Archive from maggio, 2013
Mag 29, 2013 - Pizze e focacce, Ricette    No Comments

La pizza scime, un vecchio rimedio alla mancanza di pane

 

A chi non è mai capitato di rimanere senza una briciola di pane? A me capita abbastanza spesso così ho pensato di darvi questa ricetta che si realizza davvero in pochi minuti.

Si accompagna benissimo anche con i salumi e formaggi quindi potrete prepararla per un antipasto o un aperitivo.

pizza scime

La ricetta:

INGREDIENTI

gr. 500 farina 00

1 bicchiere (io uso quelli di carta da 200 cc) di olio di semi di arachide

1 bicchiere di vino bianco

1 bicchiere di acqua

1 cucchiaino di sale fino

un pizzico di bicarbonato Solvay

sale grosso q.b.

 

In una ciotola capiente porre la farina, fare un buco al centro e unire tutti gli ingredienti. Aiutandosi con una forchetta amalgamare bene fino ad ottenere un impasto liscio e compatto.

Stendere l’impasto con un mattarello e metterlo in una teglia precedentemente unta (io ho usato una teglia rettangolare, ma va benissimo anche una tonda).

Prima di infornare, con la rotella tagliapizza, formare tanti quadratini (sarà più facile dividerla una volta cotta).

pizza scime

 

Cospargere con il sale grosso e infornare in forno preriscaldato ventilato a 200 gradi per circa 20 minuti.

p.s. Per chi avesse il Bimby, basta mettere tutti gli ingredienti insieme nel boccale 1 minuto a velocità spiga.

Al prossimo pasticcio!

Paola e le torte

 

Mag 28, 2013 - Dolci, Ricette    2 Comments

Muffins panna e amarene

muffins 015.JPG

 

Questa che sto per darvi è una ricettina molto semplice e gustosa.

Si prepara davvero in poco tempo e se avete ospiti all’improvviso, in meno di 30 minuti li avrete fatti ed anche sfornati!

 

Ingredientienti

160 gr. panna fresca

220 gr. farina 00

120 gr. zucchero semolato

2 uova intere

8 gr. lievito per dolci

1 bacca di vaniglia (i semini interni) o 2 bustine di vanillina

60 gr. di latte

24 amarene sciroppate

zucchero a velo e confettini per decorare

 

Procedimento

Unire tutti gli ingredienti secchi in una ciotola (farina, zucchero, lievito, vaniglia).

In un altro recipiente mescolare quelli liquidi (uova, latte e panna) e successivamente aggiungerli a quelli solidi.

Amalgamare molto bene, ma per poco tempo e versare negli appositi pitottini inseriti nello stampo da muffins aiutandosi con una sac a poche.

 

muffins panna e amarene

 

 

muffins 005.JPG

Aggiungere ora in ogni pirottino due amarene una per volta senza spingerli troppo in giù altrimenti tenderanno a rimanere sul fondo.

Cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 20 minuti, fare sempre prova stecchino!!!

Far raffreddare su una griglia e decorare a piacere con zucchero a velo.

muffins 008.JPG

muffins 009.JPG

Al prossimo pasticcio!

 

Paola e le torte

 

Mag 24, 2013 - Album, Dolci, Torte decorate    No Comments

Minicake


Mag 21, 2013 - Pane, Ricette, Rustici salati    No Comments

Treccia rustica farcita

L’altra sera facendo zapping in tv, mi sono imbattuta in una ricetta stragolosa della bravissima Sara Papa.

Chi mi conosce sa bene che la mia passione non sono soltanto i dolci, ma anche i rustici e soprattutto tutto ciò che abbia tra gli ingredienti il lievito.

La sua, era una treccia a base di pistacchi che erano presenti sia nell’impasto che nel ripieno.

Io l’ho fatta con gli ingredienti che avevo in casa e ne è uscita fuori una vera bontà.

La qualità della farina è fondamentale, io ho acquistato presso una pizzeria della mia zona la farina Petra 3 per pizze e focacce, davvero superlativa!

Ecco gli ingredienti che ci servono:

gr. 500 farina Petra 3

gr. 300 acqua

gr. 10 zucchero semolato

gr. 20 olio e.v.o.

gr. 12 lievito compresso o lievito madre q.b.

 

Per farcire:

gr. 200 prosciutto cotto

gr. 200 formaggio Montasio

gr. 50 grana grattugiato

 

Per spennellare la superficie

Tuorlo d’uovo diluito con un po’ di latte

 

Impastare gli ingredienti fino ad ottenere un panetto liscio e compatto. Se avete il favoloso Bimby o un’impastatrice o una planetaria, sarete agevolati in questa fase.

Mettere a lievitare l’impasto in una ciotola infarinata per circa 2 ore, dovrà raddoppiare di volume.

treccia rustica farcita, treccia prosciutto e formaggio

Stendete ora l’impasto in un rettangolo e dividetelo con un tagliapizza in tre parti. 

treccia rustica farcita, treccia salata prosciutto e formaggio

In ognuna di queste mettete un po’ di prosciutto e il formaggio tagliato a dadini, spolverate con il grana.

marmellata 012.JPG

marmellata 013.JPG

Ora chiudete le tre parti pizzicando bene le giunture della pasta.

marmellata 015.JPG

Quindi intrecciate

marmellata 017.JPG

 Ponetele la treccia  su una teglia ricoperta di carta forno e spennellatela con il tuorlo ed il latte.

 

marmellata 019.JPG

Fate  lievitare nuovamente per un’altra ora circa,

marmellata 020.JPG

 

Ora potete cuocerla in vorno ventilato preriscaldato a 180 gradi per circa 1/2 ora.

Ed eccola finalmente pronta!

Treccia rustica prosciutto e montasio, treccia lievitata, treccia rustica

 E la fetta…

marmellata 023.JPG

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte 

Confettura di fragole, la mia ricetta

Mercoledì scorso alle 9 in punto ero già al mercato, volevo assolutamente comprare una bella quantità di fragole per poterci fare tanti barattoli di meravigliosa confettura.

Quasi ogni mattina per colazione ne mangiamo un po’ con le fette biscottate e ogni anno quando ce ne sono in abbondanza, ne preparo una scorta per quando non ce ne saranno più.

Tutta contenta, torno a casa mezz’ora dopo con la mia cassetta di ben 6 kili di frutti belli e profumati.

fragole, confettura fragole

La prima cosa da fare è quella di lavare bene i barattoli e sterilizzarli facendoli bollire (dopo averli completamente immersi in acqua fredda) per 10 minuti. Mi raccomando, comprate sempre tappi nuovi!!!

Scolateli e fateli asciugare.

Gli ingredienti per 4 barattoli da 250 gr.

kg. 2,600 di fragole pulite

kg. 1 di zucchero semolato

succo di un limone

Cominciate a lavare i frutti e togliete i piccioli. Ora tagliate le fragole a metà e mettetele a macerare con lo zucchero ed il succo di limone per una notte.

confettura di fragole

La mattina successiva, frullate il tutto ed otterrete questo:

paola 021.JPG

Mettete il composto in una pentola a doppio fondo e cuocete per circa 3 ore a fuoco medio.

Importantissimo: Nelle prime fasi della cottura, la confettura va schiumata spesso, attenzione perchè può uscire dalla pentola, fate quindi questa operazione frequentemente.

paola 022.JPG

Mettete intanto nel freezer un piccolo piattino da caffè, vi servirà poi per controllare se la confettura è cotta alla perfezione.

Quando pensate che lo sia, prendete il vostro piattino e versatene sù una piccola quantità. Sollevandolo, il composto dovrà scendere lentamente, se lo farà, avete finito e potete spegnere il fuoco.

marmellata 003.JPG

Invasate subito aiutandovi con l’apposito imbuto

marmellata 005.JPG

 

Chiudete bene con i tappi e rovesciate i barattoli facendoli raffreddare così a testa in giù coperti da un canovaccio. Se si vogliono conservare per molto tempo, è bene fare la pastorizzazione dei barattoli. Io non lo faccio perchè la mia confettura dura poco…. 

marmellata 006.JPG

 Una volta freddi si possono decorare a piacere, io li ho confezionati così:

marmellata 028.JPG

Provatela anche voi!

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte 

 

Mag 20, 2013 - Dolci, Ricette, Torte decorate    No Comments

Torta cestino di fragole

Per un giorno importante, il mio tredicesimo anniversario di matrimonio: TORTA CESTINO DI FRAGOLE.

Ho realizzato una torta di mandorle con lo stampo nuovo ricevuto da mio marito e le mie piccole per la festa della mamma. L’ho farcita e ricoperta con un piccolo strato di ganache alla nocciole, che dirvi….squisita.

Una delizia per gli occhi e per il palato!

Le decorazioni sono tutte in pasta di zucchero.

 

torta cestino di fragole

torta cestino di fragole, torta fragole

Al prossimo pasticcio.

 

Paola e le torte

 

 

Mag 16, 2013 - Album    No Comments

La pasta fresca


La mia pasta fresca

Mag 6, 2013 - Dolci, Ricette    2 Comments

Tarte alle fragole, non una semplice crostata

 

Eccomi qui come promesso a darvi la ricetta della buonissima tarte alle fragole.

Questa è una ricetta regalatami dall’anziana zia di mio marito che vive da molti anni in Francia e che la faceva molto spesso quando era più giovane. Mio marito mi ha sempre parlato di questo dolce di cui è molto ghiotto e finalmento anch’io ho potuto assaggiarlo quando siamo stati da sua zia qualche anno fa. Non è la solita crostata perchè nell’involucro che contiene la crema, c’è come ingrediente il lievito di birra.

Vi assicuro che chi l’ha assaggiata non ha potuto fare a meno di mangiarne un altro pezzetto….

Può essere decorata con qualsiasi frutta, fresca, sciroppata, quella che più ci piace. Io questa volta ho scelto le fragole.

tarte 007.JPG

Gli ingredienti che ci occorrono sono:

gr. 300 di farina

gr. 80 di burro fuso

2 cucchiai di zucchero

1 pizzico di sale

2 uova intere

gr. 10 di lievito di birra

gr. 500 circa di crema pasticcera

frutta a piacere per decorare

gelatina spray

Esecuzione

Sul piano di lavoro formare una fontana con la farina. Al centro porre il burro sciolto, le uova, il pizzico di sale e i due cucchiai di zucchero. Con una forchetta amalgamare il tutto ed unire infine anche il lievito. Farlo sciogliere un po’ e cominciare al incorporare poco alla volta la farina impastando per circa 5 minuti (se si ha un robot da cucina, si possono mettere tutti gli ingredienti insieme fino a che saranno ben amalgamati).

Si dovrà ottenere un impasto simile a quello della pizza. Mettere il panetto in una boul infarinata, coprire con pellicola da cucina  e lasciare lievitare per circa un’ora .

Il panetto livitato:

 

tarte 001.JPG

Ora prendiamo l’impasto e lo stendiamo sulla carta forno in una sfoglia sottile. La poniamo in uno stampo per crostate di 26/28 cm. di diametro

tarte 002.JPG

Lasciamo lievitare per altri 30 minuti.

Bucherelliamo con una forchetta la sfoglia e poniamo all’interno la crema pasticcera fredda.

tarte 003.JPG

tarte 004.JPG

Inforniamo in forno ventilato preriscaldato a 180 gradi per 10/15 minuti.

 

tarte 005.JPG

Appena sfornata, decorare con frutta a piacere. Far raffreddare completamente  su una griglia e spruzzare con gelatina spray.

tarte 009.JPG

Conservare la tarte in frigo.

Buon appetito!

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte

 

Mag 2, 2013 - Dolci, Ricette, Torte decorate    No Comments

Torta fashion

Ed anche questa è fatta, era da tempo che volevo  realizzare una scarpetta con il tacco in pasta di zucchero e questa era la giusta occasione.

Ieri è stato il compleanno di mia sorella minore che è sempre all’ultima moda (al contrario di me), quindi quale torta fare se non questa?

Nella farcitura il connubio della chantilly con le fragole che per me è insuperabile, la bagna fatta con i limoni della stupenda Amalfi, vi assicuro che il tutto era sublime.

La festeggiata ha gradito ed anche noi che l’abbiamo mangiata quasi tutta…

 

scarpetta pdz, scarpa con tacco in pdz, torta fashion

 

In dettaglio la scarpetta

torta sandra 007.JPG

torta sandra 002.JPG

 

Al prossimo pasticcio,

Paola e le torte