fiadoni nella mia città non si mangiano mica solo in questa festività! Si possono preparare tutto l’anno perché sono adattissimi per un aperitivo, un antipasto o come stuzzichino.

Nel mio blog troverete anche un’altra ricetta, ho voluto inserire anche questa perché a me piace di più. Il suo interno è leggero come una nuvola non essendoci la ricotta che invece lo appesantisce un po’.

Per l’impasto

500 gr. di farina

2 uova intere

100 gr. di olio di oliva

100 gr. di vino bianco

un pizzico di sale

Per il ripieno

8 uova

800 gr circa di formaggio grattugiato misto (caciotta di mucca, valgrana o altro)

1 tuorlo e un po’ di acqua per spennellare

Esecuzione

Per l’impasto, in una capiente ciotola setacciare la farina. Aggiungere le uova, l’olio, il vino e il sale ed impastare sino ad ottenere un composto sodo e liscio. Avvolgerlo nella pellicola e lasciarlo riposare per mezz’ora.

Per il ripieno, in una terrina amalgamare alle uova i formaggi aiutandosi con una forchetta. A piacere si possono aggiungere salsiccia sbriciolata leggermente scottata in padella, zafferano, pepe.

Riprendere l’impasto e stenderlo con il matterello sottilmente o con la sfogliatrice (la consiglio, la sfoglia sarà sottile in maniera uniforme). Con un coppa pasta rotondo un po’ più grande della formina, ritagliare dei cerchi. Ricoprire le formine, non hanno bisogno di essere unte perché c’è abbastanza olio nell’impasto. Mettere all’interno un bel cucchiaio di ripieno.

Ritagliare dall’impasto steso delle striscioline con una rotella dentellata e formare una decorazione a forma di croce su ogni fiadone. Spennellare le striscioline con il tuorlo d’uovo diluito con un po’ di acqua.

Cuocere in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 25/30 minuti, dovranno essere ben dorati. Consiglio sempre di fare la prova stecchino (non dovrà uscire umido). Lasciare raffreddare su una griglia.

IMG_7171

Servire in pirottini di carta.

Possono essere anche congelati appena raffreddati, sono una vera bontà!

Se volete farli a forma di raviolo, in molte città d’Abruzzo si fanno così, incidete la superficie dell’impasto con le forbici, facendo anche più di un taglio.

IMG_7400

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Apr 7, 2016 - Dolci, Ricette    No Comments

Rotolo mimosa alle fragole

IMG_7048

Un dolce che fa primavera, fresco e delicato, questo rotolo si presta ad essere gustato in mille occasioni. Io l’ho preparato per la festa della donna ed ho messo le fragole, ma potremmo usare anche pezzetti di ananas fresco o altra frutta.

INGREDIENTI

Per il biscotto

4 uova medie
130 gr. di  zucchero
125 gr. di farina 00
semi di 1/2 bacca di vaniglia o vanillina

PREPARAZIONE ROTOLO 

Nella planetaria o in una ciotola, montare le uova con lo zucchero molto bene, io faccio montare circa 15 minuti in planetaria. Durante questa fase, unire anche la vaniglia. Aggiungere quindi poco alla volta la farina setacciata, mescolando dal basso verso l’alto con l’aiuto di una spatola.

IMG_7041

Versare il composto sulla teglia del forno coperta con carta da forno ed infornare in forno statico preriscaldato a 180 ° per 10 minuti.

IMG_7043

Togliere dal forno e poggiare su carta da forno bagnata e strizzata; arrotolarlo e lasciate raffreddare.

Per la crema

  • 500 gr di latte intero, 2 uova intere
  • 100 gr di zucchero
  • 1 bustina di vanillina o scorza di limone bio o estratto di vaniglia
  • 50 gr di farina

Fragole q.b. per farcire e decorare

Esecuzione 

Scaldare il latte con la scorza del limone bio, nel frattempo montare bene le uova con lo zucchero, unire anche la farina e quando il latte arriva a bollore, versare questa pastella nel latte.

Girare con una frusta a mano fino a che si sarà addensata. Ci vorranno pochi minuti.

Trasferire la crema in una ciotola e raffreddare immediatamente in un bagnomaria di acqua e ghiaccio.

Se si ha tempo, mettere la pellicola a contatto e lasciare riposare un’ora in frigorifero. Srotolare la pasta biscotto ormai fredda, tagliare le estremità ricavando due strisce spesse e tagliarle a pezzetti che serviranno per la decorazione. Farcire con la crema lasciandone da parte un po’ per la copertura. Cospargere di fragole (precedentemente lavate ed asciugate) a pezzi. Arrotolare.

Spalmare sopra il rotolo la crema restante che farà da collante per i pezzetti di pasta biscotto. Decorare con le fragole. Trasferire il dolce su un vassoio da portata.

IMG_7050

Buonissimo, ve lo assicuro!

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

 

Apr 7, 2016 - Cioccolato, Creme, Dolci    No Comments

Torta al cioccolato con namelaka al fondente

IMG_6406

Questa è la torta fatta per l’ultimo compleanno di mia suocera, una dolce super cioccolatoso che non ha bisogno di commenti.

La base è fatta con solo albumi, un’ottima soluzione per riciclarli se avanzano da altre preparazioni.

INGREDIENTI PER LA BASE

150 gr. farina 00

150 gr. zucchero

150 gr. burro fuso

75 gr. latte

6 albumi

150 gr. cioccolato fondente grattugiato finemente

2 cucchiai di rum

1 cucchiaio colmo di lievito per dolci

1 pizzico di sale

ESECUZIONE BASE

Imburrare bene e infarinare una teglia di cm 22/24.

Montare a neve ben ferma gli albumi e porli in frigorifero.

Riunire in una capiente ciotola la farina, lo zucchero, il sale, il cioccolato e il lievito.

Riprendere gli albumi e incorporarli poco per volta e delicatamente al composto al cioccolato.

Versare nella tortiera e infornare in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 40 minuti.

Controllare la cottura sempre con uno stecchino, deve uscire asciutto.

Lasciare intiepidire e poi far freddare completamente su una griglia.

La crema vi consiglio di prepararla la sera precedente, in questo modo raggiungerà la giusta consistenza per essere usata.

INGREDIENTI NAMELAKA AL CIOCCOLATO FONDENTE (ricetta Fables de Sucre)

340 gr di cioccolato fondente al 45%

5 gr di gelatina in fogli

200 gr di latte intero fresco

10 gr di sciroppo di glucosio

400 gr di panna fresca (va bene anche Hoplà)

ESECUZIONE

Spezzettare il cioccolato e farlo fondere lentamente a bagnomaria o nel microonde mescolando di tanto in tanto. Ammollare la gelatina in acqua fredda. In una casseruola portare il latte ad ebollizione, spegnere la fiamma ed aggiungere il glucosio in sciroppo e la gelatina ben strizzata, mescolando per farli sciogliere bene.

Versare lentamente un terzo della miscela bollente sul cioccolato fuso, e con una spatola di silicone mescolare energicamente il composto. Questo si indurirà un po’, ma è una cosa normale.

Continuare mescolando e aggiungere un altro terzo di miscela, proseguire come prima. Infine l’ultimo terzo e mescolare sempre partendo dal centro verso i bordi fino ad avere un composto omogeneo. Ora aggiungere la panna fredda di frigorifero e lavorare il tutto con il frullatore ad immersione per emulsionare ed avere un composto liscio ed omogeneo.

IMG_6394

Si formeranno un sacco di bollicine quindi lasciamo la crema finita riposare una mezz’ora all’aria, di tanto in tanto battiamo sul piano il contenitore per far risalire in superficie tutte le bolle. Poi con un cucchiaio rimuoviamo la schiuma che si è formata su, copriamo con la pellicola a contatto, e riponiamo in frigorifero per farla cristallizzare almeno per 12 ore.

Al momento di farcirla, tirare fuori la crema e lasciarla circa mezz’ora a temperatura ambiente e lavorarla un po’ con una spatola. Tagliare la torta a metà e con l’aiuto di una sac a poche distribuire uniformemente la crema.

IMG_6401

Ricomporre il dolce mettendo sopra l’altra metà. Ricoprirla con la crema rimasta cercando di lisciare bene la superficie. Decorare a piacere con ciuffi di namelaka e scaglie di cioccolato fondente.

La fetta:

IMG_6427

A noi è piaciuta molto, provatela anche voi!

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Apr 7, 2016 - Creme, dolci senza uova    No Comments

Namelaka cioccolato bianco e caffè (ricetta Fables de Sucre)

IMG_6656

Questa è una di quelle ricette per le quali ti chiedi: “Perché non l’ho provata prima?”. Grazie al blog Fables de Sucre (http://blog.giallozafferano.it/fablesucre/) , l’ho scoperta e non la mollo più di sicuro. E’ anche una crema senza uova quindi un motivo in più per farla se siamo allergici o intolleranti. E’ una crema adatta a tutti gli usi, ottima per farcire torte e bignè, per fare bicchierini monoporzione, tartellette e tanto altro.

INGREDIENTI

220 gr di cioccolato bianco di buona qualità

4 gr di gelatina in fogli

125 gr di latte intero fresco

6 gr di sciroppo di glucosio (facoltativo)

250 gr di panna fresca (va bene anche hoplà)

10 gr di caffè liofilizzato (si possono usare anche meno grammi se si preferisce un sapore meno forte)

ESECUZIONE

Spezzettare il cioccolato e farlo fondere lentamente a bagnomaria o nel microonde mescolando di tanto in tanto portandolo ad una temperatura di 40-45°C. Ammollare la gelatina in acqua fredda. In una casseruola portare il latte ad ebollizione, spegnere la fiamma, sciogliervi il caffè liofilizzato ed aggiungere il glucosio in sciroppo (se lo usate) e la gelatina ben strizzata, mescolando per farli sciogliere bene.

Versare lentamente un terzo della miscela bollente sul cioccolato fuso, e con una spatola di silicone mescolare energicamente il composto descrivendo dei piccoli cerchi al centro per allargarsi man mano verso i bordi. Non preoccupatevi se il composto si indurirà perchè è una cosa normale. Continuare mescolando, e aggiungere un altro terzo di miscela.

Infine l’ultimo terzo e mescolare sempre partendo dal centro verso i bordi fino ad avere un composto omogeneo. Mixate il tutto con un frullatore ad immersione per due minuti per affinare la struttura, facendo attenzione a noi inglobare bolle d’aria. Controllare la temperatura del composto, che deve superare i 35°C (punto di fusione del burro di cacao presente nel cioccolato), e se necessario scaldarlo per qualche secondo in microonde o a bagnomaria. Ora aggiungere la panna fresca e lavorare il tutto con il frullatore ad immersione per emulsionare ed avere un composto liscio ed omogeneo. 

Lasciamo la crema finita riposare una mezz’ora all’aria, e di tanto in tanto battiamo sul piano il contenitore per far risalire in superficie tutte le bolle. Poi con un cucchiaio rimuoviamo la schiuma che si è formata su, copriamo con la pellicola a contatto, e riponiamo in frigorifero per farla cristallizzare almeno per 12 ore. Conservare sempre a temperatura da frigorifero.

Grazie Fables e al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Apr 7, 2016 - Dolci, Ricette    No Comments

Muffins allo yogurt

IMG_7531

Uno dei miei cavalli di battaglia è la ricetta di questi buonissimi muffins allo yogurt. Semplici da fare, si prestano alla colazione, alla merenda a scuola dei bambini e perché no, anche ad un the con le amiche. Possiamo farne tantissime varianti: al cacao, sostituendo circa 20 gr di farina con cacao amaro, con gocce di cioccolato, con le amarene, con le nocciole, con mele e cannella, mirtilli e cioccolato bianco e tante altre.

INGREDIENTI per 12 muffins

1 yogurt bianco (io ho usato Muller)

250 gr farina per dolci

3 uova intere

1 bustina di lievito per dolci

1 pizzico di sale

100 gr olio di semi di arachide

150 gr di zucchero semolato

ESECUZIONE

In una ciotola o nella planetaria, montare bene le uova con lo zucchero, unire lo yogurt, l’olio ed il pizzico di sale. Amalgamare bene ed infine aggiungere la farina setacciata con il lievito.

A questo punto io divido l’impasto in più parti mettendolo in diverse ciotole e ci aggiungo ingredienti a mio piacere. Lo verso quindi nei pirottini appositi posizionati nello stampo e cucino in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 20 minuti.

IMG_7514

Questa volta li ho fatti al cacao, alla mela e cannella, con gocce di cioccolato e con amarene e granella di pistacchio.

Fare sempre la prova stecchino.

Appena cotti, sfornare, lasciare intiepidire e poi raffreddare completamente su una griglia.

IMG_7519

Ed eccoli pronti da regalare.

IMG_7522

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

Apr 7, 2016 - Torte decorate    No Comments

Torta Topolino

IMG_7484

Questa torta è stata scelta dal web direttamente dalla mamma del festeggiato, io mi sono limitata a riprodurla.

La nonna ha fatto la parte commestibile (il piano inferiore) ed io l’ho decorata in tutto.

Ho seguito la tecnica dei personaggi in due dimensioni, sia per Topolino che per Baby Pluto.

Ho quindi stampato su carta le immagini delle dimensioni che mi occorrevano. Per Topolino ho steso della pasta di zucchero nera dello spessore di circa 1/2 cm. ed ho ritagliato attentamente con il bisturi la sagoma, ho aggiunto con lo stesso sistema anche tutti i dettagli.

Alla pasta di zucchero nera (Decora), ho unito un po’ di CMC (per 250 gr di pdz, 1 cucchiaino) in modo che si solidificasse per bene. L’ho lasciato asciugare in piano sul polistirolo per un giorno intero.  Solo alla fine ho inserito lo stecco per farlo reggere. Le decorazioni le ho preparate tutte il giorno prima.

IMG_7478         IMG_7480

Per il piano superiore fatto di polistirolo, ho appoggiato un disco di pasta di zucchero giallo sulla superficie.

IMG_7474

Ho sovrapposto un disco di carta da forno della stessa misura per non far attaccare lo strato di pdz che avrei steso in seguito. Dopo aver ricoperto con pasta di zucchero, ho tagliato dal centro verso l’esterno, degli spicchi di pasta, stando attenta a non andare troppo in profondità per non rovinarla. Ho rigirato poi gli spicchi verso l’esterno. Ho quindi tolto la carta forno delicatamente.

Penso che questa torta molto colorata sia adattissima per il primo compleanno di un bambino.

IMG_7496

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte