Archive from settembre, 2015
Set 24, 2015 - Cioccolato, Creme, Dolci    No Comments

Crema ganache fondente

IMG_2587

La crema ganache è una tipica preparazione di origine francese preparata con una miscela di panna calda e cioccolato a pezzetti sciolto e amalgamato lentamente e perfettamente; E’ molto versatile e possiamo utilizzarla per farcire una torta, per ricoprirla, possiamo anche amalgamarla alla crema pasticciera, insomma è adattissima a svariati usi.

INGREDIENTI (per ricoprire una torta da 20 cm. di diametro)

200 gr. di panna fresca

200 gr. di cioccolato fondente al 50%

PREPARAZIONE

Tritare finemente il cioccolato.

IMG_2569

In un pentolino, portare quasi a bollore la panna. Spegnere e versare il cioccolato.

IMG_2571

Lasciare riposare 5 minuti. Mescolare con una spatola di silicone sino a quando la crema sarà liscia e lucida.

IMG_2572

Lasciare raffreddare a temperatura ambiente mescolando di tanto in tanto. Preparare in una capiente ciotola, un bagnomaria di acqua e ghiaccio e porvi sopra la ciotola con la crema. Montare con un frullino per circa 10 minuti, sino a quando sarà ben ferma e spalmabile, non dovrà colare. Usare subito per coprire il dolce.

IMG_2573

Si conserva in frigo dove è normale che indurisca. Prima di servire, lasciare a temperatura ambiente per 15 minuti.

Io ci ho ricoperto questa torta per il compleanno di mio nipote:

IMG_2594

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

 

 

 

Lingue di focaccia ai tre sapori

IMG_3349

 

Questa ricetta, ci tengo a precisarlo, non è mia ma della signora Sisty  che l’ha gentilmente scritta sulla pagina Facebook Pane amore e fantasia. La sua foto era così invitante che ho messo immediatamente le mani in pasta per prepararla per la cena. Ho solo fatto una modifica, ho usato licoli e aggiunto 100 gr. in più di semola rimacinata.

Abbiamo gradito tutti moltissimo e non è rimasta neppure una briciola.

INGREDIENTI

Dosi x 3 focacce:
250 g di semola rimacinata di grano duro (La Molisana)
250 g di farina di tipo 1 macinata a pietra (io Petra 3 Mulino Quaglia)
120 g di lievito madre
405 g di acqua
2 cucchiai di olio e.v.o.
1 cucchiaino di sale fino marino
Per completare:
10 pomodori ciliegino
1 rametto di rosmarino fresco
2 patate lesse e private della buccia
Origano secco q.b.
Olio e.v.o. q.b.
1 pizzico di sale fino marino

 

ESECUZIONE

In una grande ciotola sciogliere il lievito nell’acqua aiutandosi con una forchetta. Unire quindi le farine ed il sale. Mescolare il tanto che basta a far assorbire i liquidi (sempre usando solo la forchetta). Incorporare velocemente l’olio e far riposare x 30 minuti. Spolverare il piano di semola e rovesciarci l’impasto, fare una serie di pieghe a libro e rimettere nella ciotola unta.

Coprire con pellicola e far lievitare in frigo 18/20 ore.

IMG_3343

Togliere dal frigo e con le mani unte dividere l’impasto in 3 parti uguali. Stenderle in 3 strisce con la pressione dei polpastrelli e far riposare in teglia x circa 30-40 minuti. Condirne quindi una con olio, sale e rosmarino; una con i pomodorini a metà, origano, sale e olio e l’ultima con fette sottili di patata lessata, olio, sale.

IMG_3346                      IMG_3348

Cuocere in forno statico già caldo alla massima temperatura per circa 20 minuti (valutate tempo e temperatura in base al vostro forno).

IMG_3352

L’interno della focaccia:

IMG_3351

Ancora grazie Sisty!

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

Set 24, 2015 - Dolci, Ricette    No Comments

Sospiri o dolci della sposa

IMG_3269

Era da un po’ che cercavo di fare un dolcetto simile alle sise delle monache, dolci tipici di una bellissima cittadina abruzzese che si chiama Guardiagrele. Con questo speciale mix di amidi e zucchero che ho acquistato, diciamo che mi sono avvicinata molto, escludendo la forma che è totalmente diversa.

Il preparato si chiama Mix Africano ed è commercializzato da Lo Conte. Pochi semplici passaggi, ci faranno sfornare dei dolcetti squisiti.

INGREDIENTI:

200 gr. di Mix Africano

50 gr. di zucchero a velo vanigliato

260 gr. di uova (4/5 uova medie)

A PIACERE PER FARCIRE CREMA PASTICCIERA Q.B.

ESECUZIONE

Se si è in possesso di una planetaria, mettere tutti gli ingredienti insieme e far montare per circa 8 minuti. Se invece si utilizza un normale sbattitore, montare per tre minuti le uova con lo zucchero, poi aggiungere mix africano e continuare a montare per altri 7-8 minuti. Il composto deve risultare gonfio, spumoso e compatto.

IMG_3265

Foderare una teglia con la carta da forno. Trasferire il composto in una sac a poche con becco liscio grande e creare delle palline sulla teglia. Volendo, si possono riempire con questo composto, dei pirottini da muffin da 30/35 gr.

IMG_3266

Infornare in forno preriscaldato statico a 180 gradi per 25 minuti (dovranno essere dorate). State attenti a non cucinarle troppo poco perché si riabbasseranno durante il raffreddamento.  Sfornare e lasciare raffreddare.

A piacere possono essere farcite con crema chantilly o pasticciera. Io le ho accoppiate farcendole con crema pasticciera. Polverizzare la superficie con zucchero a velo.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Girelle salate su stecco con formaggi e prosciutto

IMG_3150

Con questa ricetta ho partecipato ad un contest proposto sul gruppo del fan club di Sara Papa del quale faccio parte da diversi anni.  Non ho vinto nessun premio, ma mi sono divertita moltissimo a preparare queste merende che sono state molto apprezzate dalle mie bambine.

INGREDIENTI

175 grammi di acqua
125 grammi di latte
500 grammi di farina tipo 1 (io PETRA 3)
25 grammi di burro morbido
150 grammi di lievito madre solido rinfrescato o 12 gr di lievito di birra
10 grammi di sale fino

PER LA FARCITURA
200 grammi di formaggio morbido spalmabile (Philadelphia)
200 grammi di prosciutto cotto a piccoli cubetti
100 grammi di formaggio dolce in fette sottili (Galbanino)
50 grammi di grana grattugiato

1 tuorlo d’uovo e due cucchiai di latte per spennellare

PREPARAZIONE

Preparare l’impasto: nella planetaria sciogliere il lievito con il latte e l’acqua.  Unire la farina poca per volta e far amalgamare. Con il gancio far incordare l’impasto, aggiungere il sale e successivamente il burro facendolo assorbire un po’ alla volta. Farlo lievitare in ciotola coperta da pellicola sino al raddoppio.

Dargli la forma di un rettangolo schiacciandolo delicatamente con le mani. Stendere il formaggio morbido, aggiungere il formaggio e il prosciutto. Cospargere con il grana e arrotolare dal lato lungo.

IMG_3095

Tagliare le estremità prive di ripieno e poi ricavate delle fette da un paio di centimetri. Infilate lo stecco alimentare nelle girelle ed adagiarle su una teglia ricoperta di carta forno. Far lievitare nuovamente coperto da pellicola.

IMG_3097

Prima di infornare spennellare con l’emulsione di latte e uova. Cuocere in forno preriscaldato statico a 180 gradi per circa 25 minuti.

Sfornare e far raffreddare su una griglia.

IMG_3100

Sulle fettine tagliate alle estremità, io ho messo un po’ di semi di sesamo.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Cornetti integrali sofficissimi con licoli

IMG_3297

Soddisfattissima del risultato di questa ricetta, e super soddisfatta del mio nuovo licoli. Non mi sarei mai aspettata di poter produrre delle delizie così.

Basta solo non avere fretta e si sforneranno delle bontà degne del nostro impegno e senza nulla da invidiare alle migliori pasticcerie.

Per preparare questi cornetti bisogna partire facendo un prefermento.

INGREDIENTI PREFERMENTO

50 g licoli o lievito madre (25 g se fa molto caldo)
200 g farina di forza
220 g di latte

Mescolate tutti gli ingredienti, coprite la ciotola e lasciate fermentare per 8-10 ore. Si può anche lasciare qualche ora a temperatura ambiente e poi mettere in frigo. Quando sarà il momento di impastare, si farà acclimatare per un’oretta e si procederà con gli altri passaggi.

IMPASTO per 16 CORNETTI

Tutto il prefermento
100 g farina di forza
200 g farina integrale (io ho usato Mulino Marino)
80 g di zucchero
2 uova medie
100 g di olio di semi di arachidi
scorza di un’ arancia non trattata
1 cucchiaino di sale

PREPARAZIONE

Nella planetaria mettere tutto il prefermento, lo zucchero, le uova. Con la foglia, far amalgamare. Unire la farina e la scorza d’arancia e con il gancio, impastare. Aggiungere il sale e far incordare. Ora unire l’olio facendolo assorbire poco per volta.

Togliere l’impasto dalla planetaria e fare qualche piega Slap and Fold (https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Gq-9SoPganE).

Sistemate l’impasto in ciotola e coprite con pellicola da cucina. Lasciate riposare l’impasto per un paio d’ore.

Stendete poi l’impasto ad un altezza di circa 3mm sul piano di lavoro infarinato.

Ritagliate dei triangoli di base 8cm e di altezza 20cm.

Formate i cornetti e adagiateli su una teglia dove avrete steso un foglio di carta da forno.

IMG_3289

Coprite con la pellicola trasparente e lasciate lievitare per 8-10 ore, dovranno triplicare di volume.

IMG_3290

Infornate in forno statico preriscaldato a 160° per circa 30′ (controllate la cottura)

Una volta tolti dal forno, polverizzate sopra dello zucchero a velo.

Saranno leggerissimi:

IMG_3296

L’interno:

IMG_3294

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IMG_3297

Il licoli si è rivelato un perfetto alleato nei miei lievitati. Nelle ultime settimane lo sto usando tantissimo. I cornetti qui realizzati, sono di una sofficità unica,

Set 21, 2015 - lievito madre, Pane, Ricette    No Comments

Pan bauletto con licoli

IMG_3309

Questa buonissima ricetta è presa dal blog “Fables de sucre” che io seguo molto.  E’ un blog dove si prediligono solo cose sane e fatte con ingredienti genuini, perciò mi piace. Io ho apportato solo delle piccole modifiche. Prepariamolo ed otterremo un ottimo pane morbido adatto sia alle merende dolci che salate dei nostri bambini!

Dose per stampo da plum cake di circa 29x10x6 cm

INGREDIENTI

  • 390 gr di farina 0 (io usato la Petra 1 del mulino Quaglia)
  • 100 gr di licoli
  • 50 gr di uova (1 uovo medio)
  • 180 gr di latte
  • 30 gr di zucchero
  • 12 gr di sale
  • 55 gr di olio Extra Vergine di Oliva

PREPARAZIONE

Usando la planetaria, inserire nella ciotola la farina setacciata per farla ossigenare, la pasta madre, l’ uovo, lo zucchero e metà del latte.

Far andare la macchina e lavorare per qualche minuto, poi pian piano versare in più volte il latte restante fino a che la massa non risulti omogenea ed elastica.

Aggiungere il sale e far prendere all’impasto una bella corda. Poi aggiungere sempre in più volte l’olio Evo e far lavorare fino a quando la massa non lo ha ben assorbito. In questa fase magari è utile aumentare la velocità della planetaria stando sempre attenti a non riscaldare troppo l’impasto. Alla fine dobbiamo ottenere un impasto bello elastico, omogeneo e asciutto. Ribaltiamo sul piano e facciamone una palla. Ora possiamo procedere in due modi: se non abbiamo il tempo di seguire la lievitazione, possiamo mettere l’impasto in una ciotola coperto con pellicola, e conservarlo in frigorifero per una notte per riprendere al mattino. Il mattino dopo lo riprendiamo dal frigo e gli diamo un’oretta di tempo per acclimatarsi prima di continuare. Oppure se abbiamo impastato al mattino e abbiamo il tempo di seguire la lievitazione, aspettiamo che raddoppi.

IMG_3302

Poi in tutti e due i casi continuiamo come segue: sul piano lavoro spolverato di farina stendiamo il nostro impasto aiutandoci con il mattarello, fino ad avere un rettangolo che abbia il lato corto lungo quanto lo stampo da plum cake che useremo (io ho usato quello di Ikea da plum cake).

Stendiamo fino allo spessore di 5 millimetri, poi arrotoliamo dal lato più corto cercando di fare un rotolo stretto senza lasciare aria. Imburriamo il nostro stampo (io ho usato lo spray staccante) e poniamovi dentro l’impasto arrotolato con la chiusura sotto. Copriamo con pellicola e lasciamolo lievitare in un luogo caldo. Sono necessari almeno i 28°C quindi se non si dispone di un luogo abbastanza caldo, il consiglio è di lasciarlo lievitare nel forno con la sola lucina accesa, oppure nel microonde spento. L’impasto deve raddoppiare. E’ importante ottenere un’alveolatura minuta, quindi senza farlo lievitare troppo. Quando ha raddoppiato, scopriamolo e lasciamolo una decina di minuti senza pellicola, e inforniamo in forno caldo possibilmente statico a 170°C per circa 35/40 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare leggermente prima di toglierlo dallo stampo. Completare il raffreddamento su di una griglia. Tagliare a fette di circa 15 millimetri solo quando perfettamente freddo. Si conserva in una busta per alimenti ben chiusa.

IMG_3308

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

Set 16, 2015 - lievito madre, Pane, Ricette    No Comments

Pane integrale con licoli

IMG_3195

Continuano i miei esperimenti con il licoli che devo dire mi sta dando grandi soddisfazioni. Questa volta ho provato a fare un pane integrale che a mio marito piace tanto. Ho usato farine macinate a pietra che conferiscono al pane un sapore ancora più intenso.

INGREDIENTI:

180 g di licoli rinfrescato
600 g di acqua
430 g di farina macinata a pietra tipo 1 (Petra 1 Molino Quaglia)
520 g di farina con tutto il grano (Petra 9 Molino Quaglia)
12 g di sale
2 cucchiai di olio evo

PREPARAZIONE 

Nella ciotola della planetaria, versare il licoli e l’acqua e con la foglia far sciogliere il lievito. Unire l’olio e poco a poco le farine. Appena il composto inizia a prendere consistenza, sostituire la foglia con il gancio.

Far incordare l’impasto ed infine unire il sale. Lavorare ancora per alcuni minuti.

Trasferire l’impasto in una ciotola leggermente unta e porre a lievitare coperto da pellicola per un paio di ore (io l’ho messo a riposare nel microonde spento) .

Trascorso questo tempo, riprendere l’impasto e fare delle pieghe direttamente in ciotola. Ripetere questa operazione per altre due volte ogni ora. Dividere l’impasto in due parti uguali, meglio aiutarsi con una bilancia.

Dare la forma allungata e metterlo in due stampi da plum cake uguali foderati con un canovaccio ben pulito cosparso di farina di semola. Coprire con i lembi dello strofinaccio.

Far lievitare di nuovo, deve ben gonfiare.

IMG_3165

Rovesciare quindi delicatamente i filoni su una teglia ricoperta di carta da forno.

Praticare dei tagli sulla superficie e cuocere subito in forno statico preriscaldato a 220 gradi per 15 minuti, abbassare quindi la temperatura a 180 gradi e proseguire per altri 45 minuti.

Sfornare e far raffreddare su una griglia.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Set 15, 2015 - Dolci, Ricette    No Comments

Plum cake allo yogurt

9giugno2015 360

Un dolcetto semplice semplice, da preparare per la colazione o la merenda dei nostri bambini.

Ho trovato questa ricetta sulla confezione degli stampi da plum cake in cui sono stati cotti questi dolci e l’ho provata subito. Buonissimo!

INGREDIENTI

250 gr. di yogurt bianco

1 scorza di limone

60 gr. di fecola

100 ml di olio di semi di arachide

180 gr. di farina

140 gr. di zucchero

3 uova

1 bustina di lievito

1 confezione di gocce di cioccolato fondente

PREPARAZIONE

Montate le uova con lo zucchero e incorporate lo yogurt. Aggiungere l’olio, la scorza di limone  e lo zucchero semolato.

Unire le farine setacciate con il lievito. Incorporare infine il pizzico di sale e le gocce di cioccolato fondente. Amalgamarle bene al composto.

Versarlo nello stampo e cuocere in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 40 minuti senza mai aprire.

Buona merenda e al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

Girelle di pasta brioche allo yogurt

IMG_3198

La scuola è ricominciata e di conseguenza anche la produzione di merende da far portare alle mie bambine.

La ricetta è presa dal blog di Cappuccino e Cornetto, della bravissima Fedora. Io ho fatto qualche modifica aggiungendo gocce di cioccolato e un po’ di zucchero in più visto che non sono molto dolci.

INGREDIENTI

Par l’impasto brioche

  • 450 gr di farina biologica di tipo 0
  • 2 uova medie
  • 120 g di licoli rinfrescato
  • 50 g di zucchero
  • 60 gr di burro morbido a pomata
  • 100 g di latte
  • 1 pizzico di sale
  • 125 g di yogurt bianco
  • semi di mezza bacca di vaniglia

per il ripieno:

  • 30 gr. di zucchero di canna
  • 20 gr. di burro sciolto per spennellare
  • 100 gr. di gocce di cioccolato fondente

latte q.b. per spennellare la superficie prima di infornare

PREPARAZIONE 

Nella ciotola della planetaria, sciogliete il lievito nel latte usando la foglia a bassa velocità. Aggiungere lo yogurt e lo zucchero e continuare a mescolare.

Versare la farina e far girare ancora cambiando la foglia con il gancio, sempre a bassa velocità.

Unite le uova una per volta , aggiungendo il secondo quando il primo è del tutto assorbito.

Far incordare. Unire infine il burro morbido in più riprese. Deve assorbirsi completamente e continuate ad impastare sino a quando il tutto si staccherà dai bordi della ciotola.

Toglierlo dalla ciotola, dargli una forma di palla e far lievitare in una ciotola coperta con pellicola fino al raddoppio del volume in luogo caldo. Io l’ho messo nel microonde spento.

Riprendere l’impasto e stenderlo con le mani , delicamente formando una rettangolo.

Spennellare tutta la superficie con il burro fuso, cospargere con lo zucchero di canna e le gocce di cioccolato.

IMG_3168

Arrotolare dal lato lungo la sfoglia rettangolare e tagliate delle rondelle di un paio di centimetri di spessore.

Posizionare le rondelle dentro uno stampo per muffins ( imburrato e infarinato). Coprite con della pellicola e lasciate raddoppiare di volume.

IMG_3183

Prima di infornare, spennellatele con il latte.

Fate cuocere in forno statico già caldo dai 20 ai 30 minuti a 170-180°

Dovranno diventare dorate.

Sfornare, aspettare che si intiepidiscano e far raffreddare completamente su una griglia.

IMG_3191

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

Set 15, 2015 - lievito madre, Pane, Ricette    No Comments

Panini di Heidi

IMG_3200

Chi di noi non ha visto almeno una volta una puntata del cartone animato Heidi? Era uno dei miei preferiti. Ebbene la bambina, in una puntata in particolare, mette da parte tanti bei panini per la sua nonnina lontana.

Questi  che ho realizzato, somigliano tantissimo proprio a quelli. Il sapore è lo stesso dei Bretzel molto diffusi in tutta l’area tedesca ed austriaca.

INGREDIENTI:

250 gr. di farina 00 (io ho usato Petra 1 Mulino Quaglia)

250 gr. di farina forte (Manitoba)

150 gr. di licoli o lievito madre rinfrescati

10 gr. di sale

150 ml di latte

150 ml di acqua (io ne ho aggiunta 20 gr. in più)

30 gr. di burro a pomata

PER LA COTTURA

500 ml di acqua

2 cucchiaini di sale

50 gr. di bicarbonato di sodio

PREPARAZIONE

In una planetaria con il gancio a foglia o nel Bimby, sciogliere il lievito nei liquidi. Unire le farine setacciate (per la planetaria, cambiare il gancio con quello per gli impasti duri), e dopo che l’impasto si è incordato, aggiungere il sale ed infine il burro in più riprese.

Lasciate lavorare la macchina almeno per 10 minuti. Per il Bimby usare vel. spiga per 3 minuti.

Raccogliete l’impasto formando una palla che metterete in una ciotola coperta con pellicola per alimenti a lievitare fino al raddoppio della massa.

Riprendete l’impasto e dividetelo in 10 pagnottine da 100 grammi ognuna e lavoratele per dargli la forma.

IMG_3172

Mettete l’acqua, il sale ed il bicarbonato sul fuoco e quando raggiungerà il bollore immergete le pagnottine una alla volta facendole cuocere per 40 secondi.

Scolatele e sistematele su una teglia coperta da carta forno e praticate su ogni pagnottina 3 o 4 tagli non profondi cercando di non premere troppo. Avranno questo aspetto dopo essere stati bolliti.

IMG_3173

Cuocete in forno statico preriscaldato a 200° per 25 minuti circa. In cottura i panini diventeranno di un bel colore ambrato grazie alla soluzione di acqua e bicarbonato.

Buonissimi, ve lo assicuro.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Set 13, 2015 - lievito madre, Pane, Ricette    No Comments

Treccioni di grano duro

IMG_2948

INGREDIENTI:

kg.1 di semola rimacinata di grano duro

gr. 150/200  di pasta madre rinfrescata

gr. 600 di acqua

gr. 20 di sale

1 cucchiaino di malto

ESECUZIONE

Sciogliete il lievito nell’acqua , unite il malto e versate il tutto nel cestello dell’impastatrice, unite la farina di semola rimacinata e lavorate a bassa velocità per 4-5 minuti. Aggiungete il sale e continuate a impastare per altri 2-3 minuti.

Ponete a lievitare in una capiente ciotola coperta da pellicola sino a che l’impasto sarà raddoppiato.

Dividere l’impasto in due parti per formare i treccioni. Io ho formato una treccia a quattro capi ed una a tre. Per la treccia a quattro capi, vi allego un tutorial preso dal web, non spaventatevi perché è davvero facile.

untitled

IMG_2931        IMG_2932

Porre a lievitare le trecce distanziate tra loro in una teglia ricoperta di carta da forno. Coprire con pellicola ed attendere la seconda lievitazione.

IMG_2944

Se potete, mettetele in due teglie separate, eviterete che si attacchino tra di loro.

Cuocete in forno statico preriscaldato a 240 gradi per i primi 15 minuti. Abbassate quindi a 180 gradi e proseguite la cottura per altri 45 minuti.

Sfornate e lasciate raffreddare su una griglia possibilmente in posizione verticale.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

Set 13, 2015 - lievito madre, Pane, Ricette    No Comments

Pane di semola rimacinata con licoli

IMG_3071

Da qualche giorno ho trasformato un po’ del mio lievito madre solido in li.co.li, ovvero lievito madre in coltura liquida. Questo è il secondo esperimento dove l’ho usato e devo dire che è venuto fuori un pane buonissimo e ben alveolato.

Il segreto per la buona riuscita del pane, non mi stancherò mai di ripeterlo, è fare le pieghe durante il tempo di lievitazione. Non ci resta che mettere le mani in pasta.

INGREDIENTI

600 gr. di semola rimacinata (io ho usato De Cecco)

150 gr. di licoli (o 150 gr. di pasta madre solida o 12 gr. di lievito di birra)

350 gr. di acqua a temperatura ambiente (400 gr. se si usa lievito madre solido o lievito di birra)

10 gr. di sale

1 cucchiaino di malto d’orzo o miele

ESECUZIONE

Sciogliete il lievito nell’acqua , unite il malto e versate il tutto nel cestello dell’impastatrice, unite la farina di semola rimacinata e lavorate a bassa velocità per 4-5 minuti. aggiungete il sale e continuate a impastare per altri 2-3 minuti.

Lasciate riposare, coperto con pellicola per circa 1 ora. Riprendere l’impasto e fare un giro di pieghe a tre. Far lievitare di nuovo per un’ora e ripetere le pieghe a tre una seconda volta.

Dare la forma al pane e ponete a lievitare in un cestino o in un ciotola rivestita con un canovaccio infarinato di abbondante semola, tenere la chiusura dell’impasto verso l’alto, coprite e lasciate lievitare sino a quando sarà ben lievitato.

IMG_3066

Ribaltate l’impasto sulla placca del forno spolverata di semola o rivestita di carta forno.

Fare i tagli con una lametta.

IMG_3067

Infornare in forno preriscaldato statico a 240 gradi per i primi 15 minuti, e per altri 45 minuti, proseguire a 180 gradi. Sfornare e lasciare raffreddare su una griglia.

IMG_3070

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Set 12, 2015 - Conserve, Ricette    No Comments

Pasta di limone (ricetta di Montersino)

IMG_3087

Se ci piace l’aroma di limone nei dolci, dobbiamo assolutamente fare questa fantastica pasta di limone.

La potremo usare nello yogurt, nelle nostre ciambelle o biscotti e in molto altro.

Io l’ho fatta con il Bimby, che sa omogeneizzare come nessun altro elettrodomestico. Se però non l’avete, usate un frullatore, anche ad immersione, magari non sarà come una crema fine, ma per l’uso che dovremo farne, andrà bene ugualmente.

INGREDIENTI

  • 120 g di limoni interi senza semi
  • 60 g di buccia di limone non trattata
  • 100 g di sciroppo di glucosio
  • 160 g di zucchero a velo
  • 200 g di zucchero fondente

Procedimento

Usare naturalmente limoni non trattati. Lavarli molto bene e spazzolarli per eliminare ogni impurità. Frullare insieme tutti gli ingredienti fino a ottenere una pasta liscia e profumata.

Montersino suggerisce di conservare la pasta di limoni chiusa in barattolo di vetro per 20 giorni in frigo.

Io l’ho messa  in congelatore così si conserverà per un tempo maggiore visto che con questa dose ne esce una bella quantità. Inoltre la presenza di molti zuccheri, fa sì che il composto non solidifichi del tutto e potremo prelevarne quello che ci serve direttamente con un cucchiaino.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

Set 12, 2015 - Dolci, Ricette    No Comments

Crostata morbida di Stefania

IMG_2976

Nell’ultimo mese non ho pubblicato molto perché il computer mi ha abbandonato nuovamente. Ho però continuato a produrre dolci e salati come faccio sempre.

Vorrei farvi prendere nota di questa fantastica ricetta che mi ha passato la mia amica Stefania di Napoli. L’ultima volta che ci siamo viste, l’ha preparata con una buonissima marmellata di arance amare. Una vera squisitezza.

Io l’ho fatta invece con la confettura di pesche ed albicocche di mia produzione

La dose è abbondante, si possono realizzare due crostate da diametro 20, oppure come ho fatto io, una da 24 cm e con la frolla avanzata fare un rotolo ripieno.

INGREDIENTI 

500 gr. di farina 00

3 uova intere

200 gr. di zucchero semolato

200 gr. di burro freddo

scorza grattugiata di limone q.b.

1/2 bustina di lievito

1 barattolo di confettura o marmellata a piacere

ESECUZIONE

Preparare la pasta. Nella planetaria versare la farina setacciata ed il lievito, unire lo zucchero e il burro a pezzetti. Con il gancio a foglia lavorare a bassa velocità sino ad ottenere un composto sabbioso. Aggiungere la scorza del limone e le uova. Lavorare sino ad amalgamare bene il tutto. Formare un panetto, avvolgerlo in pellicola e lasciarlo in frigo per un’ora circa.

IMG_2975

Riprendere il panetto e stenderlo sottilmente (in cottura ricordiamoci che lieviterà). Foderare lo stampo per crostata imburrato ed infarinato. Io ho usato lo spray staccante che trovo fantastico. Distribuire la confettura in modo uniforme e decorare la superficie con strisce di pasta frolla o cuoricini ricavati con un coppa pasta.

Cuocere in forno preriscaldato ventilato a 180 gradi per 20/25 minuti. Deve diventare dorata.

Lasciare raffreddare e togliere dallo stampo.

IMG_2985

Con un’altra decorazione:

IMG_3947               IMG_3955

Con l’impasto restante, come vi dicevo, ho realizzato un rotolo di biscotto farcito con il ripieno che noi utilizziamo per fare i tarallucci (confettura di uva Montepulciano, noci, un po’ di cioccolato fondente e scorza di arancia).

Ho steso la frolla su un foglio di carta forno dandogli la forma rettangolare, ho farcito con il ripieno lasciando circa un cm. dai bordi. Ho arrotolato aiutandomi con la carta forno dal lato più lungo. Ho schiacciato un po’ il rotolo e chiuso bene le estremità.

Ho spennellato la superficie con del latte e cosparso di zucchero semolato. Fatto cuocere sempre in forno a 180 gradi per una mezz’oretta.

IMG_2986

E’ sparito in men che non si dica!

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Set 12, 2015 - Torte decorate    No Comments

Torta marina per Prima Comunione

IMG_3027

Questa è la torta realizzata per la Prima Comunione di un nostro cuginetto, che poi tanto piccolo non lo è più…

A lui piace pescare ed allora mi è venuto in mente di restare in tema. Purtroppo la torta non è vera ma è una dummy, ovvero è fatta di dischi di polistirolo rivestiti di pasta di zucchero.

Quando ho detto a Federico che mi sarebbe piaciuto utilizzare il tema mare, lui tutto deciso mi ha detto: “ci fai anche la canna da pesca?”.

Ed eccolo accontentato.

IMG_2970

 

IMG_2961

Qualche particolare:

IMG_2958

 

IMG_2959

La location poi era meravigliosa, con una bellissima vista sul mare. Direi che mai torta fu più azzeccata.

Ancora auguri Federico!

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte