Archive from dicembre, 2013

Torrone morbido napoletano

010

Natale è ormai vicino e non potevo non preparare anch’io un bel torrone!

Più che bello direi buonissimo, anzi sublime! Per la ricetta devo ringraziare due cari amici napoletani, Francesco e Stefania  che sin da quando ci siamo conosciuti, mi parlavano di questa loro specialità.

A Napoli si fa di solito nel periodo di Ognissanti ed io mi chiedo: perché non tutto l’ anno visto che è così buono?

Avremo bisogno  di uno stampo apposito in plastica dura in vendita nelle famose dolciarie (negozi che vendono articoli per dolci), in alternativa potremo adoperare una forma da plum cake usa e getta.

Questo è quello che ho acquistato io:

002

Inoltre c’è un ingrediente che io non conoscevo che è la CREMA ALBA o ammorbidente,  in vendita anch’essa nelle dolciarie. Se non la trovate, potete usare la nutella o una crema spalmabile bianca nella stessa quantità.

Ecco gli ingredienti:

001

gr. 200 cioccolato fondente temperato per rivestire lo stampo

Per il ripieno

200 gr cioccolato  bianco

200 gr ciocco fondente

200 gr. Crema alba o Nutella

200 gr nocciole tostate tritate grossolanamente o mandorle o pistacchi o frutta secca mista

200 gr pasta di nocciole o altra pasta a vostro piacere

Esecuzione
Rivestire lo stampo in ogni parte con il cioccolato temperato  e far riposare in frigo per un’ora capovolto su un vassoio ricoperto da carta forno.

006

 

Se non siete abili con il temperaggio, sciogliete semplicemente il cioccolato a bagnomaria e rivestiteci lo stampo. Probabilmente se non lo consumate subito, si formeranno delle striature bianche dovute al burro di cacao, ma sarà comunque buono. Io l’ho temperato facendo così: ho sciolto a bagnomaria il cioccolato portandolo ad una temperatura di 51 gradi (ci servirà un termometro da cucina), l’ho raffreddato velocemente su un piano di marmo controllando la temperatura che dovrà scendere a 29 gradi. Ho rimesso qualche minuto sull’acqua calda facendo nuovamente salire la temperatura a 31 gradi, quindo ho ricoperto lo stampo . Lo so, sembra difficile se non l’avete mai fatto, ma solo così otterremo un guscio che si manterrà lucido anche dopo molti giorni.

Nel frattempo preparare il ripieno. Mescolare il cioccolato bianco e fondente sciolti, con la Nutella o crema alba, unire anche la pasta di nocciole e la frutta secca.

Amalgamare bene il tutto con una spatola.

Far raffreddare mescolando di tanto in tanto.

Versare all’interno del guscio e far rapprendere in frigo o in luogo fresco per almeno 12 ore prima di gustare.

009

Rovesciare lo stampo su un vassoio e servire tagliato a fette.

012

Ho provato a farlo anche con le nocciole in granella, buonissimo!

IMG_4150

IMG_4168

Co decorazione al cioccolato bianco:

IMG_4725

IMG_5337

Questo torrone può avere molteplici varianti in base ai vostri gusti. Io per il ripieno ho usato cioccolato fondente e bianco però voi potete usare solo cioccolato al latte, solo cioccolato bianco o solo fondente, insomma come più preferite!

Con queste dosi verrà fuori un torrone di quasi un kilo e 200 grammi.

Preparatelo anche voi per i vostri ospiti e farete un figurone! Ve lo garantisco!

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

 

Mostaccioli abruzzesi

mostaccioli

Uno dei miei dolci preferiti, i mostaccioli sono biscotti tipici della mia bella regione, che si preparano durante tutto l’anno, ma io li faccio sempre a Natale.

Si chiamano così perché tra gli ingredienti c’è il mosto cotto che viene preparato ancora in casa durante il periodo della vendemmia da alcune massaie. Si trova però anche in commercio, prodotto dalle aziende che fanno anche marmellata di uva.

Quando li cucino, spariscono nel giro di poco tempo, in famiglia piacciono a grandi e a piccini.

 

Ingredienti  per circa 60 mostaccioli

001

  • 200 gr di zucchero
  • 200 gr di miele liquido
  • 200 gr di cioccolato fondente tritato
  • 600 gr di farina
  • 200 gr. mandorle tostate macinate
  • 8 gr di ammoniaca per dolci
  • 40 ml di olio di oliva
  • 40 ml di mosto cotto
  • 2 uova intere
  • 2 tuorli
  • scorza di un limone grattugiato
  • cannella macinata q. b.

Per glassare

  • 500 gr di cioccolato da copertura

 

Esecuzione

In una terrina mescolare con le mani tutti gli ingredienti sino ad ottenere un impasto sodo.

002

Coprire con la pellicola il tutto e far riposare nel frigo per 8 ore. Prendere un pezzetto di impasto e formare un rotolino spesso circa 2 cm. Schiacciarlo un po’ con il palmo della mano.

008Tagliare con un coltello affilato o altro tanti piccoli rombi.

009Disporre su una placca ricoperta di carta forno le losanghe.

010

Cuocere nel forno preriscaldato statico a 180° per circa 12 minuti (non cuoceteli troppo perché altrimenti diventeranno duri).

Far riposare  su una griglia e non appena saranno freddi del tutto, con l’aiuto di una forchetta, glassarli con il cioccolato da copertura sciolto.

014

Farli asciugare su carta forno e gustateli in tutta la loro bontà.

015

Si conservano in scatole di latta per molti giorni.

Mi permetto di darvi un consiglio, fatene tanti perché finiranno presto….inoltre potrete metterli in un bel barattolo di vetro e regalarli ai vostri amici.

019

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

Dic 11, 2013 - Ricette, Rustici salati    No Comments

Fiore di pan brioche salato

Fiore di pan brioche salato

Da qualche mese impazzano sul web le immagini di questo pane così particolare, ce ne sono di diversi tipi: salati e dolci.

In effetti fa un bell’effetto, sicuramente in un tavolo addobbato a festa, farà la sua bella figura! Non potevo non provarci anch’io. Ho voluto cucinare la versione salata, usando gli ingredienti che avevo in frigo e voi potrete fare altrettanto.

 

Ingredienti per il pan brioche

200 gr. di latte

2 cucchiaini di zucchero

30 gr. di lievito madre secco

2 uova intere grandi

70 gr. olio extra vergine di oliva

un cucchiaino di sale

200 gr. farina manitoba

300 gr. farina 00

 

Ingredienti per il ripieno

250 gr. di ricotta

100 gr. formaggio grana

100 gr. formaggio di capra grattugiato

50 gr. prosciutto cotto tritato

1 mozzarella appassita tagliata a cubetti

1 uovo intero

 

Esecuzione pan brioche

Stemperare il lievito nel latte tiepido. In una capiente ciotola, porre le farine ed al centro aggiungere l’olio, le uova, lo zucchero ed il lievito. Cominciare ad amalgamare aiutandosi con una forchetta. Aggiungere il sale ed impastare fino ad ottenere un panetto morbido ed elastico. Far riposare per un’ora in una ciotola coperta da pellicola.

Fiore di pan brioche salato

Preparare il ripieno mescolando tutti gli ingredienti con una spatola.

Fiore di pan brioche salato

Pesare l’impasto e dividerlo in tre parti uguali.

Fiore di pan brioche salato

Stendere tre sfoglie rotonde più o meno uguali.

Posizionare la prima sfoglia su una teglia ricoperta di carta forno e distribuire su di essa metà ripieno.

Fiore di pan brioche salato

Ricoprire con la seconda sfoglia e cospargere con il resto del ripieno

Fiore di pan brioche salato

Ricoprire infine con l’ultima sfoglia e cercare di sigillare i bordi facendo pressione con le dita

Fiore di pan brioche salato

Posizionare una tazzina al centro del rustico e con una rotella taglia pizza, sezionare la pasta in 4 parti uguali arrivando sino al bordo della tazzina

Fiore di pan brioche salato

Ritagliare gli spicchi a metà ottenendo 8 parti

Fiore di pan brioche

Ritagliare ancora a metà ottenendo 16 spicchi. Prenderne 2 e fare due giri con ogni parte verso l’esterno. Cercare di posizionare i bordi sotto ogni petalo per evitare che il ripieno fuoriesca.

Fiore di pan brioche salato

Lasciare lievitare ancora per circa un’ora

025

Spennellare delicatamente la superficie con un po’ di latte (io al centro ho decorato con fiocchi di avena) ed infornare in forno ventilato già caldo a 180 gradi per circa 1/2 ora.

Ottimo sia tiepido che freddo, provatelo!

Fiore di pan brioche salato

Ed ecco la fetta….

033

Ci era piaciuto troppo e così ne ho fatta un’altra versione sempre salata: ripieno di ricotta, noci e grana, ma che delizia!

Ho usato gr. 250 ricotta di mucca, 100 gr. di noci tritate, 50 gr. di grana, due uova intere. Ho amalgamato tutto e spalmato il ripieno sui diversi strati.

 

Immagine 955

Immagine 962

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Torta pisolo al cioccolato e mandorle

Torta pisolo

 

Oggi voglio farvi conoscere un’altra ricetta passatami da mia suocera dopo aver conosciuto mio marito, si tratta della  famosa TORTA PISOLO, chiamata così in onore della mia dolce metà che ama tanto dormire.

INGREDIENTI

6 uova intere

300 gr. di zucchero semolato

200 gr. di burro fuso (non caldo)

150 gr. di farina

150 gr. di mandorle sgusciate tritate finemente

2 bustine di vanillina

100 gr. di cacao amaro

1 bicchierino di liquore dolce (io Amaretto di Saronno)

 

Esecuzione

 

In una terrina, montare bene lo zucchero con le uova per circa 10 minuti. Quando il composto sarà ben gonfio e spumoso, unire il burro sciolto ed amalgamare.

Torta pisolo

Unire ora poco per volta la farina setacciata con il cacao, il liquore e le mandorle.

Torta pisolo

Quando il tutto sarà omogeneo, versare in una tortiera di cm. 26 imburrata ed infarinata e far cuocere in forno preriscaldato statico a 180 gradi per circa 40 minuti.

Torta pisolo

Come avrete notato, la ricetta originale non prevede lievito. Se volete ottenere un prodotto più soffice, potete aggiungerne metà bustina.

Trascorso il tempo di cottura, sformare e far raffreddare su una griglia.

Torta pisolo

Decorare a piacere con zucchero a velo.

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

Dic 6, 2013 - Dolci, Ricette    No Comments

Cupcakes tiramisù

cupcakes tiramisù

 

Da amante di dolci al caffè, non potevo non provare la ricetta di questi dolcetti belli e buoni.

Avevo visto farli da Valentina Gigli in televisione e siccome i suoi dolci mi piacciono molto, alla prima occasione utile, non ho perso tempo e li ho preparati.

Ingredienti per 12 cupcake:
– 180gr di burro morbido leggermente salato (io ho usato quello normale + 1 pizzico di sale);
– 180gr di zucchero semolato extrafine (zefiro);
– 180gr di farina 00;
– 1/2 cucchiaino di lievito per dolci;
– 3 uova a temperatura ambiente;
– 50gr di latte intero alta qualità;
– 10gr di caffè liofilizzato (io ho usato un cucchiaino di pasta di caffè).

Per la glassa:
– 130gr di burro a temperatura ambiente;
– 300gr di mascarpone;
– 160gr di zucchero a velo.

Per decorare:
– q.b. di cacao amaro in polvere;
– chicchi di caffè ricoperti di cioccolato

Preparazione:
Setacciate la farina ed il lievito. Scaldate il latte e scioglietevi dentro il caffè liofilizzato e tenetelo da parte. Sbattete il burro con lo zucchero fino ad ottenere un impasto spumoso di colore chiaro. Aggiungete le uova, uno alla volta, avendo cura di aggiungere un cucchiaio di farina per ogni uovo. Una volta esaurite le uova aggiungete la farina restante, tutta in una volta, mescolando con una spatola dal basso verso l’alto. Dividete l’impasto in uno stampo da muffin rivestito con dei pirottini di carta, e cuocete a 180°C per 20 minuti circa.

cupcakes tiramisù

cupcakes tiramisù

Lasciate raffreddare su una griglia prima di passare alla decorazione.

cupcakes tiramisù

Per la glassa: sbattete con un frullino il mascarpone con lo zucchero a velo. Aggiungete il burro morbido e continuate a sbattere. Mettete la crema ottenuta in un sac a poche con bocchetta liscia, decorate e tenete in frigo fino al momento di servire.

Veloci ed irresistibili….

cupcakes tiramisù

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

Dic 4, 2013 - Pane, Ricette    No Comments

Pane toscano

Pane toscano

Dalla mia enciclopedia della cucina, per l’esattezza dal volume dedicato al pane, ho scovato questa ricetta davvero molto molto buona.

Ieri sera l’ho sfornato poco prima dell’ora di cena e l’abbiamo potuto gustare appena tiepido con un filo di olio “buono”, quello extravergine di oliva nuovo… che dirvi, una bontà unica!

I semplici ingredienti che ci occorrono:

gr. 520 farina di frumento macinata a pietra tipo 0

gr. 270 acqua a temperatura ambiente

gr. 15 lievito di birra fresco

1/2 cucchiaio di zucchero (io ne ho usato anche un po’ meno)

Come ben sappiamo, nel pane toscano il sale non c’è, ma io ne ho messo un pizzico.

Esecuzione

Sciogliere il lievito e lo zucchero nell’acqua. Setacciare la farina in una ciotola e aggiungere l’acqua con il lievito e lavorare per bene sino a quando si otterrà un impasto ben sodo.

Cospargere di farina, formare una palla e lasciare riposare sino al raddoppio in luogo caldo (io ho messo il tutto nel forno spento con la luce accesa, penso che quando fa freddo, questo ci aiuti con la lievitazione). Coprire con un telo da cucina o pellicola.

Pane toscanoPane toscano

Passato il tempo di riposo, stendere la pasta sulla spianatoia leggermente infarinata e lavorarla di nuovo raccogliendola e stendendola più volte. Formare una palla e cospargerla di farina.

Disporla su una placca coperta da carta forno e lasciarla lievitare nuovamente.

Pane toscano

Mettere il pane nel forno già caldo a 220 gradi (forno ventilato) per 20 minuti, poi spennellarlo con poca acqua e, in funzione statica, proseguire la cottura per altri 10 minuti fino ad ottenere una crosticina croccante.

Lasciare raffreddare il pane su una griglia e servire.

Pane toscanoEcco l’interno…a fine cena ne è rimasto solo un piccolo pezzo.

Pane toscanoAl prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

 

 

 

 

Biscotti natalizi di pan di zenzero

 

Biscotti di pan di zenzeroQuesti biscotti fanno proprio sentire l’atmosfera magica del Natale. Li faccio di solito come decorazione da appendere all’albero di Natale e lasciano un profumo delizioso in tutta la stanza.

Per decorarli, ci si può sbizzarrire come più ci piace. Io stavolta ho usato sia la pasta di zucchero (acquistata), che la ghiaccia reale.

Per la ricetta e la preparazione della ghiaccia, vi metto il link della casetta di pan di zenzero dove ho indicato tutta l’esecuzione http://paolaeletorte.myblog.it/2013/11/29/casetta-pan-zenzero/.

Ricetta pan di zenzero

420 gr. farina 00

100 gr. zucchero semolato

120 gr. burro freddo

160 gr. miele di acacia

1 uovo grande

1 cucchiaino di lievito in polvere

un pizzico di sale

2 cucchiaini e mezzo di zenzero in polvere

1 cucchiaino e mezzo di cannella in polvere

un pizzico di noce moscata in polvere

un pizzico di chiodi di garofano in polvere

buccia di due arance non trattate in superficie grattugiate

ESECUZIONE

Nella planetaria, mettere la farina, le spezie,  lo zucchero ed il burro e sabbiare a bassa velocità con il gancio K.  Quando avremo ottenuto un composto simile alla sabbia, aggiungere l’uovo ed il miele. Amalgamare sino ad avere un impasto compatto.

037

Avvolgere il panetto nella pellicola e riporre  in frigorifero a riposare per tutta la notte. Dopo il riposo, rendere nuovamente plastico l’impasto e stendere con il matterello ad uno spessore non troppo sottile.

Con gli appositi tagliapasta, ritagliare le varie forme e mettere su una teglia coperta di carta forno. Infornare in forno preriscaldato a 180 gradi (ventilato) per circa 10 minuti.

Far raffreddare bene e decorare a vostro piacere.

A dire la verità, i biscotti che ho preparato questa volta, sono per il mercatino dell’asilo della mia piccolina…

Biscotti di pan di zenzero

Biscotti di pan di zenzeroHo dovuto quindi confezionarli tutti con bustine trasparenti e metterli una scatola, pronti per la partenza….

Per le casette, ho pensato di usare come contenitore le palline di plastica  e secondo me fanno proprio un bell’effetto.

biscotti di pan di zenzero

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte